Google+

La casa museo di Lucio Dalla aperta al pubblico per una buona causa

ottobre 22, 2012 Paola D'Antuono

I duemila metri quadri di via D’Azeglio 15, a Bologna, potranno essere visitati dal 30 novembre al 2 dicembre. Tutti i proventi raccolti saranno devoluti a sostegno della ricostruzione del municipio di Finale Emilia, danneggiato dal terremoto.

La casa di Lucio Dalla potrà essere visitata dai suoi fan. A Bologna, dal 30 novembre al 2 dicembre, al numero 15 di via D’Azeglio il Fai – Fondo ambiente italiano – in collaborazione con la famiglia del cantante, aprirà le porte della casa museo del cantante scomparso lo scorso 1 marzo. Sarà possibile visitare i circa 2000 metri quadri divisi su tre piani e ammirare non solo gli oggetti personali appartenuti a Dalla, ma anche le numerose opere d’arte di cui amava circondarsi l’autore di Le rondini e Caruso, come alcuni dipinti di Paladino, Kounellis e Aspertini. Un evento eccezionale, che per un attimo spazza via tutte le notizie vere o presunte sull’eredità di Dalla e sui rapporti dei famigliari con Marco Alemanno, suo collaboratore, mandato via dalla casa in cui risiedeva lo scorso luglio.

PROVENTI PER IL TERREMOTO. Questa iniziativa, che sarà presentata alla stampa il prossimo 25 ottobre, è stata fortemente voluta dal presidente onorario del Fai, Giulia Maria Mozzoni Crespi, amica di vecchia data del cantante bolognese, che negli anni aveva prestato la sua voce per alcuni concerti volti a raccogliere fondi, e lo scorso anno era stato scelto come testimonial per la campagna Ricordati di salvare l’Italia, ideata da Oliviero Toscani. Tutti i proventi raccolti dagli ingressi saranno devoluti a sostegno della ricostruzione del palazzo del Municipio di Finale Emilia, fortemente danneggiato dal terremoto del maggio scorso.

 

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

2 Commenti

  1. Alex scrive:

    Solo voi potete chiamare Marco Alemanno collaboratore. Chiamatelo Marco Alemanno e basta.

  2. matteo scrive:

    L’autore di Piazza Grande viveva a Bologna in una grande casa-museo dove ha scritto tanti dei suoi capolavori. Il FAI, di cui Dalla era grande sostenitore, la apre ora al pubblico per ricostruire il Municipio di Finale Emilia colpito dal terremoto.
    Una belllissima iniziativa di cui parliamo anche noi su:
    italianguidebook.com

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

L’abito non fa il monaco. Mai affermazione fu più vera, specie nel caso della concept Infiniti Prototype 9, presentata in occasione del Concorso d’Eleganza di Pebble Beach, in California, e forte di una linea ispirata alle monoposto degli Anni ’30 e ’40. L’aspetto, come accennato, non deve però trarre in inganno: il “cuore” è decisamente […]

L'articolo Infiniti Prototype 9: sotto mentite spoglie proviene da RED Live.

Il Concorso d’Eleganza di Pebble Beach, in California, rappresenta da sempre un evento speciale per la BMW. La Casa di Monaco è infatti solita stupire presentando delle concept che anticipano modelli pressoché pronti a entrare in produzione. Quest’anno tocca a una delle roadster più affascinanti mai realizzate, oltre che una delle vetture più “anziane” della […]

L'articolo BMW Z4 Concept: una linea da urlo proviene da RED Live.

Nessuno fiati. Nessuno si muova. L’hanno fatto davvero! Hanno ridato vita alla storica sigla GSi. Un’icona per tutti i “figli degli Anni ‘80” cresciuti a pane e Opel sportive. Con buona pace della divisione OPC, la nuova versione high performance della Insignia Grand Sport – seconda generazione della berlina tedesca – tornerà a sfoggiare la […]

L'articolo Opel Insignia GSi: gradito ritorno proviene da RED Live.

Solida e ben fatta, la Seat Ateca 1.6 TDI Advance è il primo SUV della Casa spagnola. Si parte da meno di 24 mila euro chiavi in mano

L'articolo Prova Seat Ateca 1.6 TDI Advance proviene da RED Live.

La fortwo, l’utilitaria più corta sul mercato – è lunga solo 2,69 m – si aggiorna. La novità principale è rappresentata dalla disponibilità di serie, sin dall’allestimento entry level youngster, della frenata automatica d’emergenza e dei fendinebbia. Un upgrade in materia di sicurezza tutt’altro che marginale, esteso anche alla versione a quattro posti forfour. Tessuto […]

L'articolo smart fortwo e forfour 2018: danno di più proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana