Google+

Su matrimonio e divorzio, due libri che fanno bene. Miriano e Fiorin

ottobre 10, 2012 Francesco Amicone

Due libri che parlano di famiglie. Quelle disgregate dalla “fabbrica dei divorzi”, e quelle in cui il vincolo affettivo e coniugale trascende le polemiche su generi e conflitti.

Due libri che parlano di famiglie. Quelle disgregate dalla “fabbrica dei divorzi”, all’interno di un mondo ideologico e pieno di pregiudizi, e quelle in cui il vincolo affettivo e coniugale permette di trascendere le polemiche sui generi e sui conflitti. Da una parte il matrimonio contemporaneo, subalterno al divorzio, fra due soggetti formalmente uguali ma concretamente distanti, votati a odiarsi, dall’altra il matrimonio che diventa la sperimentazione quotidiana di un vincolo affettivo unico fra due persone molto diverse. Senza tirare in ballo incomprensibili ideologie che non producono né verità né felicità, Finché la legge non vi separi e Sposala e muori per lei sono due libri realisti, fondati sull’esperienza, che descrivono due mondi senza bavagli e censure politicamente corrette.

FINCHÉ LA LEGGE NON VI SEPARI. Edonista, divorzista e antipaterna: è la cultura contemporanea che emerge nella prassi dei comportamenti fra le coppie divorziate e dai tribunali da Finché la legge non vi separi di Massimiliano Fiorin, avvocato civilista. Tira le somme dell’introduzione della legge sul divorzio e scopre il velo sulle conseguenze di quella che considera una cattiva legge frutto del permessivismo consumistico. Per Fiorin, alla responsabilità all’interno di un vincolo unico dove diversità e libertà vanno accettate, la cultura divorzista sostituisce un mero soggettivismo, che, al posto di liberarle, rende schiave le proprie vittime. La fabbrica dei divorzi ha esacerbato i conflitti al posto di sanarli, avvelenando le famiglie, calpestando i diritti dei figli, producendo sindromi patologiche, mobbing familiare, violenza e i ricatti (legali) fra moglie e marito. Non è un mondo più progredito, come decantato dai media, quello che descrive Fiorin. Oggi, il divorzio è più vincolante di un matrimonio sbagliato, e si trasforma, con l’aiuto di molti azzeccagarbugli, in una forma legale per esercitare un eterno controllo l’uno sull’altro e sui propri figli. Fiorin smentisce così anche la pretesa progressista e individua nuovi pregiudizi culturali, imposti con maggiore pervicacia e diffusione da una società chiusa, malata e sospettosa, portando a esempio gli errori dei tribunali, gli allontanamenti ingiustificati dei figli e il concetto diffuso sull’intrinseca violenza maschile. Gli ultimi capitoli sono dedicati a proposte di riforma della legge e un decalogo di comportamento che aiuti gli operatori del diritto di famiglia a svolgere meglio la loro funzione.

SPOSALA E MUORI PER LEI. Era bastato il titolo del precedente (Sposati e sii sottomessa) a far infuriare le femministe italiane. Recensito da Camillo Langone come «buono», il nuovo libro di Costanza Miriano, giornalista e scrittrice, parla dell’uomo, del virile. Un uomo che dovrebbe saper sacrificarsi e proteggere chi gli sta vicino. Non è un postulato ma un ideale che emerge dall’esperienza, vista attraverso gli occhi di una giovane donna cattolica, sposata e con quattro figli. In Sposala e muori per lei l’uomo è guardato con dolcezza e smette di essere membro, fin dalla nascita e a sua insaputa, di qualche terribile società patriarcale, per essere qualcosa di concreto, vicino, abbastanza da potergli dare qualche consiglio. A distanza siderale dal politicamente corretto, dalle visioni stereotipate della parità, con semplici iperboli e ironie, che sottolineano le differenze, si descrive una realtà immediatamente riconoscibile e sperimentabile. Un libro nient’affatto sentimentale, ma scritto con sentimento, che senz’altro fa meglio al mondo, alla donna e all’uomo, di tante dimenticabili e tristi considerazioni a la Simone de Beauvoir.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

1 Commenti

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Il Concorso d’Eleganza di Pebble Beach, in California, rappresenta da sempre un evento speciale per la BMW. La Casa di Monaco è infatti solita stupire presentando delle concept che anticipano modelli pressoché pronti a entrare in produzione. Quest’anno tocca a una delle roadster più affascinanti mai realizzate, oltre che una delle vetture più “anziane” della […]

L'articolo BMW Z4 Concept: una linea da urlo proviene da RED Live.

Nessuno fiati. Nessuno si muova. L’hanno fatto davvero! Hanno ridato vita alla storica sigla GSi. Un’icona per tutti i “figli degli Anni ‘80” cresciuti a pane e Opel sportive. Con buona pace della divisione OPC, la nuova versione high performance della Insignia Grand Sport – seconda generazione della berlina tedesca – tornerà a sfoggiare la […]

L'articolo Opel Insignia GSi: gradito ritorno proviene da RED Live.

Solida e ben fatta, la Seat Ateca 1.6 TDI Advance è il primo SUV della Casa spagnola. Si parte da meno di 24 mila euro chiavi in mano

L'articolo Prova Seat Ateca 1.6 TDI Advance proviene da RED Live.

La fortwo, l’utilitaria più corta sul mercato – è lunga solo 2,69 m – si aggiorna. La novità principale è rappresentata dalla disponibilità di serie, sin dall’allestimento entry level youngster, della frenata automatica d’emergenza e dei fendinebbia. Un upgrade in materia di sicurezza tutt’altro che marginale, esteso anche alla versione a quattro posti forfour. Tessuto […]

L'articolo smart fortwo e forfour 2018: danno di più proviene da RED Live.

Vi piace pedalare in collina? Se volete farlo in compagnia di migliaia di altri ciclisti, e con la possibilità di mettere alla prova il vostro spirito agonistico, l’occasione giusta è la 5° edizione della Granfondo Scott, in programma il 3 settembre 2017 con partenza e arrivo a Piacenza Expo. La manifestazione propone due percorsi, caratterizzati […]

L'articolo Granfondo Scott, al via il 3 settembre proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana