Google+

Le Sentinelle in piedi a Milano, «per ricordare che si può vivere non allineandosi al pensiero dominante»

ottobre 10, 2013 Benedetta Frigerio

Intervista a Pietro Invernizzi, portavoce di quei cittadini che hanno scelto una forma di protesta originale contro il ddl Scalfarotto

Non si potrà più dire che il matrimonio è fra uomo e donna, che i bambini hanno diritto ad avere un padre e una madre, che l’omosessualità può essere un problema? «Questo il rischio se passasse anche al Senato il disegno di legge Scalfarotto-Leone approvato dalla Camera il 19 settembre scorso». A parlare a tempi.it è Pietro Invernizzi, portavoce delle Sentinelle in piedi di Milano, un gruppo di cittadini che sabato 12 ottobre alle ore 17 si incontreranno in piazza Cordusio a vegliare contro il ddl.

NEL SILENZIO DEI MEDIA. Cosa prevede questa legge? «Il carcere per i reati di “omofobia” e “transfobia” senza spiegare che tipi di reati siano. Così, se la norma fosse approvata, chiunque dirà, per esempio, che il matrimonio è quello naturale rischierà di essere denunciato». Il reato di opinione verrebbe così reintrodotto in Italia per la prima volta dopo la caduta del regime fascista. «Eppure la legge stava passando nel silenzio dei media e della politica che la presentava come una norma volta a tutelare gli omosessuali dalle violenze». Per questo un manipolo di parlamentari ha cercato di informare la Camera dei reali contenuti del ddl. Anche fuori dal Parlamento alcuni cittadini ne hanno preso consapevolezza, organizzandosi sul modello delle manifestazioni francesi contro la legge Taubira, che legalizza il matrimonio gay: «Sebbene le date stabilite per la discussione della norma fossero il 25 e 26 luglio e la sera del 5 agosto, la Manif Pour Tous Italia e Le Sentinelle in Piedi erano presenti».

PROTESTA PACIFICA. Manifestazioni e veglie si sono svolte anche in altre città italiane. «Le prime sono state a Roma e poi a Brescia». Venerdì La Manif pour tous si è data appuntamento ancora a Roma e Bisceglie, poi a Bologna, a Bolzano e a Pisa. Voi sabato veglierete, come mai questa forma? «Siamo persone che, sapendo quello che stava succedendo, si sono contattate tramite passaparola, per conoscenze e attraverso i social network. Il nostro è un movimento spontaneo: parte dal singolo che si unisce a quanti, come lui, non vogliono accettare di stare in silenzio». Niente etichette partitiche o confessionali, solo persone che «vegliano per stare desti in una società che ci spinge a non interessarci di quello che accade. Chi veglia, lo fa in silenzio o leggendo libri che facciano riflettere per resistere insieme».
È un modo originale di reagire: «Vogliamo mostrare che c’è altro, un modo di pensare diverso da quello che passa su tv e giornali. La nostra è la protesta pacifica di normali cittadini che non vogliono farsi etichettare. Senza urlare, senza violenza, ma usando la testa, il cuore e la coscienza per ricordare che si può vivere non allineandosi al pensiero dominante». Quella di sabato sarà solo la prima veglia: «Il passaparola ci sta aiutando. Ne organizzeremo altre sul modello francese, spargendo la voce tramite i social network. Per svelare quello che sta succedendo, ma innanzitutto per non rinunciare a rimanere desti».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

37 Commenti

  1. GiGi scrive:

    attenzione, siamo vicini alla sommossa popolare, ben 70 (e son stato largo) persone che protestano stando in piedi come birilli, direi che è una pressione che le istituzioni nn possono sottovalutare…

    • Quercia scrive:

      sono 70 persone che ti hanno scomodato a scrivere un commento sarcastico.

      Tranquillo, avete già vinto. Non ti preoccupare per le manifestazioni 😉 Arresterete tutti. Senza distinzione fra quelli che picchiano uno che nella loro mente bacata è diverso (gay, secchione, obeso, vecchio, di destra, di sinistra, bigotto, con gli occhiali, timido, biondo, pelato, ecc ecc) o urlano”frocio di m***a” (già ora giustamente e fortunatamente puniti dal nostro ordinamento), sia quelli che diranno “i bambini non sono un diritto. Piuttosto hanno il diritto ad avere un padre e una madre” oppure oseranno sostenere la loro preferenza verso la famiglia (costituzione compresa).
      Inoltre rieducherete tutti secondo la vostra educazione che a parole prevede il rispetto verso tutti (cosa che se fosse vera condividerei in pieno) ma poi si dimostrata talmente arrogante da paragonare la fede di milioni di liberi cittadini italiani a babbo natale.

      • GiGi scrive:

        Quanto vi piace fare le vittime vero, penso che sia la vostra occupazione principale, il vittimismo sempre e comunque.. un po alla lunga però, fidati, passate dall’essere credibili all’essere patetici.

  2. giovanni scrive:

    GiGiGi tu forse non lo sai ma il cristianesimo è cominciato con UNO!

  3. Emanuele scrive:

    GiGi riconta e sarai più fortunato… 130 sentinelle alla “prima” di Bergamo ! Grandi bergamaschi !

  4. Paolo scrive:

    Vegliare su cosa? Nel nome di che cosa e in virtù di quale “libertà” violata? Discriminare gli omosessuali o cercar di far credere che l’omosessualità sia un “problema” )e non il normale e naturale orientamente sessuale che è) è solo un’aberrante falsità.

    Liberi però di starsene in piedi…il patetico non è certo contro la legge.

  5. Paolo scrive:

    Vegliare su cosa? Nel nome di che cosa e in virtù di quale “libertà” violata? Discriminare gli omosessuali o cercar di far credere che l’omosessualità sia un “problema” (e non il normale e naturale orientamente sessuale che è) è solo un’aberrante falsità.

    Liberi però di starsene in piedi…il patetico non è certo contro la legge.

    • viccrep scrive:

      sig paolo l’orientamento sessuale è solo una parte della personalità e non definisce la persona seguire i propri istinti non sempre è un bene, soprattutto dire che una copia omosessuale sia normale come una copia etero è forzare la natura e la realtà.
      Non è mai stata fatta una legge per definire normale una copia uomo donna, invece si pretende di farla per definire che una copia omosessuale è identica a una copia etero, una legge che pretende di mettere il bavaglio su chi ritiene che la realtà sia un punto essenziale di riferimento: una copia di due uomini non sarà mai uguale alla copia uomo donna, ne sul piano fisico ne sul piano psichico.
      Non c’è legge che tenga si ricordi che da male nasce male, si perché la successiva pretesa sarà quella di volere gli stessi diritti di chi è normalmente sposato e di abete figli non vostri.
      L’identità dell’omosessuale è diversa ed è ripiegata su altro, e non c’è legge che possa cambiarla, nessuno pretende che uno che sceglie di essere ciò che non è non sia libero di farlo, lo faccia ma dire che è la stessa cosa sta solo nelle menti deboli con identità flebile come quella di molti politici

      • Giovanni scrive:

        In realtà esiste una legge che impedisce alle coppie omo di essere normali, negandogli i loro naturali diritti. Basta abrogarla.

    • Piero scrive:

      Nel nome del buonsenso e contro una legge liberticida che punisce il reato d’opinione, per il resto ti ha già risposto il tuo compare GiGi, facendo un bell’autogol…………..

  6. Emanuele scrive:

    la foto riguarda la prima uscita delle Sentinelle a Bergamo…
    erano in 130 e nella foto si contano più di 110 sentinelle…
    …ma non c’è peggior cieco di chi non vuol vedere !

    • Gmtubini scrive:

      Non ci posso credere!
      Veramente ti sei messo a contare una per una le persone che si vedono nella fotografia?!
      Che vita densa di impegni che devi avere! Beato te!

  7. EVNA scrive:

    GiGi, a dirti il vero sei proprio tu quello che fa tenerezza, viste le idiozie che scrivi. Credo che un esame di coscienza ti farebbe bene!
    Gmtubini: Sì, le ha contate, qualche problema? Ti senti più forte ora che hai fatto del sarcasmo? Le ha contate e ha dimostrato che certi criticoni dicono solo falsità. Le dicono riguardo al numero di protestanti, figurati sulla loro idea riguardante la legge!
    P.s. a Bergamo io c’ero, testimone oculare.. Altre menzogne da sfatare?
    Per il resto, quercia è stato molto chiaro!

  8. EVNA scrive:

    GiGi: a dirti il vero sei proprio tu quello che fa tenerezza, viste le idiozie che dici! Un esame di coscienza ti farebbe bene.
    Gmtubini: Sì, le ha contate, qualche problema? Parli come se contare 110 persone in una foto richieda 3 ore di tempo! Ti senti più forte ora che hai fatto del sarcasmo? Sei diventato più maturo? Le ha contate e ha dimostrato che certi criticoni dicono falsità (e lo ringrazio, per questo). Le dicono riguardo al numero di manifestanti, figurati la credibilità che guadagnano per la loro idea inerente alla legge! Veramente emblematico come, dai soli vostri commenti, si percepisca che siate persone prevenute, per nulla disposte al diagolo.
    P.S. Io, a Bergamo, c’ero.

    • Gmtubini scrive:

      Io non sarò disposto al “diagolo” (qualsiasi cosa esso sia!), ma tu, secondo me, ti dovresti togliere di dosso codesto vestitino da maestrina uggiosa dell’asilo Mariuccia.
      Un po’ di ironia e di autoironia fa bene a tutti, anche a te.

  9. cristina scrive:

    Fina a che ora a milano?

  10. tito scrive:

    Mi permetto solo di ricordare che se fossimo tutti omosessuale su questa terra, il genere umano si estinguerebbe nel giro di una generazione. A quelli che sono a favore del matrimonio omosessuale, ricordo di ringraziare tutti i giorni i propri genitori di aver avuto gli assorbenti e non le ali.

  11. tito scrive:

    Mi permetto di ricordare che se a questo mondo fossimo tutti omosessuali, la specie umana si estinguerebbe nel giro di una generazione. A quelli che sostengono le ragioni del matrimonio omosessuale, ricordo di ringraziare i propri genitori per scelto gli assorbenti e non le ali.

  12. Paola scrive:

    L’omosessualita’ non e’ una perversione sessuale e difatto potremmo chiamarla anche omoaffettivita’, e’ triste e lascia intendere una visione molto riduttiva dell’amore tra due Anime, sottoindere solo ed esclusivamente all’orientamento sessuale, nella relazione vi e’ molto altro. Poi va da se, liberi tutti,anche il vostro dissenso e’ giusto che esista, privo di insulto e provocazioni. Ai miei occhi non ha ragione di esistere, ma questa e’ la democrazia e la legge, la giurisprudenza fara’ il suo corso e chissa’ forse un giorno gettera’ luce, come ha fatto in passato, non reprimendo nessuno, non reprimendo il vostro dissenso che continuera’ ad esistere ma lazciando altresi’ esprimere sino in fondo le nostre relazioni d’amore, riconoscendo le nostre unioni civilmente.

  13. Paola scrive:

    L’omosessualita’ non e’ una perversione sessuale e difatto potremmo chiamarla anche omoaffettivita’, e’ triste e lascia intendere una visione molto riduttiva dell’amore tra due Anime, sottoindere solo ed esclusivamente all’orientamento sessuale.Poi va da se, liberi tutti,anche il vostro dissenso e’ giusto che esista, privo di insulti e provocazioni. Questa e’ la democrazia e la legge, la giurisprudenza fara’ il suo corso e chissa’ forse un giorno gettera’ luce, come ha fatto in passato, non reprimendo nessuno, non reprimendo il vostro dissenso che continuera’ ad esistere ma lazciando altresi’ esprimere sino in fondo le nostre relazioni d’amore, riconoscendo le nostre unioni civilmente.

  14. Andrea scrive:

    Evviva Milano !!!
    500 sentinelle !!!
    avanti così … pacificamente , con rispetto ma con grandissima fermezza !
    I veri violenti ed i veri intolleranti vengono da soli alla luce del sole… come accaduto durante la veglia di Milano.
    bravissime sentinelle che non avete reagito !

  15. Andrea scrive:

    Evviva Milano !!! 500 sentinelle !!!
    avanti così … pacificamente , con rispetto ma con grandissima fermezza !
    I veri violenti ed i veri intolleranti vengono da soli alla luce del sole… come accaduto durante la veglia di Milano.
    bravissime sentinelle tutte che non avete reagito !

  16. Gmtubini scrive:

    Vedo che, oltre a non avere da fare una mazza tutto il giorno, sei anche un emerito bischero, che le due cose siano correlate?!
    Poverino.

  17. Italo Sgrò scrive:

    Sono correlate sicuramente. Le perversioni in campo sessuale in genere non sono mai isolate, una chiama l’altra.

La rassegna stampa di Tempi
Pellegrinaggio iStoria-Tempi in Terra Santa

Tempi Motori – a cura di Red Live

La Yamaha Tracer 700, si candida per il ruolo di protagonista nel segmento crossover di media cilindrata. Finiture e qualità sono degne del marchio che porta. Agile e leggera offre una guida molto divertente richiedendo poco impegno e non si tira indietro se si tratta di viaggiare. Le manca solo un monoammortizzatore più completo.

Disponibile in oltre 60 città italiane e 300 europee permette di gestire tutte le operazioni relative alla sosta, pagamento compreso.

Una rassegna espositiva racconta gli straordinari artigiani che nel ‘900 fecero della bicicletta un'opera d’arte, i grandi giornalisti che contribuirono alla nascita del giornalismo sportivo, i personaggi che lanciarono le due ruote e gli eroi del pedale che ne immortalarono il mito.

Il restyling della cinque porte bavarese porta in dote un aggiornamento della connettività e dei servizi d’infotainment sulla falsariga di quanto introdotto dalla nuova Serie 3. Gamma motori da 150 a 326 cv e consumi ridotti del 14% rispetto al passato.

Il prezzo d’attacco è prossimo a 10.000 euro, ma non per questo sono una scelta povera. Ecco una guida alle utilitarie più economiche, performanti e meglio accessoriate.

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana