Google+

Il “grazie Antonio” di Mimmo, tessera n. 2 di comunione e libertà

luglio 25, 2012 Redazione

Riceviamo e pubblichiamo una lettera di un detenuto fino a poco tempo fa a San Vittore, nella stessa cella di Antonio Simone. In una delle sue lettere a tempi.it, Simone aveva parlato di Mimmo.

Riceviamo e pubblichiamo una lettera di un detenuto fino a poco tempo fa a San Vittore, nella stessa cella di Antonio Simone. In una delle sue lettere a tempi.it, Simone aveva parlato di Mimmo.

Gentilissimo direttore, ho passato un periodo di detenzione con Antonio Simone nella stessa cella… se così si può chiamare. Vi scrivo per esprimere un mio pensiero: una persona va giudicata quando la si conosce e la si frequenta, io l’ho conosciuto e frequentato e posso solo ringraziarlo per avermi fatto capire, o meglio per avermi indirizzato sulla strada della fede e della preghiera, la fede e la preghiera per nostro SIGNORE. Tieni duro Antonio, spero che tu torni subito dai tuoi cari, con tanta stima e affetto. Concludo dicendo: “Che culo ho avuto ad incontrare Antonio Simone”.
COMUNIONE E LIBERTÀ (Mimmo)

Risponde Luigi Amicone: La prego di accettare la mia richiesta di iscrizione. Sarei la tessera n. 3, vero?

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

L’Osservatore Romano

L'Osservatore Romano

Tempi Motori – a cura di Red Live

Triumph propone un'edizione speciale della sua Thruxton per celebrare lo storico legame con l'Ace Cafè di Londra

La coupé americana del 1969 ha fornito la base per una delle vetture più celebri e amate della televisione. Mossa da V8 con cubature monstre - da 5,2 a 7,2 litri - fu maltrattata in ogni modo durante il telefilm Hazzard: ne vennero distrutte oltre 300!

Riparte l’iniziativa di Specialized in collaborazione con i propri dealers italiani “Test The Best”, in cui tutti potranno ammirare e pedalare le mountain bike e le bici da corsa del 2015

Schiacciate tra le 800 e le 1200, le crossover 1000 possono essere una valida alternativa alle maxi enduro. Sono più leggere, costano meno e hanno prestazioni più che interessanti. Sicuri che 200 cc in più siano proprio necessari?

Sette anni fa se ne andava uno dei rallysti più spettacolari di sempre. Campione del mondo nel 1995, era dotato di uno stile unico, irruente, istintivo. Soprannominato McCrash per la miriade d’incidenti, nel dubbio... accelerava!

Speciale Nuovo San Gerardo