Google+

Il suicidio in Italia al tempo della crisi

maggio 9, 2012 Chiara Sirianni

Dai dati statistici emergono alcuni elementi: il movente principale è la malattia psichica, seguita da quella fisica e dai motivi affettivi. In Europa registriamo il terzo valore più basso.

Il suicidio in Italia al tempo della crisi. È questo il titolo di una ricerca di EU.R.E.S (Ricerche Economiche e Sociali), un istituto di ricerca impegnato dal 1998 nella promozione e realizzazione di attività di studio, di formazione e di analisi applicata in campo economico, sociale e culturale. Il contributo di analisi vuole evidenziare «come la vulnerabilità sociale, laddove non trovi risposte concrete da parte dei decisori politico-amministrativi, rischi di trasformarsi sempre più spesso in un percorso autodistruttivo senza possibilità d’uscita». Altri dati che vanno ad aggiungersi a quelli Istat, che nel 2010 contato 3.048 suicidi, di cui 187 per motivi economici (i dati derivano dai modelli individuali di denuncia di suicidio o tentativo di suicidio, compiliati dalla Polizia di Stato, dall’Arma dei Carabinieri e dalla Guardia di Finanza in base alle notizie contenuto nella scheda all’atto della comunicazione all’Autorità giudiziaria).

Quanto incidono le difficoltà economiche? E quali sono i soggetti più a rischio? In generale, considerando i moventi, è la malattia a caratterizzare in primo luogo il fenomeno. Sotto questo aspetto, le rilevazioni Istat relative agli ultimi dieci anni attribuiscono alla malattia psichica il 59,5% dei suicidi. Seguono la malattia fisica (17,5%) i motivi affettivi (15,9%) e quelli economici (6,3%). Sempre stando all’Istat, ogni anno avvengono circa 4000 suicidi, e sono nella metà dei casi si riesce ad ipotizzare il movente. Per EU.R.E.S il suicidio si conferma un fenomeno decisamente più diffuso tra le fasce della popolazione anziana. Il rischio più alto è tra vedovi e separati: la perdita affettiva costituisce sopratutto per gli uomini una perdita di identità e di punti di riferimento, molto superiore a quella delle donne.

E in Europa? Il paese col più alto tasso di suicidi è la Lituania. Anche Ungheria (21,9), Lettonia 20,3) e Slovenia 19,8), con indici molto superiori alla media europea (pari a 10,3). In alto alla classifica ci sono anche Paesi in cui la qualità della vita è alta: in Germania, per esempio, il numero è quasi il doppio rispetto all’Italia (9,7). In Finlandia si registrano 18,2 suicidi ogni 100 mila abitanti. Numeri quattro volte superiori a quelli italiani. Stupisce vedere che i paesi in cui la situazione economica è più drammatica sono quelli in cui si verificano meno suicidi: l’Italia registra il terzo valore più basso tra i Paesi Europei, preceduta solo da Cipro (3,1) e della Grecia sull’orlo del collasso (2,9).

Un capitolo a parte è dedicato alle carceri italiane: confrontando il rischio suicidario nelle carceri con quello complessivamente rilevato in Italia (con 5 suicidi ogni 100mila abitanti nel 2009) il primo risulta di circa venti volte superiore. Il valore osservato nel 2009 (72 suicidi) è il più alto degli ultimi 20 anni.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

1 Commenti

  1. I simply want to tell you that I’m new to blogs and absolutely loved your blog site. Most likely I’m want to bookmark your website . You actually have impressive well written articles. With thanks for sharing with us your blog site.

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Dopo quattro anni, la SUV americana si rinnova a Detroit. E lo fa con un look rivisto, tanta tecnologia e nuovi angeli custodi elettronici. Top di gamma la specialistica Trailhawk

L'articolo Jeep Cherokee 2018, il restyling debutta a Detroit proviene da RED Live.

Con un look esclusivo e sospensioni più raffinate la Yamaha MT-09 SP va a porsi al vertice della gamma della hyper naked tricilindrica di Iwata. Il suo prezzo è di 10.190 euro f.c.

L'articolo Prova Yamaha MT-09 SP proviene da RED Live.

Nissan propone per il 2018 un restyling di X-Trail che rinnova senza rivoluzionare. Le forme vengono riviste e la lunghezza complessiva aumentata a vantaggio di un bagagliaio più grande. Propulsore e meccanica rimangano invariate. Andiamo a scoprirla

L'articolo Prova Nissan X-Trail 1.6 dCi 130 CVT 2WD Tekna proviene da RED Live.

Sulla breccia da 39 anni, la Classe G ha saputo resistere alle mode puntando su robustezza, affidabilità e su alcuni clienti... "importanti"

L'articolo Classe G, la storia “sporca” della off road Mercedes proviene da RED Live.

DNA OFFROAD Al Salone di Detroit 2018 la Casa della Stella ha presentato la Nuova Mercedes Classe G. Che non ha tagliato in modo brusco i ponti con il passato e – tranquilli –  non si è rammollita: a lei, le SUV moderne fanno davvero un baffo. Nel senso che la G continua ad essere […]

L'articolo Nuova Mercedes Classe G 2018: nel solco della tradizione proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download