Google+

Save o Kill the Children? La famosa organizzazione chiede alla Scozia di estendere «il suicidio assistito ai bambini»

giugno 19, 2014 Leone Grotti

La Scozia discute una legge per introdurre il suicidio assistito per chi abbia compiuto almeno i 16 anni di età. Ma un gruppo di organizzazioni, tra cui Save the Children, ha chiesto che la legge sia estesa a tutti

La Scozia sta discutendo una legge per introdurre il suicidio assistito per tutta la popolazione che abbia compiuto almeno i 16 anni di età. Ma c’è un gruppo di organizzazioni che si battono per i diritti dei bambini, riunite sotto il nome di “Together” (insieme), che hanno chiesto che la legge sia estesa a tutte le fasce di età.

EUTANASIA INFANTILE. Secondo le organizzazioni, tra cui spicca la famosa “Save the Children”, «le malattie terminali non discriminano le persone in base alla loro età, di conseguenza anche la sanità non dovrebbe farlo». Secondo le charities, includere anche i bambini nella legge sarebbe l’unico modo per applicare davvero la Convenzione Onu sui diritti del fanciullo, la quale prevede che le opinioni dei bambini «debbano essere rispettate» in tema di sanità in base «all’età e alla maturità» dei soggetti interessati. “Together” chiede infine che la Scozia «rifletta sugli esempi internazionali» di leggi simili, come quella sull’eutanasia infantile da poco approvata in Belgio.

KILL THE CHILDREN. È quanto meno paradossale che organizzazioni che hanno come obiettivo dichiarato quello di “salvare i bambini” chiedano espressamente a un governo di dare la possibilità alla società di ucciderli. Ed è ancora più stridente che l’associazione tra salvezza di un bambino e la sua morte venga fatta nel nome della Convenzione Onu sui diritti del fanciullo, come se la sanità riguardasse l’eliminazione dei bambini e non piuttosto la loro guarigione.

«PROPOSTA IMPENSABILE». Secondo l’associazione che si batte per impedire la legalizzazione dell’eutanasia, “Care Not Killing”, l’estensione del suicidio assistito ai bambini è «impensabile»: «Le persone oneste resteranno sorprese dal fatto che una simile idea sia anche solo espressa, soprattutto se proviene da almeno una organizzazione (Save the Children, ndr) che pretende di rappresentare gli interessi dei bambini. Queste organizzazioni sono nate per proteggere le vite dei bambini, non per incoraggiarle a cercare rifugio nella morte».

BAMBINI NON IDONEI. Come già fatto notare da molti in occasione del dibattito sull’eutanasia infantile in Belgio, anche Care Not Killing ricorda che «i bambini non sono idonei – legalmente e sostanzialmente – a prendere decisioni pienamente responsabili sulla loro vita: sono affidati alle cure dei genitori o dei loro tutori». Nei prossimi mesi la commissione parlamentare scozzese continuerà a lavorare per definire i termini della legge, intanto è triste constatare come l’eutanasia infantile approvata in Belgio non abbia lasciato indifferente il mondo ma abbia creato un pericoloso precedente.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

2 Commenti

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Sul mercato dal 2010 e aggiornata nel 2014, la Lexus CT200h iniziava a soffrire di uno sdoppiamento della personalità. A una meccanica moderna si accompagnava infatti una linea ardita sì, ma ormai un po’ datata. Una contrapposizione ora sanata dalla divisione di lusso Toyota che sottopone la propria berlina ibrida a un restyling sia estetico […]

L'articolo Lexus CT200h MY18: il cuore non si tocca proviene da RED Live.

Vernice opaca Verde Alpi, vetri posteriori oscurati e un’indole sportiveggiante: la Fiat 500X, una delle SUV compatte più apprezzate sul mercato, debutta nell’inedito allestimento S-Design, disponibile sia per la configurazione “cittadina” City Look sia per quella più fuoristradistica Off-Road Look. Prezzi da 19.950 euro. Vernice satinata a 1.300 euro La Fiat 500X, che condivide la […]

L'articolo Fiat 500X S-Design: urban look proviene da RED Live.

Il Festival della velocità si avvicina e, come ogni anno, la McLaren celebra il rito di Goodwood con una novità. Quest’anno tocca alla 570S Spider, vettura che va ad ampliare la gamma delle Sport Series in attesa dell’entrata a listino della nuova 720S, massima esponente della famiglia Super Series. Trasmissione a doppia frizione Non manca […]

L'articolo McLaren 570S Spider: io non ingrasso proviene da RED Live.

AMR, come Aston Martin Racing. La divisione sportiva della Casa inglese presenta una versione estrema della supercar Vantage, disponibile in configurazione sia coupé sia roadster e con entrambi i propulsori in gamma, vale a dire il V8 4.7 e il V12 6.0. Punto di congiunzione tra la strada e la pista, la Vantage AMR mutua […]

L'articolo Aston Martin Vantage AMR: la pista nelle vene proviene da RED Live.

Secondo le previsioni di Kia il segmento dei cosiddetti B-SUV sarà quello che avrà la maggior crescita nei prossimi anni. I vertici della Casa si aspettano che nel 2020 in Europa la quota di mercato dei SUV compatti salga al 10%, con un volume totale di due milioni di pezzi venduti. Con questa prospettiva hanno […]

L'articolo Vista e toccata – Kia Stonic proviene da RED Live.

Strategie di Content Marketing - Video Academy di MailUp - banner iscrizione
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana