Google+

Laudato si’. Un trailer trash spiega cosa si aspettano media e ambientalisti dall’enciclica di papa Francesco

giugno 16, 2015 Redazione

Il video realizzato da un gruppo ambientalista brasiliano mostra il Papa in versione Rocky che prende a pugni i cattivi che inquinano: «La natura non perdona»

trailer-enciclica-papa-ambientalisti

Ci mancava solo il Papa in versione Rocky Balboa che combatte contro perfidi sfruttatori delle risorse naturali del pianeta per salvare il creato. È questo il contenuto del trailer “L’enciclica”, della durata di 1:53 minuti, realizzato dal gruppo ambientalista brasiliano Observatório do Clima.

LAUDATO SI’. La nuova enciclica di papa Francesco, intitolata Laudato si’, sarà presentata giovedì in Vaticano da un cattolico, un ortodosso e un ateo. La particolare composizione, come riportato dal Catholic Herald, è stata spiegata così dal Papa in un’udienza con alcuni sacerdoti di Roma: «Abbiamo bisogno di unità per difendere il creato».

TRAILER TRASH. Il trailer riassume perfettamente in versione trash quello che una parte dei media e degli ambientalisti si aspetta da questa enciclica: una mazzata all’umanità cattiva, causa del surriscaldamento terrestre e dell’inquinamento, e un inno alle energie rinnovabili come fonte di salvezza del pianeta.

UNA MACCHIETTA. Nel film, papa Francesco viene presentato così: «È un uomo gentile, un santo, un uomo con agganci molto importanti». Un uomo per cui è arrivato il momento di «fare i conti» con il male che sfrutta il pianeta a suon di tiri di boxe e calci volanti. Per chi inquina e manipola il creato non c’è misericordia né perdono, perché «la natura non perdona mai: se le dai uno schiaffo, lei te lo restituisce». Speriamo che da giovedì il Papa non venga ridotto a questa macchietta.


Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

6 Commenti

  1. yoyo says:

    Il trailer, però, ha una sua genialità. 😅

  2. Daniele says:

    L’idea di ecologia che i cristiani hanno e propongono non coincide con l’ideologia ambientalista ed animalista tanto in voga in certi contesti radical-chic
    Infatti, mentre l’ideologia ambientalista ed animalista vede nell’uomo e nei suoi bisogni fondamentali un problema (ci vorrebbero tutti vegani ed a vivere nelle capanne, senz’acqua potabile, elettricità, mezzi di trasporto e comunicazione, cure mediche, ecc…), l’ecologia cristiana vede nell’uomo il fine di tutta la Creazione (“Un solo essere umano è infinitamente più importante di tutte le ricchezze dell’intero Universo messe assieme”), per cui la Salvaguardia del Creato (congiunta con un’equa distribuzione delle risorse tra le popolazioni della Terra) va sempre attuata a vantaggio dell’uomo e non contro di esso.
    In sostanza, il cristiano pensa che il Creato vada salvaguardato (cioè non inquinato, non specato, ecc…) perché, altrimenti, chi ci rimetterebbe è, in primis, l’uomo.

  3. recarlos79 says:

    infatti nell’italia cristiana non esistono colate di cemento, dighe che crollano, consiglieri che non danno segnale di allerta e la gente muore, nuovi stadi con palazzi enormi che non servono, alberi buttati giù per far lavorare le cooperative, amici palazzinari da soddisfare…italiani brava gente dicevano alcuni che conoscevano solo gli spaghetti.

    • mamifacciailpiacere says:

      Recarlos79 , immagino che lei non sia Italiano, lette le banalità che ha scritto. Le consiglio un libro di un certo Cossiga, Italiani sono sempre gli altri.

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Sulla breccia da 39 anni, la Classe G ha saputo resistere alle mode puntando su robustezza, affidabilità e su alcuni clienti... "importanti"

L'articolo Classe G, la storia “sporca” della off road Mercedes proviene da RED Live.

DNA OFFROAD Al Salone di Detroit 2018 la Casa della Stella ha presentato la Nuova Mercedes Classe G. Che non ha tagliato in modo brusco i ponti con il passato e – tranquilli –  non si è rammollita: a lei, le SUV moderne fanno davvero un baffo. Nel senso che la G continua ad essere […]

L'articolo Nuova Mercedes Classe G 2018: nel solco della tradizione proviene da RED Live.

Seppur presentato nel 2016, il sistema di trazione integrale della Focus RS è tutt’oggi una soluzione ingegneristica avanzata ed è raro trovarne una descrizione chiara e completa. Siete sicuri di avere capito come funziona? Leggete per scoprirlo!

L'articolo Magia elettronica! La trazione integrale della Ford Focus RS proviene da RED Live.

In attesa della prova ecco le prime informazioni sul test che ci vedrà a Valencia in sella alla nuova Ducati Panigale V4

L'articolo Ducati Panigale V4 in attesa della prova proviene da RED Live.

Al volante della SUV “low cost” che migliora nei contenuti e nella guida mantenendo invariato il prezzo. Dacia ha vinto di nuovo la scommessa e ora offre una Duster più appetibile che mai

L'articolo Prova Dacia Duster 2018 proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download