Google+

Nel 2002 la Germania arrancava, poi è diventata la locomotiva d’Europa. Ecco come ha fatto

agosto 17, 2013 Massimo Giardina

Schröder con riforme impopolari ha ridotto l’assistenzialismo, migliorato il mercato del lavoro e trasformato Berlino nell’economia più forte dell’Eurozona

Oggi la Germania vanta la migliore economia europea ma appena dieci anni fa il paese era considerato il malato d’Europa. Il merito della trasformazione portata avanti da Angela Merkel è del suo predecessore, Gerhard Schröder, che approvò una serie di riforme coraggiose in grado di far uscire i tedeschi dalla stagnazione.

MENO ASSISTENZIALISMO. Si tratta della famosa “agenda 2010”: un programma che a partire da un discorso del Cancelliere al Bundestag il 14 marzo del 2003, riformò il paese a partire dal mercato del lavoro. Le riforme più significative sono state effettuate in quattro passaggi fondamentali che presero il nome dal capo della commissione dedicata, Peter Hartz. La più importante e più incisiva fu la Hartz IV, dove venne radicalmente ridimensionato il sistema assistenzialista tedesco.

RIFORMA MERCATO DEL LAVORO. L’assegno per i disoccupati fu ridisegnato e  venne istituito un sistema di sussidi per incentivare il ritorno nel mercato del lavoro: i disoccupati godono del sussidio statale ma si mettono a disposizione in caso di particolari offerte lavorative. Davanti al rifiuto da parte del lavoratore di un’offerta non motivata, il sussidio viene ridotto se non del tutto eliminato.

FLESSIBILITÀ. Per ragioni soprattutto politiche l’equivalente del nostro articolo 18 non solo non venne toccato ma addirittura rafforzato. Allo stesso tempo, però, il welfare subì importanti modifiche e le aziende furono messe in condizione di operare con maggiore flessibilità. Per vedere gli effetti di queste riforme la Germania ha dovuto aspettare qualche anno: il 2003 e il 2004 fu un biennio duro per i tedeschi, che sforarono anche il fatidico 3% di soglia del deficit. A partire dal 2006, però, la Germania ha cominciato a crescere a ritmi superiori rispetto alla media dell’Eurozona, diventandone la locomotiva.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

1 Commenti

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

La Renault Scenic porta al debutto la nuova motorizzazione 1.3 Tce in configurazione da 140 e 160 cv. Un quattro cilindri Tutbo benzina molto evoluto che vuole fare le scarpe al Diesel

L'articolo Prova Renault Scenic 1.3 TCe 140 e 160 cv proviene da RED Live.

Assieme ad ABS ed ESP, il sistema di controllo elettronico della trazione è un cardine dei sistemi di sicurezza montati sulla vostra auto. Nel caso non lo sappiate, è un dispositivo elettronico in grado di rendervi le cose più semplici quando la strada è scivolosa. Scopriamolo assieme

L'articolo ASR, cos’è e come funziona il controllo di trazione delle auto proviene da RED Live.

400 cv, 855 kg e 2G di accelerazione laterale. La prima Dallara omologata per circolare su strada vanta prestazioni da capogiro. Disponibile in configurazione barchetta, targa o coupé scatta da 0 a 100 km/h in 3,25 secondi. E noi ci abbiamo fatto un giro

L'articolo Dallara Stradale, siamo saliti sulla barchetta dei record proviene da RED Live.

Nata anche da un'imbeccata di Stefano Accorsi, questa 308 al Nandrolone trasferisce su strada il meglio della versione Cup

L'articolo Peugeot 308 by Arduini Corse, one off su base GTi proviene da RED Live.

In 100.000 hanno raggiunto Praga da tutto il mondo per celebrare i 115 anni di un marchio più arzillo che mai. Una buona occasione per parlare del futuro di Harley-Davidson (che sarà anche elettrico) ma non solo

L'articolo Harley-Davidson, 115 di questi anni proviene da RED Live.