Google+

Luca Barisonzi, le ferite di guerra e la voglia di vivere

marzo 28, 2011 Mario Furlan

Luca Barisonzi ha poco più di vent’anni, è un alpino ed è stato ferito in Afghanistan. Sono stato a trovarlo in ospedale e ho visto un ragazzo paralizzato che ha ancora voglia di sorridere e di vivere

Lo scorso 17 marzo, anniversario dell’unità d’Italia, sono andato, in divisa da City Angel, insieme a un assessore, a un generale dell’esercito e al capitano della squadra di basket di Milano, a trovare in ospedale Luca Barisonzi, alpino ferito in Afghanistan.  Sapevo che il militare, 21 anni, è stato salvato per miracolo. E che è paralizzato, inchiodato su una carrozzina. Pensavo che avrei trovato un ragazzo cupo, depresso. Forse disperato. Invece ho conosciuto un giovane pieno di vita. Che mi ha confidato la sua voglia di lottare. Di credere nei suoi progetti. Di continuare ad amare la vita. Nonostante tutto.

 

Mentre stavo parlando con Luca un altro degente, anche lui in carrozzina ma con le braccia ancora buone, è passato lì accanto. Dai, venite a trovare anche noi che siamo nell’altro reparto, ha detto. Siamo andati. Stavolta le persone immobili erano una decina. Anche loro, come Luca, sorridenti. Anche loro con tanta voglia di andare avanti. 
Un quarantenne mi ha raccontato la sua storia. Un incidente d’auto, la colonna vertebrale lesionata. E la sedia a rotelle. Da due mesi è in ospedale. Tra poco tornerà a casa. Ci sono cose nella vita che non puoi cambiare, mi ha detto. Le puoi solo accettare. All’inizio ti pesano. Poi le accetti. Anche se non ti piacciono. Se resisti soffri di più. Tanto vale accoglierle. E cercare di trarne il meglio. Io, con il corpo sano, mi sono sentito piccolo accanto a lui.

 

Non so come reagirei se dovessi finire come quelle persone. Se non potessi più alzarmi. Penso che cadrei in una profonda depressione. Mi cadrebbe il mondo addosso. Forse mi passerebbe la voglia di vivere. O forse no. Forse è proprio in quei momenti che ti accorgi di quante risorse nascoste si trovano nella tua anima. Risorse che non sapevi di avere. E che ti aiutano nel momento del bisogno. Come qualcuno che sta in alto. Di cui troppo spesso ci dimentichiamo. Ma è lui, in quei momenti, a ricordarsi di noi.
 

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

La coupé dei quattro anelli festeggia il compleanno con un restyling lieve, che porta in dote più potenza e una dotazione arricchita

L'articolo Audi TT 2018, il restyling per i 20 anni proviene da RED Live.

La Renault Scenic porta al debutto la nuova motorizzazione 1.3 Tce in configurazione da 140 e 160 cv. Un quattro cilindri Tutbo benzina molto evoluto che vuole fare le scarpe al Diesel

L'articolo Prova Renault Scenic 1.3 TCe 140 e 160 cv proviene da RED Live.

Assieme ad ABS ed ESP, il sistema di controllo elettronico della trazione è un cardine dei sistemi di sicurezza montati sulla vostra auto. Nel caso non lo sappiate, è un dispositivo elettronico in grado di rendervi le cose più semplici quando la strada è scivolosa. Scopriamolo assieme

L'articolo ASR, cos’è e come funziona il controllo di trazione delle auto proviene da RED Live.

400 cv, 855 kg e 2G di accelerazione laterale. La prima Dallara omologata per circolare su strada vanta prestazioni da capogiro. Disponibile in configurazione barchetta, targa o coupé scatta da 0 a 100 km/h in 3,25 secondi. E noi ci abbiamo fatto un giro

L'articolo Dallara Stradale, siamo saliti sulla barchetta dei record proviene da RED Live.

Nata anche da un'imbeccata di Stefano Accorsi, questa 308 al Nandrolone trasferisce su strada il meglio della versione Cup

L'articolo Peugeot 308 by Arduini Corse, one off su base GTi proviene da RED Live.