Google+

Mariacristina Cella Mocellin. La vita, il sacrificio, la testimonianza. «Quello che desidera il nostro cuore è vero»

agosto 24, 2014 Giuseppe Brienza

Il 30 agosto in un incontro a Tuscania (VT) si parlerà della serva di Dio che a 26 anni decise di non curare un tumore per far vivere il figlio nel suo grembo.

mariacristina_pLe vere pro choice sono quelle giovani che hanno avuto il coraggio di accogliere la vita con un dono radicale di sé. La vera scelta, infatti, come dimostrano le vite donate di Gianna Beretta Molla (1922-1962), Mariacristina Cella Mocellin (1969-1995) e tante altre, è quella di amare, con una esistenza vissuta come stile quotidiano di dono e dedizione incondizionata, che si testimonia soprattutto nei momenti più difficili, come quello della gravidanza.

L’INCONTRO. Non è un caso che la Chiesa abbia scelto, come patrona dell’Ottavo incontro mondiale delle famiglie che si terrà a Filadelfia, negli Stati Uniti, dal 22 al 27 settembre 2015, insieme a Giovanni Paolo II, una santa come appunto la Beretta Molla, un medico che a 39 anni ha sacrificato la vita per dare alla luce la sua terza bambina, Gianna Emmanuela. Al pari di santa Gianna, che è stata canonizzata nel 2004 dallo stesso Papa Wojtyla, Mariacristina Cella è una giovane madre di famiglia, di cui è in corso il processo di beatificazione, che a 26 anni ha deciso di non voler curare un tumore per far vivere il figlio nel suo grembo.
A Tuscania (Viterbo), dal 23 al 31 agosto, nell’ambito delle “Giornate di formazione per i giovani” organizzate ogni anno dall’Istituto del Verbo Incarnato (I.V.E.), congregazione fondata nel 1984 in Argentina da padre Carlos Miguel Buela, il marito della Serva di Dio, Carlo Mocellin, parlerà della “vita donata” di Mariacristina, e di come sua moglie, al pari di tante altre giovani, «voleva il meglio per sé e si chiedeva quale fosse la sua vocazione», scoprendo così che «quello che desidera il nostro cuore è vero».
L’Istituto religioso argentino, che ha appena raggiunto i suoi primi trent’anni di storia e vanta al suo occhiello una grande crescita in termini di vocazioni ed attività di formazione, ha organizzato l’incontro con Carlo Mocellin sabato 30 agosto, alle 16.30, nella casa delle Serve del Signore e della Vergine di Matarà (famiglia religiosa femminile dell’I.V.E.), in via del Monastero 3, a Tuscania.

libro MocellinUNA VITA DONATA. Mariacristina Cella ha riassunto nella sua pur breve vita un itinerario spirituale denso di profonda umanità e di autentica religiosità che è possibile fruire principalmente dalle lettere e dal diario contenuti nel volume: Una vita donata (Edizioni San Paolo), pubblicato nel 2005 ed in questi anni giunto alla terza edizione. Il titolo del libro condensa in modo semplice e commovente la direzione umana e spirituale che la Serva di Dio ha voluto, con la grazia di Dio, imprimere alla sua vita, donandola e ponendola interamente alla sequela di Cristo. Questa sua confidenza con il Salvatore è attestata in tutti i momenti della sua vita, fin dall’adolescenza, nella ricerca della volontà di Dio affinché potesse indicarle la vera vocazione a cui sarebbe stata successivamente chiamata, come moglie di Carlo e come mamma dei suoi tre figli: Francesco, Lucia e Riccardo.

MATRIMONIO E FAMIGLIA. La testimonianza di questa autentica vita cristiana donata a Dio ed all’umanità è perpetuata oggi dal marito, che ha scelto la via della castità nella vedovanza, il quale non si stanca di presenziare ad incontri e presentazioni pubbliche, così come di promuovere l’Associazione “Amici di Cristina Onlus” di Cinisello Balsamo (MI), che ha curato l’edizione del libro ed è impegnata da tempo a far conoscere la sua vita, la sua fede ed a far riscoprire, attraverso lei, la vera vocazione al matrimonio e alla famiglia.
Le “Giornate per Universitari” dell’I.V.E. sono frutto del rilevante lavoro d’insegnamento del Centro di Alti Studi “San Bruno” di Segni (Roma) e quello portato avanti dall’Istituto religioso argentino, soprattutto con la casa editrice “Edivi” di Segni. Sono pensate per giovani universitari e lavoratori tra i 18 e i 30 anni ma, in generale, sono anche aperte ad accogliere tutti coloro che vogliano ricevere una formazione salda ed avere gli strumenti necessari per conoscere e difendere le questioni della fede cattolica, in particolare nell’ambito della teologia fondamentale e della bioetica.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

2 Commenti

  1. Valentina says:

    Sono scelte troppo personali e delicate. Non me la sento di esprimere un giudizio che, oltre tutto, non mi spetta. Questo vale sia nel caso di chi sacrifica la sua vita per un’altra vita sia nel caso di chi non se la sente di rinunciare alla propria. Non posso e non voglio giudicare casi così drammatici.

  2. Amedeo Rossetti says:

    Ogni volta che vedo la foto di Maria Cristina mi percorre un brivido. Ho avuto il Dono di ricevere da lei una grande Grazia, e sono assolutamente certo, avendone una prova, che sia stata lei a donarmela. Il nostro Cristoforo Maria, Santo in Cielo, è anche figlio tuo… A te, Maria Cristina, prego devoto di intercedere per tutte le creature la cui esistenza è messa on discussione. Proteggi le mamme, i bimbi e le famiglie. E senza fine ti prego di proteggere mia moglie, Giacomo e me.

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

La Renault Scenic porta al debutto la nuova motorizzazione 1.3 Tce in configurazione da 140 e 160 cv. Un quattro cilindri Tutbo benzina molto evoluto che vuole fare le scarpe al Diesel

L'articolo Prova Renault Scenic 1.3 TCe 140 e 160 cv proviene da RED Live.

Assieme ad ABS ed ESP, il sistema di controllo elettronico della trazione è un cardine dei sistemi di sicurezza montati sulla vostra auto. Nel caso non lo sappiate, è un dispositivo elettronico in grado di rendervi le cose più semplici quando la strada è scivolosa. Scopriamolo assieme

L'articolo ASR, cos’è e come funziona il controllo di trazione delle auto proviene da RED Live.

400 cv, 855 kg e 2G di accelerazione laterale. La prima Dallara omologata per circolare su strada vanta prestazioni da capogiro. Disponibile in configurazione barchetta, targa o coupé scatta da 0 a 100 km/h in 3,25 secondi. E noi ci abbiamo fatto un giro

L'articolo Dallara Stradale, siamo saliti sulla barchetta dei record proviene da RED Live.

Nata anche da un'imbeccata di Stefano Accorsi, questa 308 al Nandrolone trasferisce su strada il meglio della versione Cup

L'articolo Peugeot 308 by Arduini Corse, one off su base GTi proviene da RED Live.

In 100.000 hanno raggiunto Praga da tutto il mondo per celebrare i 115 anni di un marchio più arzillo che mai. Una buona occasione per parlare del futuro di Harley-Davidson (che sarà anche elettrico) ma non solo

L'articolo Harley-Davidson, 115 di questi anni proviene da RED Live.