Google+

La lotta all’obesità inglese passa dalla tassa sulle bibite alla guerra al muesli

febbraio 20, 2013 Elisabetta Longo

L’accademia del Medical royal college propone di tassare le bevande zuccherine del 20 per cento. E di non costruire fast food nei pressi di scuole, college, centri ricreativi e giardinetti

L’Accademia della Medical royal college propone un metodo per combattere la sempre più preoccupante obesità inglese e riempire le casse dello Stato: tassare le bibite gassate. E quanto quotidianamente incassato dovrebbe servire a coprire la spesa pubblica per curare tutte le patologie legate al sovrappeso.

UN MILIARDO IN BIBITE. Secondo l’accademia, semplicemente alzando il prezzo delle bevande zuccherine del 20 per cento, si incasserebbe un miliardo di euro l’anno. La proposta è stata arricchita anche con l’utopistico dettame di non far costruire fast food nei pressi di scuole, college, centri ricreativi, giardinetti e altri luoghi in cui i bambini si ritrovano a giocare. Inoltre, gli ospedali dovrebbero mettere al bando le macchinette che distribuiscono merendine, per non dare cattivo esempio.
Secondo certe statistiche, un adulto su quattro in Gran Bretagna è in sovrappeso. Si prevede che, entro il 2050, la percentuali di obesi inglesi salirà fino al 60 per cento.

GUERRA AL MUESLI. Tra i principali indiziati di questi squilibri, ci sono le calorie nascoste negli alimenti preferiti dei britannici, come per esempio il muesli. Miscela di avena e altri cereali, il muesli nelle ultime versioni presenti sugli scaffali è stato arricchito anche di frutta secca o cioccolato. In questo modo chi vi ricorre, ritenendolo erroneamente un cibo dietetico, immagazzina una percentuale di calorie superflue molto alte. Al punto che l’adulto in media assume 250 calorie più alla settimana, rispetto a quello che aveva calcolato.

 

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La fortwo, l’utilitaria più corta sul mercato – è lunga solo 2,69 m – si aggiorna. La novità principale è rappresentata dalla disponibilità di serie, sin dall’allestimento entry level youngster, della frenata automatica d’emergenza e dei fendinebbia. Un upgrade in materia di sicurezza tutt’altro che marginale, esteso anche alla versione a quattro posti forfour. Tessuto […]

L'articolo smart fortwo e forfour 2018: danno di più proviene da RED Live.

Vi piace pedalare in collina? Se volete farlo in compagnia di migliaia di altri ciclisti, e con la possibilità di mettere alla prova il vostro spirito agonistico, l’occasione giusta è la 5° edizione della Granfondo Scott, in programma il 3 settembre 2017 con partenza e arrivo a Piacenza Expo. La manifestazione propone due percorsi, caratterizzati […]

L'articolo Granfondo Scott, al via il 3 settembre proviene da RED Live.

C’è qualcosa che non torna… Non dovevi cambiare radicalmente? Non dovevi votarti alla collocazione centrale del motore? Ah, manca ancora un anno? Questo, allora, significa che sei l’ultima versione della Corvette “tradizionale”. Il canto del cigno di una delle muscle car più apprezzate al mondo che, per festeggiare i 65 anni di carriera, debutta nella […]

L'articolo Chevrolet Corvette MY18: l’ultima volta proviene da RED Live.

“All for freedom, freedom for all”. È il nuovo motto di Harley-Davidson che intende sedurre anche chi non è (ancora) un motociclista

L'articolo Harley-Davidson, nuovo slogan proviene da RED Live.

Nel bel mezzo di Agosto, la Casa di Iwata lancia un criptico video teaser che anticipa quanto verrà svelato il 6 settembre alle 17:00: la Yamaha T7

L'articolo Yamaha T7, il video teaser proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana