Google+

«Papa Francesco mette l’uomo al centro dell’economia. Più che finanziaria, la crisi è antropologica»

maggio 19, 2013 Matteo Rigamonti

Intervista all’economista Luigino Bruni: «Abbiamo accettato un umanesimo fondato su valori che poco hanno a che fare con l’etica cristiana e che hanno dimostrato tutta la loro fragilità»

Papa Francesco è intervenuto parlando della crisi economica e finanziaria. «Il denaro deve servire e non governare», ha detto rivolgendosi a un gruppo di ambasciatori, sottolineando l’importanza di una «riforma finanziaria che sia etica e che produca a sua volta una riforma economica salutare per tutti». Francesco ha poi messo in guardia gli ambasciatori dal rischio di cadere in una «cultura dello scarto»: «Oggi l’essere umano è considerato egli stesso come un bene di consumo che si può usare e poi gettare». Ricordando ancora una volta che «la crisi finanziaria che stiamo attraversando ci fa dimenticare la sua prima origine, situata in una profonda crisi antropologica. Nella negazione del primato dell’uomo». Un atteggiamento dietro il quale «si nasconde il rifiuto dell’etica, il rifiuto di Dio». Abbiamo chiesto a Luigino Bruni, docente di economia all’Università Lumsa di Roma ed editorialista di Avvenire, di commentare le parole del Papa.

Professore, è sorpreso dalle parole del Papa?
Non si tratta certo di una tesi nuova, ma quello che è nuovo è che il primo intervento di papa Francesco su questioni “extra”, se così si può dire, teologiche e pastorali sia stato un intervento sull’economia. Una scelta decisamente in linea con il nome che si è dato.

Come il suo predecessore, anche Francesco ha voluto rimettere l’uomo al centro dell’economia. Perché?
Vero, anche papa Francesco ha voluto porre l’accento sul fatto che questa crisi non è innanzitutto una crisi finanziaria ma antropologica. Del resto, se fosse stata solo una crisi finanziaria, non avremmo avuto tutti questi problemi enormi sul lavoro: si sarebbe trattato solamente di parametri sballati che poi sarebbero tornati a livelli accettabili. Invece, la verità è che ci troviamo di fronte a un sistema economico obsoleto. La finanza con questo c’entra poco.

Cosa si è perso per strada?
Abbiamo smarrito tutte quelle grandi motivazioni che hanno portato i nostri padri a mettere in piedi negozi e fabbriche, quelle motivazioni che hanno causato il miracolo economico italiano. Al loro posto, invece, abbiamo accettato un umanesimo fondato su valori che poco hanno a che fare con l’etica cristiana e che hanno dimostrato tutta la loro fragilità.

A cosa si riferisce?
Per esempio al consumismo, cioè a quello che si potrebbe definire il feticismo delle merci, una cultura per cui è meglio buttare via tutto ciò che rimane inutilizzato, mentre prima si usava riparare e riutilizzare tutto. Con questo non voglio condannare l’economia di mercato in quanto tale; ma il problema è che visione del mercato abbiamo, se collegata alla vita civile di un popolo o no. Il Papa non ha fatto altro che denunciare una certa autoreferenzialità dell’economia.

Cosa spetta fare alla Chiesa e cosa invece a chi stringe le leve del potere?
La Chiesa non può certo fare le leggi. E da quando ha perso il potere temporale, la Chiesa ha sempre avuto un unico ruolo che è quello di custodire e portare alle coscienze un monito di carattere etico e valoriale. Ascoltarlo è compito di chi ha il potere in mano e io credo che in questo momento di crisi ci sia più ascolto che non in passato, credo che ci sia maggiore attenzione all’etica. Ma non basta, bisogna inventarsi un nuovo modo di fare economia.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

2 Commenti

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

DNA OFFROAD Al Salone di Detroit 2018 la Casa della Stella ha presentato la Nuova Mercedes Classe G. Che non ha tagliato in modo brusco i ponti con il passato e – tranquilli –  non si è rammollita: a lei, le SUV moderne fanno davvero un baffo. Nel senso che la G continua ad essere […]

L'articolo Nuova Mercedes Classe G 2018: nel solco della tradizione proviene da RED Live.

Seppur presentato nel 2016, il sistema di trazione integrale della Focus RS è tutt’oggi una soluzione ingegneristica avanzata ed è raro trovarne una descrizione chiara e completa. Siete sicuri di avere capito come funziona? Leggete per scoprirlo!

L'articolo Magia elettronica! La trazione integrale della Ford Focus RS proviene da RED Live.

In attesa della prova ecco le prime informazioni sul test che ci vedrà a Valencia in sella alla nuova Ducati Panigale V4

L'articolo Ducati Panigale V4 in attesa della prova proviene da RED Live.

Al volante della SUV “low cost” che migliora nei contenuti e nella guida mantenendo invariato il prezzo. Dacia ha vinto di nuovo la scommessa e ora offre una Duster più appetibile che mai

L'articolo Prova Dacia Duster 2018 proviene da RED Live.

Al Motor Bike Expo di Verona, dal 18 al 21 gennaio, Metzeler si presenta con una limited edition del suo pneumatico più custom: si chiama Metzeler ME 888 Marathon Ultra Orangewall

L'articolo Metzeler ME 888 Marathon Ultra Orangewall: più colore al custom proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download