Google+

Siria, ribelli riconquistano Maloula. Residenti: «Hanno bruciato una chiesa e imposto la conversione all’islam»

settembre 9, 2013 Leone Grotti

L’antico villaggio cristiano era stato ripreso dall’esercito di Assad sabato scorso. La testimonianza di un abitante: «Ho visto i guerriglieri prendere cinque persone e minacciarle: “O vi convertite all’islam oppure vi decapitiamo”»

Maloula, l’antico villaggio cristiano siriano attaccato dai ribelli settimana scorsa e ripreso sabato dall’esercito di Assad, è stato nuovamente conquistato dall’Esercito libero siriano e dalla brigata di al-Nusra, legata ad al-Qaeda, secondo quanto riportato dall’Ap. Per l’Osservatorio siriano per i diritti umani circa 1.500 ribelli si trovano ora a guardia del villaggio, dove gli abitanti parlano ancora l’aramaico, la lingua di Gesù.

«CHIESE DATE ALLE FIAMME». Un abitante intervistato dall’agenzia di stampa ha dichiarato che i ribelli «hanno ripreso il villaggio gridando “Dio è grande”, attaccando case di cristiani e chiese. La gente è scappata dal villaggio, ora Maloula è una città fantasma. Dov’è Obama per vedere che cosa ci sta succedendo?». Un altro abitante ha rivelato che restano ancora degli uomini dell’esercito di Assad alla periferia del villaggio e che «la chiesa di Demyanos è stata data alle fiamme mentre uomini armati sono entrati in altre due chiese e le hanno derubate».

CONVERSIONI FORZATE. Un terzo residente intervistato dall’Ap ha confermato quanto riportato settimana scorsa, e cioè che i ribelli hanno promesso di vendicarsi sui cristiani, una volta finita la guerra, e hanno imposto agli abitanti che non sono fuggiti dalla città di convertirsi all’islam. «Ho visto i guerriglieri prendere cinque persone e minacciarle così: “O vi convertite all’islam oppure vi decapitiamo”».

LETTERA DEGLI ABITANTI. Pochi giorni fa, in una lettera indirizzata al Congresso americano, gli abitanti di Maloula hanno testimoniato una situazione drammatica: «I gruppi armati del cosiddetto “Esercito siriano libero”, i terroristi di Jabhat al-Nusra e gli assassini dello Stato islamico dell’Iraq e del Levante hanno attaccato la nostra città, pacificamente situata nella provincia di Qalamoun. Poi hanno saccheggiato monasteri, chiese, trafugando le loro icone storiche, prima di esigere da tutti gli abitanti di convertirsi all’islam».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

1 Commenti

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download

Tempi Motori – a cura di Red Live

A Ginevra con 520 CV, per 312 km/h di punta e uno scatto da 0 a 100 km/h bruciato in 3,2 secondi. Con lei la magica triade delle 911 da corsa - sono state appena rinnovate 911 GT3 e GT2 RS - si completa

L'articolo Nuova Porsche 911 GT3 RS, aspirato da sogno proviene da RED Live.

Riparte da Alberobello il 25 febbraio il "contenitore" di prove che si disputerà in cinque province, tra Puglia e Basilicata. L'abbonamento alle 10 tappe costa 145 euro

L'articolo Iron Bike – Da febbraio a ottobre – Info e iscrizioni proviene da RED Live.

Altro che semplice restyling: la C4 Cactus 2018 ha una linea nuova per il 90%, adotta Airbump più piccoli e ora punta al cuore del segmento C. I prezzi partono da 17.600 euro

L'articolo Prova Citroën C4 Cactus 2018 sospensioni “magiche” proviene da RED Live.

La Casa americana invoglia i giovani all'acquisto della moto dei sogni proponendo i modelli Street 750, Street Rod e Sportster Iron 883 a condizioni vantaggiose. Le promozioni scadranno il 30 aprile

L'articolo Il mondo Harley alla portata dei giovani proviene da RED Live.

Il 24 e il 25 marzo, se siete in zona capitale, non prendete impegni: ci sono gli Honda Days 2018 all’autodromo di Vallelunga. Si possono provare auto, moto e non solo…

L'articolo Honda Days 2018: 24 e 25 marzo, tutti a Vallelunga proviene da RED Live.

Pasqua in Armenia - iStoria Viaggi