Google+

Nel 2002 la Germania arrancava, poi è diventata la locomotiva d’Europa. Ecco come ha fatto

agosto 17, 2013 Massimo Giardina

Schröder con riforme impopolari ha ridotto l’assistenzialismo, migliorato il mercato del lavoro e trasformato Berlino nell’economia più forte dell’Eurozona

Oggi la Germania vanta la migliore economia europea ma appena dieci anni fa il paese era considerato il malato d’Europa. Il merito della trasformazione portata avanti da Angela Merkel è del suo predecessore, Gerhard Schröder, che approvò una serie di riforme coraggiose in grado di far uscire i tedeschi dalla stagnazione.

MENO ASSISTENZIALISMO. Si tratta della famosa “agenda 2010”: un programma che a partire da un discorso del Cancelliere al Bundestag il 14 marzo del 2003, riformò il paese a partire dal mercato del lavoro. Le riforme più significative sono state effettuate in quattro passaggi fondamentali che presero il nome dal capo della commissione dedicata, Peter Hartz. La più importante e più incisiva fu la Hartz IV, dove venne radicalmente ridimensionato il sistema assistenzialista tedesco.

RIFORMA MERCATO DEL LAVORO. L’assegno per i disoccupati fu ridisegnato e  venne istituito un sistema di sussidi per incentivare il ritorno nel mercato del lavoro: i disoccupati godono del sussidio statale ma si mettono a disposizione in caso di particolari offerte lavorative. Davanti al rifiuto da parte del lavoratore di un’offerta non motivata, il sussidio viene ridotto se non del tutto eliminato.

FLESSIBILITÀ. Per ragioni soprattutto politiche l’equivalente del nostro articolo 18 non solo non venne toccato ma addirittura rafforzato. Allo stesso tempo, però, il welfare subì importanti modifiche e le aziende furono messe in condizione di operare con maggiore flessibilità. Per vedere gli effetti di queste riforme la Germania ha dovuto aspettare qualche anno: il 2003 e il 2004 fu un biennio duro per i tedeschi, che sforarono anche il fatidico 3% di soglia del deficit. A partire dal 2006, però, la Germania ha cominciato a crescere a ritmi superiori rispetto alla media dell’Eurozona, diventandone la locomotiva.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

1 Commenti

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Nissan propone per il 2018 un restyling di X-Trail che rinnova senza rivoluzionare. Le forme vengono riviste e la lunghezza complessiva aumentata a vantaggio di un bagagliaio più grande. Propulsore e meccanica rimangano invariate. Andiamo a scoprirla

L'articolo Prova Nissan X-Trail 1.6 dCi 130 CVT 2WD Tekna proviene da RED Live.

Sulla breccia da 39 anni, la Classe G ha saputo resistere alle mode puntando su robustezza, affidabilità e su alcuni clienti... "importanti"

L'articolo Classe G, la storia “sporca” della off road Mercedes proviene da RED Live.

DNA OFFROAD Al Salone di Detroit 2018 la Casa della Stella ha presentato la Nuova Mercedes Classe G. Che non ha tagliato in modo brusco i ponti con il passato e – tranquilli –  non si è rammollita: a lei, le SUV moderne fanno davvero un baffo. Nel senso che la G continua ad essere […]

L'articolo Nuova Mercedes Classe G 2018: nel solco della tradizione proviene da RED Live.

Seppur presentato nel 2016, il sistema di trazione integrale della Focus RS è tutt’oggi una soluzione ingegneristica avanzata ed è raro trovarne una descrizione chiara e completa. Siete sicuri di avere capito come funziona? Leggete per scoprirlo!

L'articolo Magia elettronica! La trazione integrale della Ford Focus RS proviene da RED Live.

In attesa della prova ecco le prime informazioni sul test che ci vedrà a Valencia in sella alla nuova Ducati Panigale V4

L'articolo Ducati Panigale V4 in attesa della prova proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download