Google+

Meeting. Finkielkraut: «Péguy ci dà il coraggio di resistere all’ideologia di oggi»

agosto 10, 2014 Daniele Guarneri

Intervista esclusiva ad Alain Finkielkraut che sarà presentata al Meeting alla mostra dedicata a Charles Péguy. La curatrice Flora Crescini ci svela qualche passaggio

mostra-péguy-meeting-2014Per comprendere Péguy serve una certa disponibilità: non fermarsi al già saputo. «Per questo abbiamo diviso la mostra in 4 sezioni che approfondiscono lo straordinario iter biografico di Péguy. Per lui era chiaro che la verità si comprende solo vivendo: per capire quel fiume in piena che sono le sue opere non si può scindere il suo pensiero dal vissuto». Flora Crescini ci introduce alla mostra e ci spiega perché, ancora una volta, per lei è stato un avvenimento accostarsi all’autore francese. «Conoscevo già Péguy, ma la mostra mi ha dato la possibilità di approfondirlo. Ho trovato una consonanza assoluta tra la mia vita e la sua, tra quello che ha scritto e ciò che ho imparato da don Giussani. Mi impressiona come siamo abituati a parlare dell’incarnazione e come ne parla Péguy. Usa la parola “innesto”: tra il temporale e lo spirituale. Incarnazione come innesto tra due entità che da sole non starebbero in piedi. Solo così si capisce che la salvezza temporale è decisiva per la vita eterna».

Da un periodo di acuta sofferenza, Péguy riscopre la fede. Non una conversione intesa come rinnegamento del passato, ma una rifioritura di un albero che ha più profonde sorgenti di linfa. Cosa vuol dire? «L’unica volta che Péguy parla di “conversione” è quando aderisce al movimento socialista. Quando confida a un amico il suo ritrovato cattolicesimo non parla di “conversione” ma di approfondimento. La sua conversione non è rinnegare il passato, ma approfondire quanto aveva vissuto: l’amore per la verità, la giustizia, il dolore, la politica, le amicizie, la fedeltà e la stessa adesione al socialismo».

Nell’intervista che Alain Finkielkraut vi ha concesso in occasione della mostra, il filosofo dice: «Mi piacerebbe essere capace di espormi al presente. Sarebbe la sola fedeltà a Péguy. Mi sembra che sia il compito essenziale della nostra epoca. Péguy ci dà il coraggio di resistere all’ideologia». Cosa intende? «Per Péguy il presente è pieno di miserie, ma decide di affrontarlo perché, nonostante sia misero, allo stesso tempo è irriducibile. Non si può pensare al presente con categorie del passato, ma non possiamo credere che l’uomo possa diventare quello che non è. Finkielkraut ci raccontava di quando la cantante trans Conchita Wurst ha vinto l’Eurocontest. I grandi giornali hanno parlato di vittoria delle differenze. Per lui, invece, è stata una vittoria sulla differenza: quello che non era mai successo in passato, ora accade. Oggi gli uomini vogliono essere quello che non sono. La vita, le opere di Péguy ci aiutano a stare di fronte alle miserie del presente esattamente come lui è stato davanti al suo presente. Ci aiutano ad approfondirlo, senza cancellare nulla. Péguy era come una trivella che approfondisce, aggiunge, scava per arrivare al fondo della verità».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

1 Commenti

  1. fec scrive:

    “I grandi giornali hanno parlato di vittoria delle differenze. Per lui, invece, è stata una vittoria sulla differenza: quello che non era mai successo in passato, ora accade”: grande Finkielkraut! Salutatemelo, perché al meeting, quest-anno, non ci potrò essere.

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

A Milano settembre è il mese più bello. Anche per pedalare. Il 17 mattina l’hanno pensato in tanti, circa 1.800, schierati alla partenza della prima edizione della GF Milano. Dopo una notte di pioggia, infatti, lo sguardo poteva abbracciare verso nord il profilo innevato delle montagne, nella direzione che avrebbe preso la corsa. Due le […]

L'articolo GF Milano, in gara dalla città al cuore della Brianza proviene da RED Live.

Le righe, si sa, rubano la scena a qualsiasi altro indumento del guardaroba e non tutti se le possono permettere. Ciò che ha fatto Rapha con questa fantasia, protagonista della nuova collezione Cross, è stato scegliere un accostamento di tonalità elegante e, soprattutto, ispirato all’abbigliamento indossato da Jeremy Powers (Rapha-Focus Team) alla conquista del titolo di campione nazionale […]

L'articolo Rapha presenta la nuova collezione Cross proviene da RED Live.

F1 2017 è un generatore virtuale di adrenalina. Un racing game emozionante e coinvolgente, completamente personalizzabile in base alle proprie esigenze. Il nuovo gioco di Codemasters affina la buona ricetta del 2016 e (ri)propone un solidissimo “simcade”, ovvero un efficace ibrido tra simulazione impietosa e arcade permissivo, immediato e profondo. Il risultato? Senza controllo di trazione […]

L'articolo F1 2017 è pura adrenalina virtuale proviene da RED Live.

Con il nuovo Peugeot Belville, la Casa del Leone s’inserisce in uno dei mercati più floridi in assoluto: quello degli scooter piccoli a ruota alta. È disponibile in due cilindrate (125 e 200) con prezzi a partire da 2.950 euro

L'articolo Prova Peugeot Belville proviene da RED Live.

Che Kia sia un’azienda coreana Doc è assodato ma è altresì vero che il suo quartier generale europeo si trova ad appena 500 metri dall’entrata del Salone di Francoforte. E’ quindi normale che Kia viva la kermesse tedesca in modo speciale, come la fiera di casa, quella in cui sfruttare il fattore campo favorevole per […]

L'articolo Kia Proceed Concept: il futuro passa da qui proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana