Google+

Tassista espone adesivo con la bandiera inglese. Lo Stato la accusa di discriminazione delle minoranze

ottobre 21, 2013 Benedetta Frigerio

Il Consiglio della città accusa Denise Said di aver leso la legge sull’uguaglianza. I clienti stranieri: «Non ci sentiamo offesi. L’Inghilterra che è impazzita»

Rischia di perdere la licenza d’autista. La sua unica colpa è quella di aver decorato il taxi che guida con il simbolo della bandiera inglese su cui c’è scritto “Local Driver” (Autista della zona).
Denise Said, 56 anni, autista da 16 a Newton Abbot, una cittadina della contea di Devon, è stata accusata di discriminazione. «In questo caso la bandiera inglese insieme alle parole Local Driver potrebbero porre in posizione di svantaggio nella loro vita quotidiana quanti non condividono nessuna delle due caratteristiche». Lo ha dichiarato il Consiglio distrettuale di Teignbridge a Devon, che poi ha chiarito: «Ci siamo sempre assicurati di fornire servizi giusti per tutti, attuando l’Equality Act del 2010, la legislazione volta a proteggere tutte le culture nella nostra società».

UNA LEGGE CONTROVERSA. Said avrebbe dunque leso l’Equality Act che dal 2010 sta mettendo al bando tutti i simboli e le espressioni identitarie o religiose occidentali. È sulla base di questa legge che alcuni dipendenti pubblici sono stati licenziati a causa di croci portate al collo, o che diverse case-famiglia e agenzie di adozione sono state chiuse. Così la norma pensata per proteggere alcune minoranze sta discriminando qualsiasi altra identità espressa.
Le autorità locali hanno stabilito che se Said non toglierà il simbolo dall’auto, il prossimo febbraio non le sarà rinnovata la licenza. L’autista ha sottolineato di non aver mai ricevuto alcun reclamo prima di quello presentato alle autorità locali, aggiungendo che la perdita della licenza coinciderebbe con quella della sua unica fonte di guadagno.

FOLLIA E CORTOCIRCUITI. Nonostante ciò, Said ha ribadito che non c’è nulla di offensivo nell’esporre la bandiera inglese: «È patetico. Il Consiglio insinua che sono razzista: non c’è nulla di più lontano della verità (…). Sono inglese e sono un’autista della zona, dove sta il problema? Non discrimino nessuno che salga sulla mia macchina». L’autista ha raccontato di aver avuto pochi clienti stranieri. Agli ultimi, però, ha voluto domandare se si sentissero offesi dall’adesivo: «Non ci tocca minimamente», hanno risposto i passeggeri. «È il tuo Paese che è impazzito».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

8 Commenti

  1. Picchus scrive:

    Sono contento. La perfida e barbara Albione scomparirà nel ridicolo.

  2. mike scrive:

    l’articolo quando parla dell’equality act mi ha fatto pensare a 2Ts 2,3-4.

    • mike scrive:

      non era poi la prima volta che pensavo a quel passo di san paolo, leggendo qua e la in questo sito o altrove.

    • Cisco scrive:

      Il più chiaro mi sembra il seguente, di tale “Camion”, in perfetto stile British: “If the sight of an English flag, in England, makes you ‘at a disadvantage’ I would respectfully suggest that’s your problem, no body else’s.”

      Per fortuna pare che il popolo inglese abbia ancora le rotelle e capisca l’imbecillità dell’ondata politically correct…

  3. francesco taddei scrive:

    quando c’è da fare una guerra per accaparrarsi le risorse se ne fregano delle minoranze che non condividono.

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

“All for freedom, freedom for all”. È il nuovo motto di Harley-Davidson che intende sedurre anche chi non è (ancora) un motociclista

L'articolo Harley-Davidson, nuovo slogan proviene da RED Live.

Nel bel mezzo di Agosto, la Casa di Iwata lancia un criptico video teaser che anticipa quanto verrà svelato il 6 settembre alle 17:00: la Yamaha T7

L'articolo Yamaha T7, il video teaser proviene da RED Live.

Si chiama Nolan N90-2 ed è l’apribile entry level di Nolan. Adatto sia all’utilizzo in città sia per un lungo viaggio, costa 269,99 euro

L'articolo Nolan N90-2, apribile entry level proviene da RED Live.

I fiori mai sbocciati dell’automobilismo mondiale No, loro non ce l’hanno fatta. Non sono riuscite ad arrivare in produzione, perse nei meandri delle logiche commerciali, del marketing, degli eventi globali o, semplicemente, dell’indecisione dei costruttori. Sono quelle centinaia di concept car – o prototipi che dir si voglia – realizzati in piccolissimi numeri, quando non […]

L'articolo Le auto che non sono mai nate proviene da RED Live.

La Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line è una suv compatta per chi va sempre di corsa ma non per questo manca di praticità. Si parte da 46.000 euro.

L'articolo Prova Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana