Google+

Il figlio della suora e il gossip dei cretini. Una grande lezione su cosa sia la Chiesa

gennaio 18, 2014 Emanuele Boffi

Da un lato, pettegolezzi e battutine. Dall’altro, discrezione misericordia. I primi chiacchierano, i secondi fanno

361px-Michelangelo_Caravaggio_001C’è qualcosa di fastidiosamente malizioso nel modo in cui i media hanno dato notizia della suora di 32 anni, originaria di El Salvador, che all’ospedale di Rieti ha dato alla luce un bambino che chiamerà Francesco.

E’ un peccato che ci si soffermi sempre sui pettegolezzi (chi sarà il padre? davvero non sapeva di essere incinta? cosa mormora la gente del paese? quali sono le battute più salaci che girano sul web?), senza mai riuscire a vedere che la notizia nasconde tra le sue pieghe un segnale di quello che, ancora una volta, si dimostra essere l’attenzione della Chiesa verso tutti i suoi figli e le sue figlie. Come sempre: giudizio chiaro sul peccato, ma grande accoglienza per il peccatore. Come ha detto suor Erminia, la madre superiora: «Non ha saputo resistere alle tentazioni, ma non ha fatto male a nessuno. Suvvia, lasciateci in pace, quel che è fatto è fatto».

Basta, invece, scorrere le cronache dei quotidiani per rendersi conto quanto, sotto l’apparente snocciolare dei dati di cronaca, altro non si voglia fare se non dileggiare la donna, dar conto dei soliti cretini di twitter e delle loro battutine da asilo, puntare la luce sull’imbarazzo ecclesiastico per il “figlio del peccato”.

Quanta superficialità in questi commenti, tra l’altro di solito pronunciati da quegli stessi sempre pronti ad attaccare la Chiesa e la scelta verginale di sacerdoti e religiose.

Mentre a noi pare molto più acuto e interessante far notare quanta discrezione e capacità di accoglienza abbia dimostrato la Chiesa. Monsignor Gianfranco Girotti, fino al 2012 reggente della Penitenzieria Apostolica, ha spiegato che la suora «verrà dimessa dall’istituto e dovrà farsi carico della prole che è nata. Il fatto della gravidanza e della nascita del bambino la impegna a un nuovo stato di vita». Insomma, ora che il bambino c’è, ne va tenuto conto ed è giusto che Francesco possa godere di tutte le attenzioni della madre. Ma questo, ha aggiunto Girotti, non significa che nei confronti della suora ci sia una «scomunica». Anzi. «I superiori – ha aggiunto – dovranno aiutarla ad affrontare la situazione. Essendo anche straniera, trovandosi in un paese non suo, non avrà altre possibilità di aiuto, quindi ci sarà sicuramente un sostegno da parte dell’istituto cui apparteneva». «Pur deprecando l’episodio – ha spiegato -, dal punto di vista evangelico deve prevalere sempre l’atteggiamento di aiuto. Questo dev’essere il primo sentimento, tanto più trovandoci di fronte a una vita che nasce».

Anche il vescovo di Rieti, Delio Lucarelli, ha raccontato – con parole semplici ma eccezionali – che quando la incontrerà le dirà che «certamente c’è la mancata fedeltà a un voto, cioè a un impegno solenne, e questo in me provoca rammarico, ma va apprezzato il fatto che la gravidanza non si sia conclusa con l’aborto e infine va detto che una vita è sempre un dono del Signore. Noi dunque le saremo vicini e confido che anche la nostra gente possa capirla e aiutarla».

E così pare stia già avvenendo, con la prima colletta per aiutare la donna. Ma questi sono tutti fatti che interessano solo chi ha davvero a cuore la donna e suo figlio. Gli altri si fermano alle maldicenze da ballatoio. Peggio per loro: si stanno perdendo un giorno di festa.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

94 Commenti

  1. luca scrive:

    per una volta sono d’accordo con voi e per una volta vi comportate da cristiani: lasciate stare la poveretta, se ha sbagliato è una cosa tra lei e la sua fede e nessuno dovrebbe giudicarla.
    solo spero che vi rendiate ora conto quanto sono fastidiose queste continue battutine… provate ora a girare la cosa verso i gay

    • domenico b. scrive:

      Luca, leggiti la storia della Beata Eustochio, se vuoi. E piantala comunque di fare la vittima.

    • Giacomot scrive:

      Cosa dobbiamo fare ai gay ? Chi li ha mai giudicati ? Chi ha mai giudicato il peccatore e non il peccato ?
      Chi ha mai fatto passare il peccato come errore ripetibile ?
      Errare è umano , perseverare è diabolico e tu , nel tuo rancore , non la smetti più di provocare sparando castronerie del genere . Io , come te e come chiunque altro essere finito di questo mondo , pecco , quindi dovresti ogni volta dire la stessa cosa , dovresti dimostrarti coerente almeno . Il fatto che il peccatore non sia da giudicare non significa che il peccatore debba fregarsene di ciò che ha commesso , anzi significa che deve migliorare e cercare la perfezione che viene solo da Dio che tali leggi ha messo e tali leggi devono essere rispettate. Aggiungo che nessuno nasce gay , quindi ciò che dici tu è molto lobbistico , fazioso e soprattutto discriminatorio . Esistono i comportamenti omo non gli omo (o gli etero), tali comportamenti derivano da una certa educazione mancata o deviata ,è dimostrato da diversi studi , e questa porta ad avere rapporti contro natura per il semplice motivo che i rapporti sessuali ”pro-natura” sono quelli volti a procreare , perché l’unico fine dell’atto sessuale (quindi di tutte le sue componenti) è appunto il procreare . Detto questo si capisce perfettamente come mai un sacco di omo sono ben accolti dalla Chiesa e molti altri siano cambiati (ne conosco in prima persona) . Insomma il peccato contro natura esiste ed è questo che deve essere giudicato e perfezionato . Detto questo se hai capito hai capito se non hai capito per favore smettila di farti leggere perché seriamente ti stai facendo percepire come un ignorante troll .

      • luca scrive:

        ovvero tu neghi che fate 1000 pettegolezzi e battutine sciocche anche in questo sito riguardo i gay? viva l’obiettività

  2. riequilibrio scrive:

    essere incinta nel 2014 e “non saperlo”.
    veramente “una grande lezione su cosa sia la Chiesa”.
    medioevo profondo.

  3. Giava scrive:

    Finalmente un articolo che condivido!
    E trovo molto bella la conclusione: una vita che nasce, un dono di Dio, un giorno di festa!
    Ed è prorpio per la festa a Francesco che eviterei, almeno per un giorno, le sterili polemiche sugli omo.

    • michele scrive:

      Eviterei le sterili polemiche sugli omo, per questo ne parlo ! Che intelligentone !

      • Giava scrive:

        … e quando ne avrei parlato? Il mio era solo un invito a smetterla ed a non avviare una discussione che avrebbe spostato l’attenzione su altri temi!

        Quindi deduco che, secondo Lei, se uno invita due persone a non litigare, vuol dire che sta litigando: questa si che è logica! Lascio a Lei il giudizio.

        • michele scrive:

          Mi scuso, Giava, mi sono sbagliato, era stato Luca ad introdurre l’argomento gay. Siccome Luca lo salto a piè pari, mi pareva che fosse stato lei, anche ingannato dal solito tono altezzoso e giudicante che ha : non riesce a fare un commento positivo del tutto, un pò di fiele ce lo deve mettere.Comunque ho preso un abbaglio, capita.

          • Giava scrive:

            Ti ringrazio per la scuse: non capivo proprio cosa avessi detto di sbagliato.

            Tutto chiarito e, se fossimo vicini, andremmo a prendere una birra insieme.

            Ciao.

  4. Giuseppe scrive:

    La cosa che piu’ ha dato fastidio e’ stata la sua sorpresa , come se realmente non sapesse che il concepimento e’ stato frutto di un rapporto sessuale. Almeno fosse stata zitta.

    • Federica scrive:

      Ti da fastidio perché non conosci un fenomeno psichiatrico che consiste nel negare a se stessi una realtà di cui si ha molta paura, fino ad auroconvincersi, purtroppo non é così rara nelle donne in gravidanza.
      Poddy

  5. marco scrive:

    Questo accadimento, dimostra come la vocazione della Chiesa e dei suoi sostenitori sia sempre fedele alla cultura dell’ipocrisia. Si fa, ma non si dice….Il perdono lava sempre la macchia del peccato. Voliamo un po’ più in alto cari amici. Nella disgraziata avventura di questa suora c’è innanzitutto la storia di una donna, che ha avuto la disavventura di non aver ancora assimilato questa consapevolezza, perché è così che, nel nostro mondo, conviene a tutti. Occhio non vede e cuore non duole! Ma voliamo ancora un po’ più alto. Dietro a questa storia ci sono tanti uomini e tante donne, che in questa celata forma di IMMIGRAZIONE, trovano oggi il rimedio alla loro condizione di povertà originaria.(Rimando alla lettura di quel bellissimo racconto di Verga, dal titolo: “L’usignolo”) Il vero problema è che questa Chiesa, ancora oggi sfrutta le povertà e si fa paladina di un’Immigrazione che si rifugia sotto il suo manto ipocrita, e laddove emergono certe sue fragilità sommerse, scatta il meccanismo del perdono, (come dice Papa Bergoglio:”Chi sono io per giudicare….Ci penserà Dio…”) e l’ammiccamento compassionevole, purchè non si ripeta più!! Questo è l’apostolato della Chiesa contemporanea. Una schiavitù velata, come suore di clausura, celata agli occhi del mondo! Povero Gesù Cristo!

  6. Luca scrive:

    Ma anche no… o.o
    Qui si sta cercando di difendere ad ogni costo l’indifendibile… forse più per convincere se stessi che altro.

    In primis non ha senso dire “quanto è brava la chiesa che ha grande accoglienza per il peccatore”, dato che -in teoria- la loro religione ha come pilastro il perdono.
    Sarebbe come dire “guarda che bravo il cavallo che corre, l’uccello che vola, il vento che soffia”… per una volta che sono coerenti con quello che professano, non è il caso di glorificarli.
    Non stanno facendo ne’ più ne’ meno quello per cui LI PAGANO (eh si, ricordiamoci che la chiesa è piena di soldi e che i suoi ministri sono tutti stipendiati).

    In secondo luogo… nasce la domanda: PECCATO di che cosa?
    Per aver seguito la natura, invece di opporsi in modo estremo e frustrante ad essa?

    Il cattolicesimo è una religione che letteralmente castra la gente… è contronatura tutto il loro accanimento nei confronti della sessualità.
    L’aggettivo “peccato” quindi è da attribuire al loro dogma, alla loro fede e al loro credo… e di certo non nell’atto NATURALE ED UMANO (e creato da Dio, per chi ci crede) che ha fatto una donna.

    Altro errore è non capire la critica dei media… oppure fare orecchie da mercante.

    La critica dei media è di due tipi… in primis all’incoerenza.
    Professate una cosa, e non la fate MAI.
    Ma in fondo è normale… da 1500 anni a questa parte vi siete fatti a tavolino una religione che reprime il sesso, decidendo di vostra iniziativa che i religiosi debbano cementarsi le mutande e mettersi la carta vetrata sulle mani. E’ inevitabile che ci siano poi certe vicende, e che praticamente nessuno lo rispetti… perchè si, diciamo la verità, i preti e le suore scopano fra di loro come le scimmie bonobo (e li ho anche visti)… uomo con uomo, donna con donna, orgiette e via dicendo.
    Molte sono anche le storie di preti che finiscono al prontosoccorso con le peggio cose incastrate nel culo, e la lista dei pedofili in seno alla chiesa è così lunga che fa paura.
    In pratica vi date una regola contro natura, vi frustrate, sfociate nella pedofilia e nella sodomia, e poi vi rammaricate e pentite, per frustrarvi ancora di più e sfogare sempre di più le repressioni sessuali nella promisquità. Un bel circolo vizioso. Beh complimenti.

    La seconda critica è sull’omertà della chiesa. Marcia fino al midollo, che però cerca di mantenere una facciata dignitosa.
    Invece di denunciare certe cose, le mettono a tacere… basti pensare che papa Fancazzo ha già emesso alcune ordinanze per far rimanere in seno alla chiesa tutti i reati di pedofilia.
    Ma lui è il papa del cambiamento… ossia che per far rimanere tutto uguale a prima si deve cambiare tutto.
    Via la sedia d’oro, via il vestito sfarzoso, ma sotto sotto sempre stessa merda rimane.

    Al di là della ridicolezza di una suora che dice “non sapevo di essere in cinta”, menzogna becera come non mai, manco alle scuole elementari dicono ste fregnacce, e sembra solo uno scimmiottamento della immacolata concezione (che ricordiamo NON esiste)… c’è da domandarsi perchè questa donna è arrivata al 9° mese senza essere MAI stata visitata da un medico.
    Sai com’è, le nausee, la rottura delle acque e tanta bella roba non passa inosservata.
    Ovviamente le sue consorelle le avranno fatto così tante pressioni psicologiche che lei è stata costretta a ridursi all’ultimo momento prima di andare all’ospedale… con rischio di problemi per lei e per il bambino. Un ritorno al medioevo.
    E’ plagio? E’ settarismo? Chiamatelo come volete…

    E menomale che sto giro hanno deciso di tenerelo il bambino, perchè in genere abortiscono, oppure partoriscono di nascosto e lo danno in adozione… perchè si sà, non è la prima volta che le suore finiscono in cinta…

    Il colpo di grazia è stato chiamare il moccioso “Francesco”.
    Un autogol incredibile, che rimarca ancora di più come la chiesa agisca solo di facciata, e che poi in realtà al suo interno fanno come gli pare.

    Ah, ovviamente le mie sono opinioni.

    • TORI scrive:

      Fai bene che dire che le tue sono opinioni. In quasi tutte le tue discussioni le tue premesse sono sbagliate e le conclusioni peggio. Nell’uomo il sesso è un fatto naturale ed è differente a quello della scimmia o del vitello, perché ha un significato umano (non potrebbe essere altrimenti). Per chi è abituato a viverlo in maniera compulsiva è un elemento secondario ma sbaglia. L’uomo è in grado di gestirlo ed orientarlo , grazie alla ragione, alla volontà alla consapevolezza e l’immaginazione (qualità umane). E questo per l’uomo è NATURALE (non contro natura) . Tu invece lo metti sullo stesso piano naturale della defecazione ed è chiaro che poi ti proietti … nel tuo mondo.
      Non ho difficoltà di ammettere che ci possono essere preti e suore che vivono in disordine ma è … perché tradiscono la Chiesa e se stessi …. e vi somigliano. Voglio dire che sono sedotti dal tuo mondo.
      Sul “peccato” , sul cosa è, scrivi di cosa che ignori e che non ti sei mai preso la briga di approfondire. Se per te il cattolicesimo è un nemico … bene, cerca di conoscerlo, ma non grazie a vademecum di propaganda gay.

    • domenico b. scrive:

      un cristiano conosce benissimo che cosa ha detto Gesù riguardo agli scandali. Nei tempi passati ci furono addirittura alcuni papi che si circondavano di cortigiane. Questi fatti non intaccano la fede di un cristiano, ma a quanto pare scandalizzano i bigotti delle nuove religioni laiciste. Detto questo concordo in pieno con il titolo dell’articolo. Questo è il momento dei cretini…. e a quanto pare si fanno sentire in tanti

    • michele scrive:

      E queste opinioni ( una marea puzzolente di falsità e volgarità , che ho letto per risponedre al frignare sottostante , ma a fatica si trattiene una ristata o il vomito, a seconda dell’umore ) sono state pubblicate.
      Uno si può immaginare facilmente cosa ci potesse essere scritto sui post censurati.
      Grazie redazione di averli censurati, c’è un limite per la bassezza umana.
      Un lettore assiduo, che non vorrebe trovare nei commenti parolacce e offese in continuazione.
      Non è che ci dobbiamo adeguare per legge all’infimo livello altrui, almeno non ancora.

      • michele scrive:

        Mi riferivo al becero frignone , non ai commenti successivi.
        Dopo un pò non è facile inserirsi sotto il commento giusto

    • alex scrive:

      Si. Opinioni… Non fatti (veri). Un’anima molto inquieta, penso.

  7. Andrea (uno dei tanti) scrive:

    1) Non ha saputo resistere alle tentazioni…
    2) Pur deprecando l’episodio…

    Quando capiranno che il sesso non è peccato?

    • Remo scrive:

      Non è peccato nel matrimonio se non c’è preclusione alla trasmissione della vita. Fuori da queste condizioni è peccato, peccatissimo, mortale, mortalissimo. Non parliamo poi se è pure contro natura.

      • mario scrive:

        Nel matrimonio non è sempre peccato.bisogna tenere in considerazione alcune cose.ma San Paolo stesso ci ricorda che bisogna stare attenti che il diavolo potrebbe approfittare della castità con subdole tentazioni. Non si può chiedere ad una famiglia con già dei figli e magari in ristrettezze economiche di non poter donarsi l’uno con l’altro. Anche il metodo beelleges (si scrive cosi ?) È una metodo che ti permette di avere rapporti ma con l’intenxione di non procreare.quale è la differenza ? Vorrei ricordare che fondamentale nel peccato è la volontà e non l’azione.Comunque è giusto comunque confessarsi soprattutto perché non sappiamo quando superiamo il limite che poi diventa peccato.

    • domenico b. scrive:

      Un cristiano conosce benissimo che cosa ha detto Gesù riguardo agli scandali, non c’è niente di nuovo. Questo fatto non intacca la fede di chi conosce Gesù, vorrei anzi ricordare che ci furono nei tempi passati Papi che si ci circondavano di donne e che probabilmente hanno anche avuto dei figli. Lo scandalo scandalizza i bigotti delle nuove religioni moderne. Detto questo ritengo il titolo dell’articolo molto azzeccato: “….il gossip dei cretini…..” E’ vero, questo è il momento dei cretini, lasciamoli ragliare.
      ( vedere per esempio il Sig. Luca che di solito sintetizza stupidaggini in due righe, all’udire questa notizia come se ne è uscito in ragionamenti che solo un martire avrebbe la forza di leggere fino alla fine

  8. Sara scrive:

    BE ALMENO HA AVUTO IL CORAGGIO DI TENERSI IL BAMBINO AFFRONTANDO LE CONSEGUENZE E NON COME FANNO TANTE DONNE CHE CON L’ABORTO ” ELIMINANO IL PROBLEMA”….MA TANTO L’IMPORTANTE E’ SOLO DERIDERE,OFFENDERE E SPUTTANARE CHIESA,PRETI,SUORE ECC.COME SE UN GIORNO NON DOVESSIMO TUTTI PRESENTARCI A REDERE CONTO A DIO

  9. luigi scrive:

    … credo che i comuni mortali siano sempre stati più umani rispetto alle “mancanze” umane a differenza di TUTTA LA CHIESA… è ovvio che essendo una religiosa sarà aiutata dalla chiesa in modo sicuramente diverso da come la Chiesa si è posta rispetto a casi di donne laiche con la fondazione di istituti dove ancora oggi in alcuni stati vengono accolte le “PENTITE”…
    Avete ragione nel non voler mischiare le carte con l’argomento GAY,ma anche a tal proposito devo osservare che gli omosessuali,coerentemente con la storia della chiesa, sono sempre stati non accettati e condannati a partire dai roghi medievali ai giorni nostri… ma,con i pedofili,evitentemente, la chiesa ha sempre preferito un attegiamento diverso… ,)

    Spero che Francesco non cresca in un istituto religioso, unica scelta sensata che approvo dalla Chiesa.

    • AndreaB scrive:

      Vorrei pero’ ricordarle che molti istituti, mi sembra di capire, da lei disprezzati, hanno aiutato centinaia di bambini a non morire di fame, centinaia di malati a guarire e centinaia di moribondi, abbandonati da tutti, a non morire senza alcuna cura, soli come dei cani. Chi porta avanti i valori cristiani in modo coerente, non puo’ fare altro che del bene agli altri. Se non l’ha ancora fatto, provi a far visita a qualche istituto che accoglie ragazze madri, o che aiuta persone distrutte dalla droga ad uscirne, o che accoglie e accudisce malati con deformazioni gravi, abbandonati da tutti… Forse si potrebbe accorgere che la maggioranza di quelli che fanno del bene a chi la maggioranza fa finta che non esista, sono proprio quelli ispirati da valori cristiani.

      • danilo scrive:

        …ha mai sentito parlare delle “Magdalene”?..le cattolicissime suore irlandesi che hanno rovinato la vita di centinaia di ragazze?..anche quello era un pio istituto religioso?

      • danilo scrive:

        .ha mai sentito parlare delle “Magdalene”?..le cattolicissime suore irlandesi che hanno rovinato la vita di centinaia di ragazze?..anche quello era un pio istituto religioso?

      • danilo scrive:

        ha mai sentito parlare delle “Magdalene”?..le cattolicissime suore irlandesi che hanno rovinato la vita di centinaia di ragazze?..anche quello era un pio istituto religioso?

  10. Walter scrive:

    Usare la parola cretino e’ veramente da gran cristiano!!!Complimenti!!!

  11. leo aletti scrive:

    Un caso analogo è capitato a me, non sono andato a dire la cosa ai giornalisti. La donna venne aiutata il neonato pure,la discrezione fu mantenuta.

  12. Benito Montesi scrive:

    Questa deve essere la Chiesa e la Cristianità: di fronte al peccato, aiutare il peccatore senza remore né giudizi, senza scomuniche. Lo stesso deve valere per tutti i peccatori, come coloro, sposi, che si dividono nel corso della loro vita: perché sono scomunicati e non possono accedere ai sacramenti?? Questo Papa sicuramente modificherà anche questa stortura religiosa: Dio giudicherà, non gli uomini!!!

    • Jack scrive:

      Intanto dobrebbe dire “divorziati e con nuova convivenza” e quindi – con tutto il rispetto per quelle situazioni che hanno alle origini motivazioni dolorosissime – che hanno deliberatamente scelto uno stato di vita che li esclude dal Sacramento della Comunione.
      La Chiesa misericordiosa con le persone, NON potrà mai ammettere che tutto sia uguale al suo contrario.

  13. graziella scrive:

    Cosa c’entra la questione dell’omosessualita’ con la storia della religiosa? A vere delle opinioni sull’omosessualita’ e l’omofobia sono cose diverse… se io non condivido il concetto di omosessualita’ non significa che odio I gay. Sarebbe bello se questo concetto venisse capito. Io ci vedo una scusa per attaccare la Chiesa e la religione Cattolica. Quanto alla suora e il bambino, tantissimi auguri e benvenuto piccolino!

    • luca scrive:

      Graziella, punto primo, in questo articolo si chiede rispetto e lo stop alle battutine del cavolo riguardo questa suora, quando io ho detto che avevano ragione e che la stessa cosa valeva per i gay mi è stato rispondo che siccome i gay non concepiscono la cosa per loro non vale (leggi inizio del forum). detto questo io a questo punto la suora zozzetta la prendo in giro senza problemi, lei e le sue consorelle della perpetua indulgenza…

      infine, l’omosessualità non è un concetto come dici tu, non puoi essere d’accordo con i miei gusti sessuali, al massimo puoi non condividerli…la vostra posizione in merito non ha proprio senso, perché noi non possiamo smettere di essere omosessuali, o in alternativa come dite voi di smettere di fare sesso!

      • Michaela scrive:

        Luca, ovviamente sei gay. E ti senti giudicato e incompreso perchè non ti è permesso di vivere la tua preferenza sessuale in libertá.
        E con questo rancore addosso adesso sbatti i piedi e sbuffi e tiri giu tutti i santi (letteralmente) perchè ad una peccatrice è stato dimostrato amore, scordandoti che la punizione ci sarà.
        E ti arrabbi perchè voi gay che “non fate male a nessuno” e che volete solo “essere trattati come tutti gli altri”, non state ottenendo quello che volete.
        Hai mai pensato, tu che parli di medioevo, nonostante la chiesa e la politica da tempo non vanno daccordo, è sempre la politica a negarvi i diritti di matrimonio e di adozione di poveri bimbi che crescereste in un ambiente falso e totalmente contro natura?
        Guardati intorno. Di arcobaleni ce ne stanno tanti, e nessuno di essi è vostro.

        • luca scrive:

          michela,
          forse uno dei messaggi più veritieri che abbia mai ricevuto qui.
          cmq non mi dispiace che si cerchi di aiutare questa povera ragazza, anzi è quello che si dovrebbe sempre fare… quello che mi spiace è questo accanimento nei nostri confronti.
          per quello che riguarda le leggi hai ragione, è lo stato che ha delle mancanze nei nostri confronti, ma è anche vero che se i politici da certe leggi stanno lontani è per via della forza dell’elettorato cattolico. ora sono sicuro che voi di tempi siate dei cattolici a tempo pieno ma vi assicuro che li fuori è pieno di gente che si ricorda di essere cattolica solo nel giudicare gli altri e nell’ostacolare la realizzazione della felicità altrui. i politici sanno che appoggiare una legge sulle unioni può significare grandi perdite di favore da parte di quei cattolici della domenica.

          poi sono arrabbiato con la chiesa perchè sicuramente il suo atteggiamento vergo la questione gay è stata un aggravante nelle vite di tutti quei ragazzi che poi alla fine si sono suicidati, e ti assicuro che sono sempre stati tanti. il fatto che se ne parli solo ora non significa che sono ora è rilevante, anzi…

          • VivalItalia scrive:

            Luca sempre a infamà la chiesa?? E bbasta! Su puoi riconciliarti pure tu. Non conosci qualche religioso che ti sembra puoi stimà?
            E forza .. chiama e senti un po che ha daddì inceve de ammorbarte coi piagnistei sulle categorie sociali! !
            Vogliti bene!

            • luca scrive:

              ecclesiastici che godono della mia stima? si ce ne sono, ma non godrebbero della vostra…

              parlando di questo sito:
              ovviamente, che nessuno parli di lavaggio di denaro sporco e di arresti di monsignori in questo sito…

          • VivalItalia scrive:

            Luca sempre a infamà la chiesa?? E bbasta! Su puoi riconciliarti pure tu. Non conosci qualche religioso che ti sembra puoi stimà?
            E forza .. chiama e senti un po che ha daddì invece e de ammorbarte coi piagnistei sulle categorie sociali! !
            Vogliti bene!

  14. Sandro scrive:

    Il fatto della gravidanza e della nascita del bambino la impegna a un nuovo stato di vita, …questa vicenda poteva finire in modo molto triste, in altre culture….ma la Chiesa è madre e lo ha dimostrato pienamente con questa sua figlia. …Io ci vedo anche un incoraggiamento per tutte le giovani mamme che temono di portare avanti una gravidanza non voluta1..viva la nuova mammina!

  15. Sergio scrive:

    Personalmente penso che chiunque indossi una “divisa”, sia un religioso, sia un militare o sia un politico o quant’altro, debba mantenere un contegno e un comportamento consono alla sua missione. Certo le fragilità umane esistono e quindi possono succedere anche queste cose, d’altronde un “Signore” circa 2000 anni fà dichiarò “Chi è senza peccato scagli la prima pietra”. Premetto che sono un cattolico e cerco anche io di provare a seguire il messaggio cristiano non senza dubbi e perplessità, e con molte difficoltà. Detto questo mi sembra esagerata la strenua difesa di questa giovane religiosa che qualche battutina se la merita tutta, ovviamente senza esagerare. “Si giudica il peccato ma non il peccatore” e la Madre Superiora ha dichiarato “Non ha saputo resistere alle tentazioni, ma non ha fatto male a nessuno. Suvvia, lasciateci in pace, quel che è fatto è fatto”. Voglio ricordare che un noto uomo politico italiano è stato messo alla gogna in tutto il pianeta per “Non aver saputo resistere alle tentazioni e non aver fatto nulla di male a nessuno, anzi”. Una gogna mediatica e giudiziaria tutt’ora in corso dovuta alla solerzia di certi magistrati che invece di occuparsi di cose ben più serie, preferiscono guardare dal buco della serratura di chi non è allineato con loro dal punto di vista ideologico. Anche quell’uomo, come la giovane religiosa, si merita tutte le battute possibili per il suo comportamento sopra le righe, ma non di più, e sicuramente ne renderà conto al Padre Eterno quando arriverà il suo momento. Ritornando alla vicenda della religiosa, mi sembra che in tutta questa vicenda manchi uno degli “attori” principali, e cioè la figura maschile corresponsabile della gravidanza della suora. Non vorrei che si mettesse la croce solo ed unicamente addosso a lei e che il furbastro la faccia franca. Sarebbe curioso capire chi è, e lei secondo me dovrebbe dirlo in modo che anche questa persona si prenda le sue “responsabilità”, come è giusto che sia, diversamente il povero Francesco e già orfano di padre dalla nascita, e questo non và assolutamente bene.

    • davis scrive:

      il politico di cui parli, di cui mi vergogno x come ha rovinato il paese, definendosi anche cristiano!!!, non è solo caduto in tentazione ha commesso UNA SERIE DI REATI capisco k per voi cattolici berlusconiani qs sia irrilevante!!! ma fare sesso con minorenni E’ REATO!!!

  16. Jack scrive:

    Una sola precisazione Andrea: le centinaia che lei ricorda sono centinaia DI MIGLIAIA, riferendoci alla sola ITALIA.

    Lo preciso non tanto in risposta agli indrottinati tipo Luigi, ma perché tutti noi dobbiamo avere coscienza di cosa era ed è il contributo della Chiesa, religiosii e laici.
    Tre esempi in questa ns Italia pre e post unità che vale ricordare: Don Bosco, Cottolengo e Don Gnocchi.
    Spesso osteggiati dai massoni e intellighenzia illuminata, cioè coloro che promuovono la diffamazione e il contrasto della Chiesa Cattolica all’UE all’ONU e compagnia cantante.
    Questo ovviamente in linea con le modalità descritte nell’articolo !

  17. Vito Ambrosecchia -Matera scrive:

    Ovviamente se avesse interrotto e occultato la gravidanza avrebbe goduto il rispetto di tanti fedeli e la condanna di Dio. Adesso ha sicuramente la mia comprensione, ammirazione e credo il perdono di Dio che non ha nulla da perdonare a chi genera una nuova vita e molto da condannare a chi la sopprime. Perchè quando si diventa preti o suore non si smette di essere uomini e donne e il corpo umano và rispettato e valorizzato in tutta la sua interezza compreso la procreazione che è la fonte ed inizio della nostra vita. Non è prendendo i voti che si rinuncia a vivere e procreare una nuova vita composta da corpo e spirito. Spero che il nome Francesco sia di auspicio al Papa di far nascere un nuovo modo di pensare e di vivere la religione cattolica iniziando proprio da questo, sono certo che molte suore che non sono andate ancora a trovarle spiritualmente le sono vicino e darebbero tutto l’ oro del mondo per essere forte e giusta come lei anche quando tutto il mondo vuole condannarti e additarti questa è la vita e questo è vivere e far vivere. Benvenuto Francesco, non importa sapere chi è il tuo vero padre, ciò che conta è che sei anche nostro figlio e tutti noi ci impegneremo e aiuteremo e proteggere e crescere anche quelli venuti al mondo come te, senza vestiti e lettini firmati o pregiati, perchè se c’ è una cosa che ha un grande valore è l’ animo della persona che ti ha partorito che ieri era una piccola suora e oggi è diventata una grande e vera Madre, la tua. Auguri Francesco.e grazie di essere tra noi.
    Cit Vito Ambrosecchia

  18. Stefano scrive:

    Io penso che soffocare i propri istinti non porti a niente di buono!! Questa poveraccia è stata solo poco attenta, ma dubito fortemente che sia l’unica suora ad aver “peccato”!!! Detto questo, la chiesa da secoli pretende di mettere bocca su ogni cosa, come se avesse in mano la legge universale che tutti devono seguire, credenti e non,e arrogante come pochi, mette spesso e volentieri i bastoni tra le ruote alla ricerca scientifica…Non vedo quindi il motivo per cui non si possa fare qualche innocente battuta sull’accaduto, alludendo ad un nuovo intervento dello spirito santo (cosa poco credibile anche 2000 anni fa….)!!
    Una persona intelligente non avrebbe neanche scritto questo articolo!! Suvvia, adesso non fate i bambini e accettate con un sorriso le battute dei non credenti.
    P.S.: tutta la mia solidarietà alla neo-mamma, che verrà giudicata una poco di buono da tutti voi credenti, che da sempre predicate bene e razzolate malissimo!!

    • VivalItalia scrive:

      Vabbhe Stefano ce provamo a ridde… però impegnate eh!
      Ché con le fregnacce qui sopra c’è solo da piaggne..

      Forza Stefano facce ride!

      • Stefano scrive:

        Per fortuna ho studiato anche l’aramaico antico e ho capito cos’hai scritto…ad ogni modo è evidente quanto siate poco rispettosi del parere altrui, ragionare con voi è come sbattersi la testa al muro!
        Che Dio vi aiuti! VivalItalia, salvati!…e impara a scrivere in italiano…

        • VivalItalia scrive:

          Proprio nun ce semo! Quella dell’aramaico voleva esse na battuta?
          Ahiomamma!
          Impegnate de piu Stefano: facce ride con le battute dei non credenti..eddai! che a saccenteria e maleducazione ce ne stanno già tanti

        • VivalItalia scrive:

          Proprio nun ce semo! Quella dell’aramaico voleva esse na battuta?
          Ahiomamma!

          Impegnate de piu Stefano: facce ride con le battute dei non credenti..eddai! che a saccenteria e maleducazione ce ne stanno già tanti

    • AndreaB scrive:

      Buonasera, mi permetto di commentare qualche sua affermazione. E’ vero, soffocare i propri istinti per lungo tempo puo’ essere controproducente: un po’ come una pentola a pressione che ad un certo punto esplode. Cio’ che forse sarebbe meglio fare e’ indirizzarli verso la strada giusta, dirigerli e, quando non si riesce a far altro, dominarli. Sa, qualcuno ha l’istinto ad uccidere, qualcuno alla pedofilia, qualcun altro a rubare, altri ancora a giudicare, a tradire, a rodiare, a rovinare altre persone dicendo falsa testimonianza. Per estirpare questi istinti alla base, senza soffocarli, il primo passo da fare e’ forse quello di cercare di dare un senso positivo alla nostra vita. Ma noi stavamo parlando della sessualita’, certamente uno degli istinti piu’ forti… Come pensa che vada a finire se non viene gestito con intelligenza e rispetto e perche’ no, magari anche con un po’ di amore, quello vero? Violenza, disprezzo, infedelta’, egoismo, gelosia, omicidio. In secondo non ho compreso la sua analisi storica in merito all’arroganza della Chiesa… Sicuramente c’e’ stato qualcuno di arrogante, ma dai libri di storia, sembra di capire che i piu’ arroganti siano stati quelli privi di valori cristiani, oltre che omicidi, dittatori, persecutori. A volte e’ successo che, anche chi doveva divulgarli, li ha disattesi ma i danni provocati da cio’ non sono mai stati cosi’ grandi come quelli causati da chi i valori cristiani li osteggiava e li derideva. Mi scuso perche’ sono stato un po’ prolisso, ma vorrei dire un’ultima cosa in merito alla ricerca scientifica. E’ emblematico come molti cristiani siano favorevoli alla ricerca su animali e disapprovino fortemente certe ricerche che utilizzano embrioni, esseri umani che non nasceranno mai, mentre altri, in prevalenza non credenti, non si pongano il minimo dubbio etico su certi esperimenti. Spesso, anche in campo scientifico, si dimentica che non tutto quello che si puo’ fare e’ anche giusto… Spesso per i soldi si dimentica anche questo.

    • beppe scrive:

      caro stefano, capisco che chi ha già antipatia verso al chiesa non resista a fare la battuta salace. ma vacci piano : accostare la madonna alla suora è un po’ troppo. ovvio che tu non credi a niente, e per te tutto fa brodo, ma non ci fai una bella figura. e anche sulla chiesa che ostacola la ricerca scientifica, vaccipiano. adesso la chiesa cerca di frenare le aberrazioni della tecnologia e della tecnica che si crede onnipotente, non la scienza ( che è nata in occidente e non sotto il budda)

      • Stefano scrive:

        Beppe,..il punto è che non mi sembrava il caso di scrivere un articolo in cui si da del cretino a chi scherza su questo avvenimento, per chi non crede è come scherzare su una cosa qualsiasi…

  19. Cycnus scrive:

    “aiutarla perchè straniera e non nel suo paese…” rimandiamola a casa sua con suo figlio, lì almeno sarà fra la sua gente. Non è razzismo, è razionalità…ne abbiamo già tanti di stranieri furbetti che vivono a spese dei contribuenti, questa donna (che ha fatto quel che a ha fatto ed umanamente ha tutto il mio affetto) non ha ragione di stare qui.

  20. EquesFidus scrive:

    Ho letto diversi commenti assurdi a questo articolo, sia da parte di credenti che da parte di non credenti che pretendono di insegnare alla Chiesa come debba comportarsi e come debba modificare la sua dottrina, cosa che nessun uomo può arrogarsi di fare.
    Esaminiamo i fatti: per diventare un consacrato bisogna fare voto di povertà, obbedienza e castità. Capisco che per la mentalità pansessualista e parafiliaca di oggi una cosa del genere sia inconcepibile e ritenuta ingiustamente innaturale, ma ha basi proprio nelle parole di quel Cristo che la Chiesa è tenuta a seguire: “Vi sono infatti eunuchi che sono nati così dal ventre della madre; ve ne sono alcuni che sono stati resi eunuchi dagli uomini, e vi sono altri che si sono fatti eunuchi per il regno dei cieli. Chi può capire, capisca».” (Mt 19,12). Ora, l’eunuco non è sotanto il castrato, bensì colui che non può fare figli, o per ragioni intrinseche (vedasi un castrato, appunto, o uno sterile) o per ragioni morali (appunto, coloro che “che si sono fatti eunuchi per il regno dei cieli”, cioè hanno fatto voto di non intrattenere rapporti sessuali). Questo tralasciando tutte le beotaggini sul divorzio e sul “matrimonio” gay che non c’entrano una beata mazza sull’argomento in questione.
    Ora, il voto è assolutamente vincolante e può essere visto come uno sposalizio con il Signore; violarlo è come infrangere una promessa matrimoniale. Quindi la suora ha gravemente sbagliato? Certamente. E’ doveroso che sia allontanata o quantomeno sottoposta a giuste sanzioni disciplinari da parte della congregazione di cui ha macchiato l’onore? E’ chiaro. Ma questo non vuol dire che sia scomunicata o che tantomeno debba esserlo il bambino. Ricordo che i peccati che gridano vendetta al cospetto di Dio sono omicidio volontario, peccato impuro contro natura, oppressione dei poveri e defraudare della mercede gli operai, non la violazione di voti o i rapporti illeciti di natura eterossessuale. Che poi anche la violazione di un voto possa essere un peccato mortale (dato che c’è la materia grave e, suppongo, la piena avvertenza) è un’altra questione, ma da qui a dire che sia da mettere al rogo (o, al contrario, che sia tutto buono e lecito) ce ne corre; questo è un affare tra lei e Dio e tra lei e la sua madre superiora (la quale è responsabile per la condotta delle sue consorelle).

  21. Cornacchia scrive:

    CRA! CRA! CRA!

  22. Giannino Stoppani scrive:

    Auguri a Francesco e alla mamma!

  23. davis scrive:

    anche questa volta un vs articolo proprio non mi piace!!!
    senza voler giudicare la vicenda singola di cui nessuno di noi sa nulla, come testata cattolica l’unico interesse è quello di attaccare ql k voi definite “cretini” solo xk hn espresso un commento certamente sopra le righe?!?!? e invece aprire una riflessione sul senso di responsabilità, fedeltà ai voti, incoerenza di vita k è pura controtestimonianza, vita sterile e individualista all’interno delle comunità…
    il peggio k ho sentito è il commento della superiora: questa suora non ha fatto male a nessuno… sicuri sicuri?!?!? la sua infedeltà non ha danneggiato le persone con una fede vacillante?o le coscienze di giovani in ricerca vocazionale?!?!? e le critiche e le cattiverie di tanti da voi “evangelicamente” bollati come cretini non sono un evidente male creato dalle azioni di qs donna?!?!? e dire qs cose nn significa x nulla giudicare il singolo fatto!!! è una pura riflessione
    parlate di accoglienza… ecco xk x una volta non andate oltre i commenti sopra le righe e provate ad accogliere la verità che contengono?!??! il vangelo parla di amore e accoglienza…ma dice ank k scandalizza uno solo di qs piccoli è meglio k si leghi una macina al collo… o no?!?!?

    • VivalItalia scrive:

      Davis vabbho..sn daccordo che se lo scrivevi te quest articolo sarebbe stato na vera rottura de cojoni, però nun te pare che con tutte ste K pare de sta n Centro Sociale Okkupato??

      • davis scrive:

        accolgo critiche sull’uso della grammatica e della k da chi almeno scrive in italiano… per il resto son parole un po’ al vento…

  24. Vincenzo scrive:

    Finalmente leggo un’analisi scritta con un cuore accogliente,come dovrebbe essere di chi si professsa Cristiano.Condivido in pieno tutto ciò che hai scritto Emanuele.

  25. Vincenzo scrive:

    Finalmente leggo un’analisi scritta con un cuore accogliente,come dovrebbe essere di chi si professa Cristiano.Condivido in pieno tutto ciò che hai scritto Emanuele.

  26. Silvio scrive:

    D’accordo su tutto, ma non condivido il vescovo quando afferma “va apprezzato il fatto che la gravidanza non si sia conclusa con l’aborto”. Ma stiamo parlando di una suora cattolica!!! Si può capire che la suora abbia ceduto alle tentazioni della carne, ma che potesse essere anche omicida questo proprio non lo ritengo possibile. Il vescovo, ho letto anche qualche forma più estesa delle sue dichiarazioni, mi sembra un po’ troppo timoroso della pubblica opinione.

  27. davis scrive:

    ho scritto un commento ma non lo vedo ancora pubblicato… qs si chiama censura?!?!?

  28. VivalItalia scrive:

    Onofrio chesstadi? ? Sarai mica amico di Luca chè sempre più confusivo, post dopo post, articolo dopo articolo, nick dopo nick..

  29. VivalItalia scrive:

    Onofrio chesstadi? ? Sarai mica amico di Luca quello sempre più confusivo, post dopo post, articolo dopo articolo, nick dopo nick..

  30. onofrio scrive:

    chi è luca? un altro degli amichetti di suor’allegra?

  31. VivalItalia scrive:

    Marò!!!! Non è un amico.. è proprio Luca!!
    Eccheppalle..

  32. VivalItalia scrive:

    Marò!!!! Non è un amico.. è proprio Luca!!

  33. VivalItalia scrive:

    Questo ce dice di quanto sia triste la tua vita..la passi a vede e fare cose che nun te piacciono!

    Ma perché? ??
    Luca – ormai me so affezionato – repijate!!!

  34. VivalItalia scrive:

    Questo ce dice di quanto sia triste la tua vita..la passi a vede e fare cose che nun te piacciono!

    Ma perché? ??
    Luca – ormai me so affezionato – repijate!!!

  35. luca scrive:

    viv tu sarai affezionato ma il sito sta cancellando circa 3 post su 4 dei miei… viva la libertà di espressione… solo quella vostra si intende!

  36. Jack scrive:

    Oikos con chi ce l’ha?

  37. VivalItalia scrive:

    No Luca no al piagnisteo..!
    Te do na dritta.. ho provato a fare lo sborone e a scrivere in inglese.. e cho scritto BULLSH*T (ora non ricordo se me stavo rivolgendo a un tuo post o chissa quale.. me scusersi..) e che mhan fatto: pubblicato e dopo 2 min eliminato!!

    Nun è che scrivi le brutte parole vero???

  38. VivalItalia scrive:

    No Luca no al piagnisteo..!

    Ma mica scrivevi quando stavi in pausa????
    se quelli che leggiamo qui sono un quarto di quello che scrivi.. ammortacci dimmi dovè che thanno assunto..

    Cmq te do na dritta.. ho provato a fare lo sborone e a scrivere in inglese.. e cho scritto BULLSH*T (ora non ricordo se me stavo rivolgendo a un tuo post o chissa quale.. me scusersi..) e che mhan fatto: pubblicato e dopo 2 min eliminato!!

    Nun è che scrivi le brutte parole vero???

  39. luca scrive:

    vivalitalia, mi sembra che la più pesante cosa che scrivo è semplice…
    in ogni caso parliamo di 3 su 4, tu mi leggi, penso che puoi immaginare che non scrivo offese da censurare 3 volte su 4…

    vedremo il piagnisteo che farete voi quando ci sarà il matrimonio gay

  40. domenico b. scrive:

    …vedremo il piagnisteo che farai tu quando ti verranno le em……..roidi….

  41. luca scrive:

    eccolo qui, il bello è che poi se in tv dicono una battuta su padre pio la gente come te fa delle tali lagne… va be che ci vuoi fare, sei semplice

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Tempo di restyling per una delle vetture meno convenzionali – almeno esteticamente – degli ultimi anni. In occasione del Salone di Shangai, la crossover Lexus NX beneficia di un lifting di dettaglio cui si accompagnano affinamenti a livello tecnico volti a incrementare il comfort dei passeggeri e a rendere più dinamico il comportamento della vettura. […]

L'articolo Lexus NX: il restyling è sportivo proviene da RED Live.

Non è la prima volta che BMW utilizza la dicitura Rallye per la sua GS: accadde già nel 2013, quando fu una vistosa versione Rallye con telaio rosso e colori Motorsport a celebrare l’uscita di scena del motore ad aria. Ora la dicitura torna in auge sulla BMW R 1200 GS Rallye, che per la […]

L'articolo Prova BMW R 1200 GS Rallye 2017 proviene da RED Live.

Vi abbiamo già parlato del legame (inconsueto) che c’è tra l’ibericissima Seat e l’italianissima Ducati (entrambe con un tedeschissimo proprietario). Un po’ come se lo Jamon Serrano si gemellasse con il Prosciutto di Parma. L’accordo di collaborazione Seat-Ducati una delle tappe nella consegna di una Leon Cupra nuova fiammante ai piloti Ducati Dovizioso e Lorenzo. Nonostante un […]

L'articolo Un Leon di pilota, Dovizioso va in CUPRA proviene da RED Live.

COSA: BIKE FESTIVAL GARDA TRENTINO, quest’anno dura un giorno in più  DOVE E QUANDO: Riva del Garda, Trento, 28-30 aprire e 1° maggio Tra le più importanti rassegne outdoor del comparto ruote grasse il Bike Festival Garda Trentino quest’anno aggiunge un giorno in più al suo (sempre) ricco programma di iniziative. Eventi speciali, escursioni, gare, test, un […]

L'articolo RED Weekend 28-30 aprile e 1° maggio, idee per muoversi proviene da RED Live.

A volte ritornano. Oltretutto quando meno te lo aspetti. Dopo dodici anni di assenza dal panorama europeo, lo storico marchio inglese MG annuncia il rientro nel Vecchio Continente. Un’operazione che avrà inizio nel 2019 e che vedrà protagonista la cinese Saic, dal 2005 proprietaria del brand. Il successo con le spider negli Anni ‘60 La […]

L'articolo MG, il ritorno in Europa è in salsa cinese proviene da RED Live.

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana