Google+

Sindone: uno studio dice che Gesù è stato crocifisso con le braccia in alto. Ma è una clamorosa bufala

aprile 4, 2014 Leone Grotti

Intervista a Emanuela Marinelli, fra i massimi studiosi mondiali della Sindone, sullo studio pubblicato sul New Scientist: «È assolutamente sbagliato. Quella è la teoria dei Testimoni di Geova che vogliono distruggere la croce»

Lo studio internazionale appena pubblicato sulla Sindone secondo cui Gesù sarebbe stato crocifisso con le braccia dietro la testa a “Y” e non a “T”, secondo l’iconografia classica, è una bufala farcita di errori scientifici.
A spiegare a tempi.it nel dettaglio gli errori dello studio pubblicato sul New Scientist e realizzato dalla Liverpool John Moores University in collaborazione con l’Università di Pavia è Emanuela Marinelli, fra i massimi studiosi mondiali della Sindone, autrice di una decina di libri e innumerevoli collaborazioni con riviste specializzate e università.

Professoressa, lo studio è un falso?
Dall’analisi della Sindone si vede chiaramente che la posizione delle due braccia non è uguale: la colata di sangue del braccio destro che parte dal polso arriva fino al gomito, quella del sinistro no. Quindi già solo dire che le due braccia erano nella stessa posizione è sbagliato. E questo è il primo commento.

geova-crocifissioneCe ne sono altri da fare?
Sì, la teoria della posizione delle braccia a Y è tipica dei Testimoni di Geova (foto a lato, ndr) ed è assolutamente sbagliata. Loro cercano in questo modo di distruggere il simbolo della croce, per questo affermano che la posizione delle braccia era diversa. Ma poi, se anche fossero unite sopra la testa, al massimo viene una I e non una Y.

Però se le colate di sangue sono diverse significa che le due braccia non erano disposte a T.
E chi l’ha mai detto? Il braccio destro e sinistro non potevano essere perfettamente tesi come nelle rappresentazioni sacre perché il poggiapiedi che spesso si vede ancora non veniva utilizzato. La crocifissione romana non l’aveva ancora introdotto. Si vede la prima volta nei circhi nella parte tarda del primo secolo, ma all’epoca di Gesù, quando le persone venivano crocifisse in strada come monito per tutti, i piedi venivano direttamente inchiodati alla croce.

Quindi?
Quindi è chiaro che il corpo non poteva essere in una posizione con le braccia esattamente orizzontali. E le spiego perché: il corpo si sbilancia perché il piede destro è vincolato sotto il sinistro e questo fa muovere il corpo verso destra.

1982361_10202405020141652_932145284_nQual è quindi l’interpretazione corretta?
È sempre quella di monsignor Giulio Ricci: la colatura del braccio destro scende verso il gomito, le colature del sinistro invece scendono di lato perché il braccio era in una posizione un po’ differente (vedi foto a lato, ndr) con il sangue che cola in basso dalla mano per la forza di gravità.

Secondo gli studiosi Gesù è morto per asfissia.
Ora, a parte il fatto che il Vangelo dice un’altra cosa, questo non è possibile perché la Sindone documenta l’uscita di sangue e siero dal costato e questo, secondo i cardiologi, è segno verosimilmente di una morte causata dalla rottura del cuore.

Quindi il nuovo studio è una bufala?
Tra gli autori c’è Luigi Garlaschelli, dell’università di Pavia. Lui è un noto negatore dell’autenticità della Sindone, quindi non capisco perché studi una cosa che per lui è falsa. Inoltre, in un’intervista al Sole 24 Ore del 2009 affermava di essere stato pagato da un’associazione di atei e agnostici per riprodurre una copia della Sindone e dimostrare così che quella di Torino non è autentica. Tra l’altro affermava: «Il denaro non ha odore. Quello che è stato fatto, è stato fatto scientificamente. Se la Chiesa cattolica vorrà in futuro finanziarmi, sono il suo uomo». Cosa vuol dire? Che a seconda di chi lo paga lui dice una cosa o l’altra? Questo è inquietante e non mi sembra molto scientifico.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

25 Commenti

  1. gipo scrive:

    “… ed intanto la Tua voce mi sussurra: dammi il cuor…”
    Ho avuto la Grazia di incontrare a Torino (Giubileo del 2000) la suorina (si era proprio piccola) che ha avuto tra le mani la Santa Sindone per poterla preparare per la teca che ora la contiene: straordinario incontro di una grende donna che nella fede mi ha detto “ho toccato ciò che aveva coperto il Suo Corpo; per questo il mio è un lavoro santo!”
    Sul tema dell’incredulità, mi ritornano in mente le discussioni sul famoso frammento 7q5 di Qumran: sicuramente chiuso in quella grotta attorno al 70 d.c., sicuramente riportante 28 lettere continue che descriverebbero un passo del vangelo di Marco (il passaggio del lago di genezaret) sicuramente assieme ad altri documenti addirittura più antichi ma, per i benpensantinegazionistispiritualisti, assolutamente non riconducibile al Vangelo (perchè altrimenti dovrebbero spiegarci che a nemmeno 40 dalla Morte quelle Storie – raccontate da un gruppo di pescatori – erano già state tradotte in greco)
    Così, con la S. Sindone, si cerca in tutti i modi di trovare una spiegazione per smontare un fatto: quell’Uomo è veremente esistito, veramente morto, veramente Risorto (ma forse questi figuri non sono sufficientemente piccoli per comprendere; loro vogliono solamente capire).
    Nella Memoria della Sua Resurrezione, buona Pasqua!

  2. filomena scrive:

    E il mio post dov’è finito? Sublimato?

  3. arturo scrive:

    Se é per quello é sparito anche il mio….

  4. Shiva101 scrive:

    Sfruttate Gesu da 2mila anni..

    Abbiate pietà di lui e sopratutto rispetto.

    I defunti non si rappresentano in quel modo, lasciatelo riposare.

    • Francesco scrive:

      Gesù defunto? Rileggiti il Vangelo…
      Ma soprattutto cerca di capire perchè Gesù è venuto al mondo anche se sapeva che sarebbe morto in quel modo.
      Pensaci: la sua sofferenza, il suo amore per noi riscattano il nostro egoismo e la nostra indifferenza.
      Morendo inoltre entra nella morte e vi porta se stesso, cioè la vita!
      Scusa, bisognerebbe studiare un po’ filosofia per capire questo concetto.
      Cordiali saluti

      • filomena scrive:

        Questa però è religione non filosofia e ognuno capisce quello che vuole contro ogni logica concreta
        Dopodiché tu sei libero di credere in Dio quanto ti pare, ma da questo a dire che Dio è la realtà dei fatti…..mi sembra un po’ tirata per i capelli.

        • Giannino Stoppani scrive:

          Per una volta son d’accordo con te.
          Effettivamente tu capisci quello che vuoi contro ogni logica concreta.

        • domenico b. scrive:

          Filomena, che ci fai ancora qui? Avevo capito che secondo te I cristiani vanno ignorati….
          Dì la verità, che in fondo questo Gesù ti incuriosisce e ti interroga…
          anche se noi cristiani siamo sicuramente pieni di difetti

        • Toni scrive:

          Non esistono discussioni che possono convincerti perché, per come sei fatta, negheresti anche l’evidenza.
          Pensi solo a controbattere,… alla cieca.

          • filomena scrive:

            @Toni
            questo vale anche per te che hai convinzioni granitiche rispetto alla religione. Io invece mi limito a sospendere il giudizio sull’esistenza o meno di Dio in quanto non ho elementi oggettivi certi ne’ in un senso ne’ nell’altro. E’ per questo che dialogo con voi perché non ho posizioni preconcette.

            • Toni scrive:

              @ Filomena
              … non metterla su “granitico”…. io ero ateo, so benissimo come ragionate.
              il (bel) post di gipo poteva darti spunti di riflessione e d’indagine, naturalmente neanche ci provi perché preferisci sorvolare.
              Cosi agendo non troverai mai elementi oggettivi neanche se ti sbattono sulla testa.
              Allora è chiaro che il giudizio su Dio lo sospendi,…. ma lo sospendi a vita.

              e dagli con questa cosa che non hai posizioni preconceteeeeeee!!!

            • Antonio scrive:

              Filomena, deve saper che chi ha la fede SPIEGA, dialogare sarebbe un insulto alla RAGIONE. Chi invece, come lei, ha una opinione della fede allora dialoga.

    • Fran'cesco scrive:

      Shiva, pensa che Gesu’ si e’ offferto a noi cristiani, e da 2000 anni mangiamo il Suo corpo e beviamo il Suo sangue.
      Convertiti e credi al Vangelo. (Ci provo anch’io ogni giorno)

      • Toni scrive:

        Fran’cesco
        tu pretendi troppo da shiva101.
        E’ fermo al Voo doo (ama le bamboline) e forse gli piace il buddismo (ma più per come sono vestiti i monaci … sai …i colori) .

    • Toni scrive:

      Shiva 101
      No… abbiamo pietà di te… che sembri defunto da vivo.

    • beppe scrive:

      caro shiva, forse stai confondendo GESù CON ELVIS PRESLEY.

  5. domenico b. scrive:

    Viene da pensare che i sostenitori della falsità della Sindone siano rimasti senza argomenti convincenti…
    e allora si buttano su interpretazioni false solo per confondere le acque, e magari incassare qualche euro (Dan Brown docet)

  6. Ravecca Massimo scrive:

    L’immagine del volto sindonico, indicherebbe che Gesù e Leonardo da Vinci avrebbero avuto un volto somigliante verso il termine della vita come l’ebbero Leonardo e Michelangelo Buonarroti se guardiamo al ritratto dello scultore che ne fece da anziano Daniele da Volterra. Oltre ad avere un intelligenza simile nel metodo con Gesù, i due grandi artisti verso il termine della loro vita avrebbero un volto tendente a quello di Gesù, che di fatto ha valenza archetipa. Questo avrebbe una sua validità sia che la Sindone sia vera reliquia sia che sia un falso veritiero. Ciò nulla toglie alla divinità di Gesù, anzi. Cfr. ebook (amazon). Tre uomini un volto: Gesù, Leonardo e Michelangelo. Grazie.

  7. oikos31 scrive:

    i testimoni di geova come tutte le sette sataniche odiano la croce

  8. BIASINI scrive:

    Gli “gli studenti biblici” diventati testimoni di Geova nel 1931, portarono fino a quest’ultima data, una spilla a forma di croce con la corona. La loro rivista Watch Tower o Torre di Guardia, portò il simbolo della croce con corona fino al 1931, quando un certo Rutherford, successore di Russel, apportò dei cambiamenti nella credenza, forse per rimediare alle “magre” nelle “profezie” durante la prima guerra mondiale e rilanciare il movimento. Non mi sembra che, croce o palo che sia, l’argomento sia poi sfruttato dai TDG nella loro opera di proselitismo. Ricordo che la crocefissione era fatta in più modi: si faceva anche agli stipiti delle porte, allora piuttosto basse, o ai tronchi d’albero o come fecero i romani agli schiavi e gladiatori ribelli, a palizzate, pali o strutture irregolari in legno, messe su in qualche modo. La morte sopravveniva, tra indicibili tormenti, per tetano e sfinimento.

  9. Ravecca Massimo scrive:

    Tra un misto di giochi di specchi e scatole cinesi la Battaglia di Anghiari è li che aspetta di risuscitare. Gesù di Nazaret, Leonardo da Vinci e Michelangelo Buonarroti avendo avuto un intelligenza simile, basata su processi ricorsivi, giochi di specchi, procedimenti inclusivi; hanno avuto un volto somigliante verso il termine della loro vita pur avvenuta in età e condizioni diverse. L’autoritratto di Leonardo assomiglia al ritratto di Michelangelo eseguito da Daniele da Volterra, e l’autoritratto di Leonardo assomiglia al volto sindonico (negativo). Il telo sindonico come un’opera rinascimentale, (l’immagine della ferita al costato della Sindone ricorda l’urlo del guerriero centrale della Battaglia di Anghiari di Leonardo; e ne sancisce la presenza nascosta nel Palazzo Vecchio a Firenze, dietro il dipinto del Vasari, il quale ricopri con un suo affresco anche la Trinità di Masaccio, riscoperta secoli dopo) , i quadri del rinascimento come icone. Gesù modello e volto archetipo del genio. Cfr. ebook/book. di Ravecca Massimo. Tre uomini un volto: Gesù, Leonardo e Michelangelo. Grazie.

  10. Angelo scrive:

    Fatto stà che Gesù Cristo* (*unto,è morto per noi,per cancellare il peccato di Adamo.L’unico figlio Geova Dio che amava tanto,lo ha mandato per cancellare il peccato di Adamo,ci facciamo domande di come è morto Cristo e non ci chiediamo perchè lo ha fatto!Perchè Geova Dio avrebbe mandato il suo beneamato figlio Gesù a patire le sofferenze che ha avuto?Pensate solo a come è stato trattato,era guaritore,affettuoso con tutti…eppure lo hanno tradito.Io non avrei mai passato il suo dolore e non lo avrei mai fatto per dare un esempio a nessuno.Nessun padre manderebbe un figlio a morire per gli altri…eppure Geova Dio lo ha fatto e Gesù ha accettato infinine Gesù disse “Tutto è compiuto”.Ricordiamoci questo.Buona vita a tutti

La rassegna stampa di Tempi
Pellegrinaggio iStoria-Tempi in Terra Santa

Tempi Motori – a cura di Red Live

Sono passati 30 anni dalla prima vittoria alla Grande Boucle. Per festeggiare l'evento il brand francese lancia un'edizione limitata di 200 esemplari della sua punta di diamante e un concorso fotografico sui Social

Ispirata nel design alla 911, la seconda generazione della berlina sportiva tedesca cambia tanto nell’aspetto quanto nel layout dell’abitacolo e nella meccanica. Top di gamma la Turbo da 550 cv. Debuttano il cambio PDK a 8 marce e l’assale posteriore sterzante.

Nata per le competizioni, si è evoluta attraverso cinque generazioni e 30 anni sino a divenire una berlina dal fascino unico, ideale punto d’incontro di performance e stile. Ecco la storia della BMW M3.

L’edizione speciale della city car torinese, realizzata in collaborazione con i cantieri nautici Riva, può contare su di una ricca dotazione di serie e finiture pregiate in radica e pelle. Prezzi al lancio, sia per la versione chiusa sia per la cabrio, da 17.900 euro.

Cosa succede se dopo un bell'allenamento con la moto da enduro, pronto per andare al lavoro scopri che hai dimenticato lo smartphone in cima alla montagna? Ecco come Honda spiega in un video le potenzialità del DCT in Off Road. Pronti a sorprendervi?

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana