Google+

Referendum Bologna. La presidente della provincia (Pd): «Voterò B»

maggio 16, 2013 Redazione

Il referendum voluto dal comitato “Articolo 33″ è «mal formulato e fuorviante», «ideologico», affetto da «banalizzazione e qualunquismo». Anche la Cisl è per le paritarie e contro «il centralismo statalista napoleonico»

REFERENDUMB-come-Bologna copia«Come cittadina bolognese il 26 maggio prossimo andrò a votare al referendum e voterò B», ha dichiarato oggi in una nota della Provincia di Bologna, Beatrice Draghetti (Partito democratico). Voterà a favore dei finanziamenti comunali per le scuole d’infanzia paritarie, nel referendum cittadino del 26 maggio.

REFERENDUM IDEOLOGICO. Secondo il presidente della Provincia, il referendum voluto dal comitato Articolo 33 è «assolutamente mal formulato e fuorviante», «ideologico» e affetto da «banalizzazione e qualunquismo». Il quesito referendario ignora completamente la legge 62/2000, alla quale era necessario fare riferimento «non solo perché esiste, ma per le ragioni di bene comune e di profilo costituzionale che l’hanno ispirata, sostenuta, consentendo un salto di qualità significativo nelle opportunità di istruzione a disposizione dei cittadini».
Draghetti, che ha un passato da insegnante nelle scuole medie, spiega che la sua scelta è maturata anche per «la responsabilità di presidente della Provincia che ha particolari e specifiche competenze sulla scuola» nonché «sulla qualità e quantità dell’offerta formativa sul territorio». «Fondamentale», secondo la dirigente del Pd, deve essere la lettura, «onesta e libera», dei dati, soprattutto in un clima generale di «carente informazione». Conclude Draghetti: «Se poi si vogliono sacrificare i cittadini nel loro diritto di esigibilità di diritti fondamentali, qual è l’istruzione fin dall’infanzia, mirando strumentalmente ad obiettivi diversi, è necessario assumersene poi le responsabilità».

CENTRALISMO STATALISTA. Anche il segretario della Cisl pensionati (Fnp) di Bologna, Sergio Palmieri, invita i bolognesi a votare a favore delle paritarie: «È necessario andare a votare e votare B», ha scritto Palmieri in una nota, nella quale ha rivolto «un appello alle pensionate ed ai pensionati bolognesi».
Palmieri ricorda che a Bologna «il sistema pubblico integrato, istituito dal 1994, dà complessivamente risposta educativa al 98,4 per cento dei bambini della fascia d’età tre-sei anni», ma i referendari, «giocando sull’imparzialità equivoca del quesito» vogliono «la soppressione delle convenzioni e anche, forse, la revisione dello stesso significato della definizione di sistema pubblico, quasi a voler perseguire un nuovo centralismo statalista con forme di vaga memoria napoleonica».
Se accadesse, mette in guardia Palmieri, «per l’effetto di destrutturazione che potrebbe avere su un sistema integrato, che ci è invidiato dall’Italia intera, si dimostrerebbe nei fatti un risultato contro le famiglie bolognesi nonché contro un importante fattore di coesione sociale della città».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

1 Commenti

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Tempo di restyling per una delle vetture meno convenzionali – almeno esteticamente – degli ultimi anni. In occasione del Salone di Shangai, la crossover Lexus NX beneficia di un lifting di dettaglio cui si accompagnano affinamenti a livello tecnico volti a incrementare il comfort dei passeggeri e a rendere più dinamico il comportamento della vettura. […]

L'articolo Lexus NX: il restyling è sportivo proviene da RED Live.

Non è la prima volta che BMW utilizza la dicitura Rallye per la sua GS: accadde già nel 2013, quando fu una vistosa versione Rallye con telaio rosso e colori Motorsport a celebrare l’uscita di scena del motore ad aria. Ora la dicitura torna in auge sulla BMW R 1200 GS Rallye, che per la […]

L'articolo Prova BMW R 1200 GS Rallye 2017 proviene da RED Live.

Vi abbiamo già parlato del legame (inconsueto) che c’è tra l’ibericissima Seat e l’italianissima Ducati (entrambe con un tedeschissimo proprietario). Un po’ come se lo Jamon Serrano si gemellasse con il Prosciutto di Parma. L’accordo di collaborazione Seat-Ducati una delle tappe nella consegna di una Leon Cupra nuova fiammante ai piloti Ducati Dovizioso e Lorenzo. Nonostante un […]

L'articolo Un Leon di pilota, Dovizioso va in CUPRA proviene da RED Live.

COSA: BIKE FESTIVAL GARDA TRENTINO, quest’anno dura un giorno in più  DOVE E QUANDO: Riva del Garda, Trento, 28-30 aprire e 1° maggio Tra le più importanti rassegne outdoor del comparto ruote grasse il Bike Festival Garda Trentino quest’anno aggiunge un giorno in più al suo (sempre) ricco programma di iniziative. Eventi speciali, escursioni, gare, test, un […]

L'articolo RED Weekend 28-30 aprile e 1° maggio, idee per muoversi proviene da RED Live.

A volte ritornano. Oltretutto quando meno te lo aspetti. Dopo dodici anni di assenza dal panorama europeo, lo storico marchio inglese MG annuncia il rientro nel Vecchio Continente. Un’operazione che avrà inizio nel 2019 e che vedrà protagonista la cinese Saic, dal 2005 proprietaria del brand. Il successo con le spider negli Anni ‘60 La […]

L'articolo MG, il ritorno in Europa è in salsa cinese proviene da RED Live.

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana