Google+

Gettoni esauriti e avventura finita per la Atari, mamma di Pac-Man e Pong

gennaio 22, 2013 Paola D'Antuono

La celebre società di videogiochi, dove lavorò anche Steve Jobs, ha dichiarato bancarotta. Celebre negli anni Settanta e Ottanta, è stata vittima di un declino inarrestabile e di una gestione fallimentare

Alla fine anche la Atari ha dovuto cedere alle ferree regole di mercato e ha dichiarato bancarotta. La storica società fondata nel 1972, specializzata nella creazione e distribuzione di giochi arcade, console a uso domestico e pc, ha ufficializzato il suo game over. Troppe le perdite registrate, che dal 1999 a oggi hanno portato l’azienda a un tracollo irrecuperabile. La Atari Inc. e tre società satellite hanno chiesto di staccarsi dalla casa madre francese, la Atari Sa., che sarebbe responsabile del fallimento della prestigiosa casa di videogiochi.

PONG. Quella, per intenderci, che ha creato, sviluppato e diffuso nei primi anni Settanta videogame come Pong e Asteroids, per i quali decine di ragazzini facevano la fila nei locai e nei bar. Ma la vera rivoluzione Atari la compì portando i videogame nella case grazie alla prima console, la mitica Atari 2600, lanciata nei 1977, due anni dopo l’abbandono del solerte dipendente Steve Jobs che, acquisite le competenze necessarie, aveva deciso di dar vita al suo estro e fondare una piccola società chiamata Apple.

PAC-MAN. Qualche anno più tardi, nel 1982 venne immesso sul mercato Pac-Man, vero cult videoludico, che non ebbe lo stesso successo mondiale di Pong, ma aumentò di certo il lustro e il prestigio dell’azienda. Il privo vetro tracollo, però, arrivò a causa di E.T. the Extra-Terrestrial, videogioco ispirato all’omonimo film di Spielberg, vero caso cinematografico dell’anno, che però deluse gli amatori a tal punto da spingere l’azienda a sbarazzarsi di milioni di cartucce, gettandole in una discarica del New Mexico. Questo evento scatenò la terribile crisi dei videogiochi del 1983, che portò la Warner, che nel frattempo aveva acquisito la società, a rimetterla sul mercato.

OVER. Da quel momento per la Atari è stato un lungo susseguirsi di cessazioni, fusioni, acquisizioni e tentativi di rilancio mai davvero riusciti. Oggi della vecchia e gloriosa azienda fondata nel 1992 non rimane che il nome, Atari Inc., che identifica in realtà solo la filiale americana di Atari Sa, la società francese responsabile del declino finale. La speranza per la casa di Pong e Pac-Man è quella di trovare nuovi acquirenti disposti, dopo la bancarotta, a rilanciarla sul mercato.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download

Tempi Motori – a cura di Red Live

Potenza esagerata, guidabilità di alto livello e un motore capace di stupire per gestibilità ed erogazione. La Panigale V4 apre una nuova era in casa Ducati e lo fa non solo per le prestazioni ma anche per come le “serve” al pilota. Non è solo l’ultima supersportiva Ducati è un cambio di filosofia, che potrebbe piacere a molti

L'articolo Prova Ducati Panigale V4 S proviene da RED Live.

Rifatta da cima a fondo la crossover Subaru ha aumentato le sue capacità off road, migliorando al contempo il comportamento su strada. Più efficace e comoda migliora anche nella qualità percepita degli interni. Solo benzina per i motori Boxer che continuano ad avere un po’ di sete.

L'articolo Prova Subaru XV 2018 proviene da RED Live.

Prodotta in soli 150 esemplari, l'iconica fuoristrada inglese si può ordinare ad un prezzo di partenza di circa 170.000 euro

L'articolo Land Rover Defender Works V8: 405 cv per festeggiare i 70 anni proviene da RED Live.

Il tempo purtroppo passa per tutti e man mano che l’età avanza la nostra cara patente B richiede revisioni più frequenti. Scopriamo assieme passo a passo la procedura da seguire

L'articolo Come rinnovare la patente B proviene da RED Live.

Dopo quattro anni, la SUV americana si rinnova a Detroit. E lo fa con un look rivisto, tanta tecnologia e nuovi angeli custodi elettronici. Top di gamma la specialistica Trailhawk

L'articolo Jeep Cherokee 2018, il restyling debutta a Detroit proviene da RED Live.

Pasqua in Armenia - iStoria Viaggi