Google+

Michael Moore combatte l’obesità o prepara un nuovo film?

dicembre 23, 2010 Paola D'Antuono

Il regista vincitore della Palma d’oro a Cannes per Fahrenheit 9/11 è ricoverato in una costosa rehab per perdere peso. Ma dietro la voglia di ritrovare la forma ideale potrebbe nascondersi l’idea per un altro documentario

Che Michael Moore soffrisse da tempo di evidenti problemi di peso, questo è un fatto noto. Basta guardare i suoi documentari per rendersi conto di come negli anni l’ago della sua bilancia abbia subito paurose oscillazioni per poi assestarsi su un sovrappeso impietoso. Come fare per buttare via tutti quei chili di troppo? In America sono tantissimi i centri di dimagrimento che promettono una forma perfetta in poco tempo. In un paese dove l’obesità colpisce anche i bambini è indispensabile correre ai ripari con costosissimi centri specializzati.

 

Anche il regista di Fahrenheit 9/11 a quanto pare ha deciso di provare una di queste rehab dei miracoli: da metà novembre Moore è ricoverato all’interno della Pritikin Longevity Center and Spa a Miami, un posto esclusivissimo dove l’ospite sborsa 4.200 dollari a settimana per sottoporsi ai trattamenti. Come mai il regista della verità, colui che da anni lotta contro gli sprechi e le nefandezze (e in Sicko se la prendeva anche con il sistema sanitario americano) degli Usa ha deciso di investire migliaia e migliaia di dollari per guarire dal suo sovrappeso? Il dubbio c’è e si chiama documentario.

 

E se Moore avesse deciso di lavorare a un nuovo film, questa volta concentrandosi sulle costosissime e modaiole rehab in cui sempre più spesso vengono ricoverati divi di Hollywood e stelle della musica? Ecco spiegato l’investimento di denaro, allora: fingere di essere un paziente e riprendere nel frattempo ciò che accade all’interno di questi centri. Fantascienza? Può darsi, ma da uno come lui c’è da aspettarsi di tutto, anche che riesca a prendere due piccioni con una fava. Film nuovo e peso forma raggiunto: cosa chiedere di più?

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Il progetto Émonda è nato per dimostrare che Trek era non solo in grado di costruire la bicicletta di serie più leggera al mondo, ma di renderla anche capace di offrire elevate performance. I confini della ricerca sembrano essere fatti perché li si possa superare e ciò che è successo con il MY 2018 lo dimostra: […]

L'articolo Nuova Trek Émonda 2018, la leggerezza non ha limiti proviene da RED Live.

La sfida che attende la nuova Seat Arona, al debutto tra le SUV compatte, ricorda quella di Kung Fu Panda contro le “Leggende Leggendarie”. Una outsider dalle dimensioni contenute, agile, scattante e con tante frecce al proprio arco che affronta senza alcun timore reverenziale i “mostri sacri” della categoria. Forte di una vitalità, sia estetica […]

L'articolo Prova Seat Arona proviene da RED Live.

Sino a pochi anni fa parlare di auto a guida autonoma era credibile quanto prevedere lo sbarco degli alieni sulla Terra o aderire alla religione dei pastafariani che, per inciso, credono in un creatore sovrannaturale somigliante agli spaghetti con le polpette. Questo almeno sino a ieri, dato che oggi, con l’immissione sul mercato delle prime […]

L'articolo Guida autonoma: quanto ne sai? proviene da RED Live.

Ennesimo capitolo della Saga Monster, l’821 2018 si adegua all’Euro4 ed eredita le peculiarità stilistiche della sorella maggiore 1200. Più snello e slanciato torna all’essenzialità originale del primo Monster

L'articolo Ducati Monster 821 my 2018, come eravamo proviene da RED Live.

Anche i nobili, alle volte, sentono il bisogno di rinnovarsi. Si aggiorna così la Range Rover Sport, una delle SUV più blasonate e raffinate al mondo. A quattro anni dall’unveiling avvenuto al Salone di New York, la sport utility britannica beneficia di un profondo facelift estetico e di sostanza. Al punto da portare al debutto […]

L'articolo Range Rover Sport 2018: prima in tutto proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download