Google+

I repubblicones s’appellano a Grillo per un governo col Pd. E lui dove li manda? Esatto

marzo 9, 2013 Redazione

Su Repubblica sei intellettuali scrivono al leader Cinque stelle per spingerlo all’alleanza con Bersani per “liberarci da Berlusconi”. E lui li sbeffeggia

Beppe Grillo risponde sul suo blog a un appello pubblicato oggi su Repubblica a firma di Remo Bodei, Roberta De Monticelli, Tomaso Montanari, Antonio Padoa-Schioppa, Salvatore Settis e Barbara Spinelli in cui si auspica una convergenza tra centrosinistra e MS5 nel dare un governo all’Italia. I repubblicones, sotto il titolo “Cambiare, se non ora quando?”, scrivono che “una grande occasione si apre, con la vostra vittoria alle elezioni, di cambiare dalle fondamenta il sistema politico in Italia e anche in Europa. Ma si apre ora, qui e subito. E si apre in questa democrazia, dove è sperabile che nessuna formazione raggiunga, da sola, il 100% dei voti. Nessuno di noi può avere la certezza che l’occasione si ripresenti nel futuro. Sappiamo che è difficile dare la fiducia a candidati premier e a governi che includono partiti che da quasi vent’anni hanno detto parole che non hanno mantenuto. Ma dire no a un governo che facesse propri alcuni punti fondamentali della vostra battaglia sarebbe a nostro avviso una forma di suicidio”. Tutto questo in nome del “nemico comune”: “Se ci aiuterete a liberarci ora, subito, dell’era Berlusconi: un imprenditore che secondo la legge non avrebbe nemmeno dovuto metter piedi in Parlamento e tanto meno a Palazzo Chigi”.

E come risponde Grillo? Dove pensate che mandi gli intellettuali di Repubblica dopo che da giorni manda nello stesso posto Pier Luigi Bersani? Esatto, avete indovinato.

Infatti il comico, non si limita a rispondere negativamente, ma si diverte a sbeffeggiarli. Scrive sul suo blog: “Intellettuale: ‘Persona fornita di una buona cultura o cultore di studi per lo più riconducibili a un moderno valore umanistico’ (dal Dizionario della lingua italiana Devoto-Oli). La funzione principale degli intellettuali è quella di lanciare appelli”. Poi Grillo riporta dei passaggi de Gli intellettuali di Giorgio Gaber: “Gli intellettuali sono razionali lucidi, imparziali, sempre concettuali. Sono esistenziali, molto sostanziali sovrastrutturali e decisionali” e “gli intellettuali fanno riflessioni considerazioni piene di allusioni allitterazioni, psicoconnessioni elucubrazioni, autodecisioni”. Scrive di nuovo Grillo: “L’intellettuale italiano è in prevalenza di sinistra, dotato di buoni sentimenti e con una lungimiranza politica postdatata. L’intellettuale non è mai sfiorato dal dubbio, sorretto com’è da un intelletto fuori misura per i comuni mortali. Se si schiera lo fa per motivi etici, morali, umanistici su indicazione del partito. Quando il pdmenoelle chiama, l’intellettuale risponde. Sempre! In fila per sei con il resto di due”.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

3 Commenti

  1. Enrico scrive:

    L’atteggiamento del PD verso chi non è di sinistra: il modo migliore per spiegare il perchè non andranno mai oltre il 33%. NON CI AVRETE MAI :-))))))

  2. Enrico scrive:

    Vorrei aggiungere un’altra perla del mitico Signor G, tratta da “La razza in estinzione”:

    “E anche il mio paese mi piace sempre meno
    non credo più all’ingegno del popolo italiano
    dove ogni intellettuale fa opinione
    ma se lo guardi bene
    è il solito coglione.

  3. Polisemantica scrive:

    L’intellettuale è un individualista, persona, quando intellettualmente onesta, poco incline a far parte di chiese, sette o conventicole solo per fede. L’intellettuale analizza e decide. Non è un buon gregario. Critica, protesta, non accetta per buono ogni proclame, chiunque sia a lanciarlo.

    http://polisemantica.blogspot.it/2013/03/beppe-grillo-giorgio-gaber-gli.html

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

L’abito non fa il monaco. Mai affermazione fu più vera, specie nel caso della concept Infiniti Prototype 9, presentata in occasione del Concorso d’Eleganza di Pebble Beach, in California, e forte di una linea ispirata alle monoposto degli Anni ’30 e ’40. L’aspetto, come accennato, non deve però trarre in inganno: il “cuore” è decisamente […]

L'articolo Infiniti Prototype 9: sotto mentite spoglie proviene da RED Live.

Il Concorso d’Eleganza di Pebble Beach, in California, rappresenta da sempre un evento speciale per la BMW. La Casa di Monaco è infatti solita stupire presentando delle concept che anticipano modelli pressoché pronti a entrare in produzione. Quest’anno tocca a una delle roadster più affascinanti mai realizzate, oltre che una delle vetture più “anziane” della […]

L'articolo BMW Z4 Concept: una linea da urlo proviene da RED Live.

Nessuno fiati. Nessuno si muova. L’hanno fatto davvero! Hanno ridato vita alla storica sigla GSi. Un’icona per tutti i “figli degli Anni ‘80” cresciuti a pane e Opel sportive. Con buona pace della divisione OPC, la nuova versione high performance della Insignia Grand Sport – seconda generazione della berlina tedesca – tornerà a sfoggiare la […]

L'articolo Opel Insignia GSi: gradito ritorno proviene da RED Live.

Solida e ben fatta, la Seat Ateca 1.6 TDI Advance è il primo SUV della Casa spagnola. Si parte da meno di 24 mila euro chiavi in mano

L'articolo Prova Seat Ateca 1.6 TDI Advance proviene da RED Live.

La fortwo, l’utilitaria più corta sul mercato – è lunga solo 2,69 m – si aggiorna. La novità principale è rappresentata dalla disponibilità di serie, sin dall’allestimento entry level youngster, della frenata automatica d’emergenza e dei fendinebbia. Un upgrade in materia di sicurezza tutt’altro che marginale, esteso anche alla versione a quattro posti forfour. Tessuto […]

L'articolo smart fortwo e forfour 2018: danno di più proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana