Google+

“Non solo no”. Manifesto per il referendum costituzionale

ottobre 14, 2016 Redazione

Primi firmatari: Stefano Parisi, Luigi Amicone, Lodovico Festa, Giancarlo Cesana, Antonio Pilati, Giuseppe Zola, Raffaella Della Bianca, Egisto Mercati, Emanuele Boffi, Silvia Enrico, Manfredi Palmeri, Marco Luigi Di Tolle

no-referendum-costituzione

La riforma sottoposta a referendum è un pasticcio politico, giuridico e sociale. Limita fortemente le autonomie locali. Crea un Senato basato sulle Regioni che oggi, tranne poche meritorie eccezioni, sono il punto più inefficiente dell’assetto istituzionale italiano. Complica i processi legislativi facendo credere di semplificarli. Appesantisce le procedure parlamentari sostituendo al bicameralismo paritario un bicameralismo confusionario. Crea le premesse per nuovi conflitti davanti alla Corte Costituzionale in quanto non definisce in modo univoco il discrimine fra materie di competenza statale e materie di competenza regionale. Introduce la cosiddetta “clausola di supremazia” che consegna l’interesse nazionale, che vorrebbe tutelare, alle burocrazie stataliste, centraliste e oligarchiche in apparenza romane, in realtà di Bruxelles.

Come hanno dimostrato le modifiche costituzionali approvate a partire dal 2001, cambiare la Costituzione con il consenso di una sola parte produce gravi danni politici e istituzionali.

Per rendere la Costituzione finalmente adeguata all’Italia del terzo millennio, occorre tornare al metodo adottato dai padri della Repubblica. Come accadde nel biennio 1947-1948, quando la Costituzione italiana fu scritta nella cornice di un ricco dibattito parlamentare e di uno straordinario confronto tra diverse culture politiche, anche oggi occorre procedere all’elezione di un’Assemblea Costituente, che dal popolo riceva autorità e legittimità per riformare la Carta fondamentale dello Stato in un tempo prestabilito.

La via per aprire questo costruttivo processo di riforma dello Stato è naturalmente votare “no” al referendum del 4 dicembre.

Primi firmatari: Stefano Parisi, Luigi Amicone, Lodovico Festa, Giancarlo Cesana, Antonio Pilati, Giuseppe Zola, Raffaella Della Bianca, Egisto Mercati, Emanuele Boffi, Silvia Enrico, Manfredi Palmeri, Marco Luigi Di Tolle

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

1 Commenti

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download

Tempi Motori – a cura di Red Live

Rialzata, “rinforzata” nel look ma con lo stesso grande comfort di ogni Classe E, la All Terrain entra di forza nel segmento delle Statio Wagon rialzate. Offre tanto spazio e un comfort sontuoso, ma la sua attitudine off road è reale

L'articolo Prova Mercedes E 220 CDi All Terrain proviene da RED Live.

Potenza esagerata, guidabilità di alto livello e un motore capace di stupire per gestibilità ed erogazione. La Panigale V4 apre una nuova era in casa Ducati e lo fa non solo per le prestazioni ma anche per come le “serve” al pilota. Non è solo l’ultima supersportiva Ducati è un cambio di filosofia, che potrebbe piacere a molti

L'articolo Prova Ducati Panigale V4 S proviene da RED Live.

Rifatta da cima a fondo la crossover Subaru ha aumentato le sue capacità off road, migliorando al contempo il comportamento su strada. Più efficace e comoda migliora anche nella qualità percepita degli interni. Solo benzina per i motori Boxer che continuano ad avere un po’ di sete.

L'articolo Prova Subaru XV 2018 proviene da RED Live.

Prodotta in soli 150 esemplari, l'iconica fuoristrada inglese si può ordinare ad un prezzo di partenza di circa 170.000 euro

L'articolo Land Rover Defender Works V8: 405 cv per festeggiare i 70 anni proviene da RED Live.

Il tempo purtroppo passa per tutti e man mano che l’età avanza la nostra cara patente B richiede revisioni più frequenti. Scopriamo assieme passo a passo la procedura da seguire

L'articolo Come rinnovare la patente B proviene da RED Live.

Pasqua in Armenia - iStoria Viaggi