Google+

Nigeria, ancora sangue su Natale. Quindici cristiani sgozzati nel sonno

dicembre 30, 2012 Redazione

Nel villaggio di Musari, nel nord est del paese, gli islamisti si sono introdotti di notte in diverse case e hanno fatto l’ennesima strage

Non sono bastati i metal detector piazzati fuori dalle chiese, stavolta quindici cristiani nigeriani sono stati uccisi nelle loro case, sgozzati nel sonno a motivo della loro fede. Il terribile ed ennesimo attentato è avvenuto nel nord est del paese, nel villaggio di Musari, vicino a Maiduguri, quartier generale dei militanti della setta islamica di Boko Haram. E anche questa volta tutti gli indizi portano agli islamisti, che in un anno hanno ucciso più di 277 persone e distrutto 430 chiese.

UCCISI PER LA LORO FEDE. L’attacco è avvenuto venerdì scorso, ma la dinamica terribile è stata chiarita soltanto oggi dalle autorità nigeriane, che, in un primo tempo, avevano parlato di sette vittime complessive in due distinti attacchi avvenuti a Maiha e a Musari per mano di uomini armati sospettati di militare nelle fila di Boko Haram. Una fonte umanitaria, che ha chiesto l’anonimato all’agenzia Afp, ha spiegato che «le vittime sono state scelte perché erano di fede cristiana».

UN ALTRO NATALE DI SANGUE. Anche l’anno scorso gli attentati contro i cristiani hanno conosciuto una escalation proprio nella settimana di Natale, per questo i fedeli si apprestavano a festeggiare nella paura con i metal detector piazzati fuori dalle chiese, come ha raccontato qualche giorno fa a tempi.it il direttore di Aiuto alla Chiesa che soffre Massimo Ilardo. Non è bastato. Non è bastato il giorno di Natale, quando sei persone sono morte in un attentato contro una chiesa. Non è bastato mercoledì scorso, quando altri sette cristiani hanno perso la vita a Maiduguri. E non è bastato venerdì scorso.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line è una suv compatta per chi va sempre di corsa ma non per questo manca di praticità. Si parte da 46.000 euro.

L'articolo Prova Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line proviene da RED Live.

Mentre tutti sono sotto l’ombrellone, la Casa varesina presenta le ultime due moto che mancavano all’appello dell’Euro4: le F3 (675 e 800) e la Dragster 800 RR. E con l’occasione…

L'articolo MV Agusta F3 e Dragster 800 RR Euro4 proviene da RED Live.

La fame del colosso indiano Bajaj sembra non avere fine: dopo aver conquistato il 49% del Gruppo KTM, ora punta a un noto Marchio inglese. Nasce così la partnership (commerciale) Triumph e Bajaj

L'articolo Triumph e Bajaj, insieme per le piccole proviene da RED Live.

Black Jack, come il gioco d’azzardo che coinvolge banco e giocatori. In questo caso, però, il ruolo del casinò viene interpretato dalla Opel e l’oggetto del desiderio non è il classico “21”, bensì la city car Adam in edizione speciale. L’inedito allestimento Black Jack, che esalta l’inclinazione alla personalizzazione tipica dell’utilitaria tedesca, porta in dote […]

L'articolo Opel Adam Black Jack: scommessa vinta proviene da RED Live.

Dopo il successo ottenuto con la 300, Beta allarga ulteriormente la gamma delle enduro “facili”: ora è il momento della Beta XTrainer 250, moto facile per alcune soluzioni ma comunque capace di grandi cose

L'articolo Beta Xtrainer 250 proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana