Google+

Siria. Il più forte gruppo dei ribelli promette fedeltà «allo Sceicco del Jihad». Cioè ad Al Qaeda

aprile 12, 2013 Leone Grotti

La dichiarazione del leader di al-Nusra, che ha permesso ai ribelli di strappare Aleppo ad Assad: «Rinnoviamo fedeltà e obbedienza ad al-Zawahiri».

Jabhat al-Nusra, il gruppo più forte ed efficace (dal punto di vista militare) all’interno dell’esercito ribelle siriano, quello che ha aiutato il Free Syrian Army a ottenere ai danni di Assad le conquiste più importanti, con una dichiarazione audio diffusa mercoledì ha giurato fedeltà al leader di al-Qaeda Ayman al-Zawahiri. La dichiarazione non farà piacere agli Stati Uniti e a tutti gli altri paesi occidentali che hanno riconosciuto i ribelli della Coalizione di opposizione siriana come i legittimi rappresentanti del popolo siriano.

SCEICCO DEL JIHAD. Il leader del gruppo terrorista Abu Mohammad al-Golani ha dichiarato: «I figli di al-Nusra rinnovano la loro promessa di fedeltà allo Sceicco del Jihad Ayman al-Zawahiri e dichiarano la loro obbedienza». Queste parole confermano ancora una volta i timori di chi vuole vedere la fine del regime di Assad ma non vuole che venga sostituito da un potere estremista islamico.

SHARIA IN SIRIA. Jabhat al-Nusra è stato inserito dagli Usa nella lista dei terroristi internazionali per affermare, con le parole di Obama, che «non tutti quelli che combattono in Siria contro Assad ci vanno a genio. Ci sono alcuni gruppi che hanno adottato un’agenda estremista, contro gli Stati Uniti, e noi vogliamo distinguere tra i diversi gruppi». Questa tentata distinzione del presidente Usa non ha però impedito ai ribelli siriani, dopo aver conquistato la città di Aleppo proprio grazie ad al-Nusra, di instaurare in una parte della città un califfato islamico a tutti gli effetti dove vige la sharia. Non a caso padre Simon Faddoul, presidente di Caritas Libano, ha reagito allarmato alla decisione da parte della Lega araba di armare i ribelli, affermando: «La comunità internazionale invii aiuti alla popolazione siriana in fuga dalla guerra, invece di spedire armi».

UNITÀ ISLAMISTA? Secondo diversi analisti, il messaggio audio è stato diffuso, oltre che per ricordare il legame con al-Qaeda, anche per prendere le distanze da un altro gruppo terrorista, lo Stato islamico dell’Iraq, che qualche giorno fa aveva annunciato di essersi fuso con al-Nusra. La replica: «Siamo fieri della bandiera sventolata dallo Stato islamico dell’Iraq, ma quella di al-Nusra resterà la stessa di sempre e niente cambierà perché la nostra priorità è l’unità dentro la Siria». Resta da capire quale tipo di unità desiderano.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

1 Commenti

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download

Tempi Motori – a cura di Red Live

Altro che semplice restyling: la C4 Cactus 2018 ha una linea nuova per il 90%, adotta Airbump più piccoli e ora punta al cuore del segmento C. I prezzi partono da 17.600 euro

L'articolo Prova Citroën C4 Cactus 2018 sospensioni “magiche” proviene da RED Live.

La Casa americana invoglia i giovani all'acquisto della moto dei sogni proponendo i modelli Street 750, Street Rod e Sportster Iron 883 a condizioni vantaggiose. Le promozioni scadranno il 30 aprile

L'articolo Il mondo Harley alla portata dei giovani proviene da RED Live.

Il 24 e il 25 marzo, se siete in zona capitale, non prendete impegni: ci sono gli Honda Days 2018 all’autodromo di Vallelunga. Si possono provare auto, moto e non solo…

L'articolo Honda Days 2018: 24 e 25 marzo, tutti a Vallelunga proviene da RED Live.

Neve, ghiaccio, temperature polari e 26 passi alpini. La terza edizione della 20Quattro Ore delle Alpi, organizzata da Audi, ha incontrato le condizioni giuste per mettere alla prova 5 equipaggi che si sono sfidati a suon di km percorsi e prove speciali ghiacciate sulle nuove RS4. C’eravamo anche noi

L'articolo 20Quattro Ore delle Alpi Audi. C’ero anch’io proviene da RED Live.

Presentata per la prima volta nel 2007, la Peugeot 308 ha subito un restyling nel giugno 2017. Dal punto di vista meccanico la novità preponderante era stata la sostituzione del cambio automatico a 6 rapporti in favore di un nuovo 8 rapporti. Un cambio più evoluto sviluppato dalla giapponese Aisin capace di rubare sulla bilancia […]

L'articolo Peugeot 308: aggiornamenti a 8 rapporti proviene da RED Live.

Pasqua in Armenia - iStoria Viaggi