Google+

Gender a scuola e ddl Cirinnà. La svolta Lgbt si nasconde nei dettagli

luglio 18, 2015 Alfredo Mantovano

Prima di uscire dalla finestra della “buona scuola” con la circolare sulle attività extracurricolari, il gender era già entrato dalla porta delle attività curricolari col “Piano d’azione” della Presidenza del Consiglio

Pubblichiamo la rubrica di Alfredo Mantovano contenuta nel numero di Tempi in edicola (vai alla pagina degli abbonamenti)

«La legge contiene una piccola, per il momento necessaria, ipocrisia: (…) di fatto introduce il matrimonio tra cittadini dello stesso sesso, ma senza dichiararlo esplicitamente (…). Può essere considerata una specie di “cuscinetto”, un ponte: serve cioè a far capire che due persone dello stesso sesso possono essere benissimo considerate una famiglia. Una volta sperimentato che le unioni omosessuali (…) sono “famiglia” (…) poi queste unioni vengono chiamate “matrimonio”, com’è accaduto in Inghilterra o in America per intervento della Corte suprema, vengono equiparate anche sotto il profilo nominalistico. E si risolve così l’ipocrisia».

Bisogna essere grati all’onorevole Paola Concia – fonte insospettabile – per averla detta senza giri di parole, sul Foglio del 7 luglio: il ddl Cirinnà introduce il matrimonio gay, quel che manca sarà aggiunto dai giudici. Con analoga chiarezza in una intervista alla Repubblica del 16 ottobre 2014 il sottosegretario del governo Renzi Ivan Scalfarotto aveva affermato che «l’unione civile non è un matrimonio più basso, ma la stessa cosa. Con un altro nome per una questione di realpolitik».

Non c’è dubbio che sia così: sono trascorsi due anni da quando la Corte europea dei Diritti dell’uomo ha stabilito che nessun paese europeo è obbligato a introdurre per le coppie omosessuali istituti simili al matrimonio: se però il singolo stato provvede in tal senso, non può poi “discriminare” queste coppie, escludendo alcune opportunità, in primis l’adozione. È illusorio pensare che qualche minuscola operazione di lifting al ddl Cirinnà impedisca l’equiparazione fra unioni e matrimonio; mi riferisco in particolare all’emendamento di un gruppo di senatori del Pd, che premette al ddl la clausola secondo cui l’unione civile è un «istituto giuridico originario», in quanto tale diverso dal matrimonio. Se nella sostanza tale “istituto” prevede diritti e doveri per la coppia in analogia a quelli della famiglia fondata sul matrimonio, lo si può chiamare come si vuole: la realtà è quella di un matrimonio.

Identico discorso vale per il gender a scuola: qualche ora prima della approvazione definitiva della “buona scuola”, il Miur ha pubblicato una circolare, la numero 4321 del 6 luglio, che in sé merita apprezzamento, e – sempre in sé – va incontro alle esigenze espresse dal popolo delle famiglie il 20 giugno: ribadisce infatti il consenso dei genitori al Pof (Piano di offerta formativa), e quindi al possibile inserimento in esso di corsi di gender, e conferma la necessità della piena informazione su ogni tentativo di imposizione.

Occhio al “Piano straordinario”
E tuttavia, come il demonio si nasconde nei dettagli, così le insidie si annidano nei commi e in altre fonti normative: cosa accade, a proposito del consenso, per quell’attività extracurriculare non contenuta nel Pof che subentri durante l’anno, ovvero di fronte al tentativo – già sperimentato – di introdurre l’ideologia del gender nell’attività curriculare? Sul punto la circolare non dice nulla.

Di più: il 7 maggio il dipartimento Pari opportunità della Presidenza del Consiglio (quello da cui dipende il famigerato Unar), ha diffuso il nuovo “Piano d’azione straordinario contro la violenza sessuale e di genere”. Al punto 5.2 si legge che «obiettivo prioritario» deve essere «educare alla parità e al rispetto delle differenze, in particolare per superare gli stereotipi che riguardano il ruolo sociale, la rappresentazione e il significato dell’essere donne e uomini, ragazze e ragazzi, bambine e bambini nel rispetto dell’identità di genere, (…) sia attraverso la formazione del personale della scuola e dei docenti sia mediante l’inserimento di un approccio di genere nella pratica educativa e didattica». Con il che il gender, prima di uscire dalla finestra del ddl “buona scuola” con la circolare del Miur, era già entrato dalla porta col Piano d’azione grazie alla Presidenza del Consiglio, agganciandosi proprio all’attività curriculare.

Occhi aperti, sarà lunga e difficile.

Foto Ansa


Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

55 Commenti

  1. Toni Caproni scrive:

    Data l’estrema ignoranza in temi di educazione sessuale, tema mai affrontato correttamente finora, che affligge la società italiana è bene che si faccia nelle scuole di ogni ordine e grado.

    Ad esempio i bambini capiranno che la masturbazione NON è un peccato come dicono i preti, un’azione da cui trattenersi perche istigazione del Demonio ma una cosa del tutto naturale
    e che non devono avere paura di dio se vogliono manifestare
    la loro sessualità nei modi corretti che la medicina insegna.

    E se sono omosessuali devono stare sereni e vivere la loro omosesualità senza sentirsi emarginati dalla società senza piu giudizi e pregiudizi istigati dal veleno cristiano
    e che potranno sposarsi un giorno e formare una loro famiglia vivendo finalmente in serenità.

    • Sebastiano scrive:

      Di tutto l’insulso pistolotto, la migliore è la perla finale: “formare una loro famiglia”.
      Hai sbagliato verbo: si dice “comprare”, giacché la biologia glielo impedisce, non la Chiesa Cattolica.
      Somaro.

      • Toni Caproni scrive:

        Dal tuo post si capisce tutta la tua ignoranza.
        Hai sbagliato verbo: si dice “adottare” e la biologia, e tantomeno la chiesa, non glielo impedisce!
        Somaro.

        • Cisco scrive:

          @Caprone Shiva

          Adottare come? Facendo prima produrre in outsourcing all’estero e poi trascrivendo il contratto di compravendita in Italia? Beh, se non altro grazie del chiarimento…
          Sull’educazione sessuale hai ragione, la carenza di masturbazione infantile e’ senza dubbio una delle principali piaghe del paese, come il traffico a Palermo…

          • SUSANNA ROLLI scrive:

            Forte, Cisco! Pensa, non sono ancora nati e già gli parlano di sesso..poveri! A 14 anni sono già quasi tutti consumati..ma questo è SOMMO BENE! Mamma mia con ‘sto sesso, lo mettono pure nelle merendine, nei cartoni animati!! Viene da pensare che troppi hanno vissuto la sessualità come fine e paradiso in terra e inconsciamente hanno subito traumi…poveri giovani! voi, scampati, abbiate la concezione alta, vera della sessualità non bassa, lorda e fine a se stessa come viene presentata oggi (su un piatto d’oro!): confido molto sulla vostra intelligenza, buonsenso e buon animo! State in guardia dai “livellatori” di ogni genere e specie. La sessualità è “idea” di Dio…state con Lui!

        • Martino scrive:

          Su le mani, segaiolo!

          Magari ci vorresti andare tu ad insegnare?

          Due piccioni con la tua sola fava?

          Naturalmente si chiamerebbe educazione sessuale: tu arraffi un posto statale e sai che spasso con tutti i ragazzini ancora innocenti….. furbooo!

          Chiedo scusa per la volgarità, ma queste cose vanno chiamate per nome.

          Siete un treno in corsa, ma state per deragliare……anche se per ora si sente solo il RAGLIO!!!

          • Toni Caproni scrive:

            “Adottare come? Facendo prima produrre in outsourcing all’estero e poi trascrivendo il contratto di compravendita in Italia?”

            Adottare come adottano tutti senza nessuna compravendita.
            Non sai cos’è un’adozione, somaro?
            E l’educazione sessuale avviene in tutte le fasi della crescita.

            xMartino

            Finora ai bambini ci hanno pensato i preti pedofili nel silenzio assoluto dell’omerta cattolica..
            adesso non più, per tanto vai a ragliare da un’altra parte.. dove non ci sono bambini.

            Siete (su) un binario morto.

            • To.ni scrive:

              La pedofilia prospera più che mai, i preti pedofili sono stati spunto non per combattere la pedofilia ma per combattere la Chiesa. infatti la pedofilia è presente in tutte le religioni ed in tutti gli strati sociali, ma un bestione come te può vomitare solo di “preti pedofili” (che è poi gente che ti somiglia).

              La pedofilia nasce è curata e teorizzata nei tuoi ambienti. Diventerà un orientamento accettabile? Grazie a bestie come te.

              Caproni, tu faresti adottare un bambino anche una comunità di un privè , ad un imbecille che si vuole sposare con una bestia … a qualsiasi cosa. Infatti non hai alcuna idea di famiglia… forse è giusto dire che non hai idee, solo impulsi.

              Tu pensi, partendo dalla tua bassa esistenza, che tutto è possibile. Cose che hai detto e vomitato molte cose.

            • diabolik scrive:

              Toni Caproni er ferroviere !

            • Sebastiano scrive:

              “Siete (su) un binario morto”

              Ah, adesso ho capito. Sei il solito minchione che scagazza e cambia nick per far credere che siete in tanti.

              “Adottare come adottano tutti”? e com’è che siete tutti giulivi davanti all’ipotesi (che qualche giullare di giudice vostro compagno di merende vi ha nel frattempo accordato, infischiandosene delle leggi italiane) di poter praticare l’utero in affitto o la fecondazione assistita tramite l’apporto di terzi e/o quarti? Così, tanto per giocare? O per scimmiottare il sudicio Elton, che fa tanto figo?

              Naturalmente del diritto del bambino a crescere avendo una madre e un padre, non ve ne fotte nulla, questo si era capito. Immagino che ora tirerai fuori gli “studi autorevoli” dell’APA e, se sei sufficientemente lercio, anche le affermazioni del vostro fondatore Mario Mieli…

            • Cisco scrive:

              @ Quel Caprone di Toni

              L’adozione, certo, cioè dare a un orfano una famiglia in cui restera’ orfano di padre o madre: allora dillo alla tua amichetta senatrice Cirinna’, che discrimina le coppie gay al punto tale da prevedere solo la “stepchild adoption” (cioè appunto la compravendita in outsourcing): che le coppie LGBTQIetc siano su un binario adottivo morto?
              Sull’educazione sessuale hai ragione, avviene in tutte le fasi della crescita: a occhio e’ croce tu dovresti essere in una fase di crescita molto vicina al binario morto, se alla tua età non sai che i figli nascono da mamma e papa’.

        • To.ni scrive:

          Caproni

          tu che dai dell’ignorante fa onestamente impressione. E’ come vedere un gorilla che intendedare lezioni di danza classica.

          Se l’educazione sessuale la sponsorizzi tu è un motivo forte per non farla: infatti solo una mente bacata può avere in testa il grande problema dell’umanità: la masturbazione.

          L’educazione che purtroppo si ha in mente è per fare diventare le persone come te e Xyzwl , con le stesse cose dentro (aborto eutanasia e solo copula). A questo si aggiunge la possibilità di assecondarli e/o asservirgli negli impulsi per renderli più oggetto delle vostre fantasia in una maniera che definirete poi “scientificamente” sana (si…, penso che c’è pure questo in mente).

          Certo non è argomento idoneo a Caproni

          Del resto la vicenda di Buttiglione alla nomina in sede europea ha dimostrato che un cattolico è meno rispettato di certi teorici pedofili. L’esempio c’è ed è evidente.

        • diabolik scrive:

          Azzz, er caproni c’ha pure la Laurea in Lettere ! ah ah ah

          • Toni Caproni scrive:

            Il comitato delle Nazioni Unite sull’applicazione della Convenzione per i diritti del fanciullo alla Santa Sede:
            “A causa di un codice del silenzio imposto su tutti i membri del clero sotto la pena della scomunica i casi di violenza sono stati anche difficilmente riferiti alle autorità giudiziarie nei Paesi in cui sono stati commessi”

            Denuncia perfino da un SACERDOTE:

            “don Antonio Mazzi ha dichiarato di non essere rimasto convinto dalle risposte date da Benedetto XVI allo scandalo-pedofilia. Secondo il sacerdote, “l’errore comincia nei seminari minori”, che ha definito “un luogo che castra”, “un luogo anormale”, dove si effettua “un allevamento nel pollaio”. E’ questo il motivo per cui ritiene sia venuto il tempo “di abolire i seminari minori”.”

            Omerta e complicità del chiesa con i preti pedofili e SOLO perche ne hanno parlato i media altrimenti nessuno avrebbe saputo nulla e avreste continuato a molestare i bambini.

            In nessun’altra religione (tranne Islam ovviamente, vostro degno alleato) nè in nessun altro ambito esiste la pedofilia come nella chiesa e soprautto in nessun altro ambito rimane IMPUNITA e coperta come nel cristianesimo.

            A voi non dovrebbe essere consentito neanche parlare ai bambini.

            Cosa c’entra un bambino con la religione? Che giudizio può esprimere un bambino di 5 anni?

            L’indotrinamento e il plagio mentale sono pericolosi e criminosi tanto quanto la pedofilia.

            E senza indottrinamento infantile non avete alcuna speranza di sopravvivenza.

            Siete (su) un binario morto

            • diabolik scrive:

              Tu invece sei caduto da piccolo e non ti sei più ripreso, capro’ ! ah ah ah

            • To.ni scrive:

              Il Comitato delle nazioni unite se ne infischia dei fanciulli vittima dei pedofili di tutto mondo, se ne infischia dei lager della Cina, se ne infischia dei diritti delle minoranze religiose nei paesi musulmani.

              In definitiva il Comitato delle Nazioni unite è un produttore di letame come te.

              “Cosa c’entra un bambino con la religione? Che giudizio può esprimere un bambino di 5 anni?”

              Secondo te un bambino di 5 anni deve ricevere l’educazione da parte di un sudicio come te? Che giudizio può esprimere un bambino di 5 anni… messo a disposizione da gentaglia di cui tu sei uno dei prodotti più riusciti”

              Col binario morto e la tua intelligenza di capire le cose finirai sotto un treno.

            • Cisco scrive:

              @ Shiva

              Se ti piace don Mazzi citalo anche quando parla di adozioni gay, se no sei su un binario morto. Comunque il NYT sta già facendo campagna per de-criminalizzare la pedofilia, ne vedremo delle belle (si fa per dire…)

    • מיכאל scrive:

      Nomen omen

    • מיכאל scrive:

      Caproni, Nomen omen

  2. Luca P. scrive:

    Lancio un appello!
    Leggete questa semplice frase “educare alla parità e al rispetto delle differenze, in particolare per superare gli stereotipi che riguardano il ruolo sociale, la rappresentazione e il significato dell’essere donne e uomini..”
    Ok a educare alla parità! I diritti di un essere umano sono uguali per tutti.
    Ok al rispetto delle differenze! Tanto per gli omosessuali che per i cristiani.
    Ma cosa c’entrano gli “stereotipi” e soprattutto chi li definisce?
    Questa è la frase più pericolosa perché si presta a fini diversi (propaganda ideologia gender in primis).
    Infatti ognuno di noi parte da un proprio preconcetto o stereotipo … ma può rispettare l’altro, chiunque esso sia, in quanto individuo.
    Anche perché la maggioranza dei bulli che conosco io non hanno alcun stereotipo o “credo” … cercano solo chi è più debole per poter sentirsi forti!!
    Chiediamo la cancellazione di quella frase!

    Leggi di Più: Gender e ddl Cirinnà. Attenzione ai dettagli | Tempi.it
    Follow us: @Tempi_it on Twitter | tempi.it on Facebook

    • xyzwk scrive:

      Infatti ognuno di noi parte da un proprio preconcetto o stereotipo … ma può rispettare l’altro, chiunque esso sia, in quanto individuo.

      Leggi di Più: Gender e ddl Cirinnà. Attenzione ai dettagli | Tempi.it
      Follow us: @Tempi_it on Twitter | tempi.it on Facebook

      Gli stereotipi come ben saprai, non sono innati e nulla hanno a che vedere con la biologia. Sono costruzioni sociali spesso dettate da ideologie o preconcetti di ogni tipo compresi quelli religiosi.
      Nessuno ovviamente nega le differenze biologiche legate alla sfera sessuale e riproduttiva tra uomini e donne, ma si vuole giustamente combattere le costruzioni sociali legate a ruoli atavici basati su preconcetti che si aggrappano disperatamente alle differenze biologiche per giustificare trattamenti diversi e diverse opportunità nel seguire le proprie inclinazioni individuali nella vita discriminano le persone.
      Dare pari opportunità a uomini e donne significa rimuovere quegli ostacoli (ruoli basati su stereotipi) che penalizzano un sesso piuttosto che un altro nel perseguire il raggiungimento dei propri obiettivi di sviluppo nella vita e questo tra l’altro è un principio descritto anche nell’art. 3 della Costituzione.

      • To.ni scrive:

        Cara Xyzwk , mi posto di seguito a te per starti vicino un pochino.

        Le persone hanno oggi la possibilità di diventare quello che vogliono diventare. Non c’è bisogno di psico-educatori che devono stabilire per gli altri cosa devono essere nascondendo dietro concetti come “pari opportunità” e “disciminazione” (cose di certo da contrastare) la loro percezione della realtà fondata su un alquanto discutibile background culturale.

        Facciamo un esempio : xyzwk

        immaginate una che per mesi si è finta di tutto, nonna valentina, Lena dall’aborto facile, Filomena dall’aborto in caso di preservativo rotto, giada embrione suola di scarpa. Che è a favore di eutanasia. Del commercio di embrioni, di affitti di utero. Che odia i bambini, non ne farebbe nascere neppure uno, ma se nascano li toglierebbe immediatamente alle loro madri per darli per tramite un commerci abietto a chicchessia. Che è antidemocratica, che obbedisce a logiche burocratiche, tecnocratiche. Che paragona una donna che lavora in una fabbrica …ad una povera donna che fa la prostituta. Che toglierebbe il sussidio alle donne che hanno portato alla vita un bambino down. Che chiama FALLITE le donne che amano i loro mariti e figli e vogliono stare a casa.
        Dopo tutto questo tracciato, tutto vero, nessuna invenzione, esagerazione, calunnia … come si può aspettare come “pari opportunità” e “disciminazione” in una tale mente. Cosa sogna in quelle parole un soggetto di questo tipo.

      • Cisco scrive:

        @Stereotipata

        Ma secondo te le differenze tra uomo e donna si riducono all’ambito biologico, mentre tutto il resto sarebbe “stereotipato”?

        • giovanna scrive:

          Dai, Cisco, il multi-troll-multi-nick -horror ha già spiegato centinaia di volte che lei non nota nessuna differenza tra uomo e donna, infatti odia le donne, odia gli uomini e odia il frutto del loro amore, soprattutto !
          Chissà, se il multi-troll-horror, fosse stata amata almeno dai suoi genitori, che pare l’abbiano concepita solo per rappresentanza , o almeno da un uomo nella sua vita, ne sarebbe bastato uno ( il contatto fisico con l’uomo non è poi così male, cara Lena ! ),forse avrebbe apprezzato il fatto di essere una persona e non un frigorifero.
          Sempre al netto delle problematiche di autismo , ma conosco persone autistiche con un cuore, con una capacità di affetto e partecipazione.

        • xyzwk scrive:

          Cisco, le differenze che esulano dall’ambito biologico, sono semplicemente condizionamenti sociali indotti (ruoli predestinati) e come tali possono essere corretti per dare la possibilità a tutti di essere se stessi e mettere in evidenza le differenze individuali e non quelle legate a categorie predeterminate.

          • Giannino Stoppani scrive:

            Non ti viene mai il dubbio che i ruoli nella società umana dipendano anche dalle differenze biologiche?

            • xyzwk scrive:

              Anche se in parte, come sostieni tu, dovessero dipendere dalla biologia, non significa necessariamente che ció sia un fattore immutabile e comunque da giudicare positivo in maniera acritica, non ti pare? Bisognerebbe stabilire poi innanzitutto a quali fattori ci si riferisce. E quali sono i presupposti per giudicarli positivi, positivi per chi?

              • Giannino Stoppani scrive:

                Ma perché lo si deve per forza giudicare negativo?

              • giovanna scrive:

                No, Giannino, ti prego, non far ricominciare il multi-troll-multi-nick-horror su queste tematiche !
                Non ti è bastato il manifesto della vecchia carampana femminista copia-incollato tempo fa, non mi ricordo più con quale multi-nick horror dei tanti ??
                Ti prego !
                ( Poi, che problema c’è con la biologia ? Si elimina la vita umana e tutto è a posto ! E’ stato teorizzato in lungo e in largo dal multi-nick-horror ! )

                • Giannino Stoppani scrive:

                  Ah, perché secondo te questi qui hanno bisogno che noialtri gli si dia spago?

                  • giovanna scrive:

                    Sì, credo che troll come il multi-nick-horror abbiano un bisogno patologico che si dia loro spago, per sentirsi vivi in qualche modo, malvagi, ma vivi …ma così sprofondano ancora di più nel tunnel !
                    A parte la pena nei loro confronti, gente che è costretta a raccontare balle a ripetizione per affermare idee noiose e mortifere e menzognere come loro, ma proprio non reggerei ulteriori disamine su quanto è brutto essere donne, essere uomini e soprattutto far nascere bambini !
                    Dai, il copia-incolla dalla vecchia professoressa carampana femminista, squallido come pochi, imbottito di aria fritta come pochi, repellente come pochi, non te lo vorrai sorbire un’altra volta ? :-)
                    Non ti è bastata questa brodaglia puzzolente copia-incollata di uno dei tantissimi nick del multi-troll-horror nei commenti di questo articolo
                    http://www.tempi.it/messori-canonizzazione-wojtyla-piazza-cattolici-europa-secolarizzata#.Varmrnkw_ow ??

                    • Giannino Stoppani scrive:

                      A me codesto link mi pare sia la prova di quello che penso io, che ora però mi conviene articolare un po’ meglio:
                      tu, con quella genuina umanità di cui sei portatrice sana come tutte le donne, sei portata a pensare che il mentecatto ricerchi linfa vitale dal contatto umano, anche dallo scontro con chi disprezza.
                      Ma se ci fai caso il suddetto mentecatto posta i suoi deliri a prescindere.
                      Non tiene minimamente conto delle osservazioni che gli sono fatte, elaborando nuove strategie o proponendo nuovi argomenti: quasi ogni volta riparte da capo, resettandosi come accade in quei film dove il protagonista rivive lo stesso giorno all’infinito.
                      Così tocca rileggere sempre le solite due o tre bischerate sugli “stereotipi”, sugli “autorevoli studi” e via delirando
                      Prova a considerare, invece, l’ipotesi che si tratti del genere di mentecatto che si sente investito di una missione, e che scrivere commenti sia per lui la stessa cosa che è per i testimoni di Geova suonare l’ennesimo campanello.

                    • giovanna scrive:

                      Scusa, Giannino, ma tu ti metti a discutere coi Testimoni di Geova ?
                      Questo volevo dire !
                      Ciao

              • To.ni scrive:

                Aria fritta , chissà quale fantasia avete in testa al punto da doverci mettere le mani voi, con i vostri pregressi culturali. Quale artificio sociologico, schemino didattico, pensate di proporre . Le “costruzioni sociali legate a ruoli atavici basati su preconcetti che si aggrappano disperatamente alle differenze biologiche” bim bum bam quando i tempi sono stati maturi si sono modificati da se. E continuerà a cambiare. Il tutto senza guide illuminate da esperti (i soliti sapienti) che hanno fatto il corso secondo la guida esperti dell’OMS. (masturbazione a partire da 4 anni, preservativo a partire da 9…. sembra scritto da Shiva Caproni)

                PS:
                Perché le persone devono essere guidate da soggetti che rispecchiano il tuo essere (menzogna, aborto, aborto selettivo per bambini portatori di handicap, abolizione di ogni aiuto alla madri che hanno bambini portatori di handicap, eutanasia) ?
                Perché pensi che le donne devono cambiare secondo una direzione che è la tua?
                Perché pensi che il mondo possa essere migliorato se concretizza i desideri di una come te?

          • Fabio scrive:

            Non è vero che “le differenze che esulano dall’ambito biologico, sono semplicemente condizionamenti sociali indotti (ruoli predestinati) e come tali possono essere corretti”. Questa frase è il postulato della teoria del “gender”, ed è stato brillantemente smentito (tra gli altri) da questo documentario: https://www.youtube.com/watch?v=p5LRdW8xw70

          • Cisco scrive:

            @Xyz

            Ma è scientificamente provato – penso soprattutto alle neuro scienze e alla psicologia del comportamento – che le differenze biologiche hanno un forte impatto sull’identità di genere, quindi le differenze “non stereotipate” sono sufficienti per delineare differenze comportamentali che esulano da posizioni ideologiche (i “ruoli predestinati ” non c’entrano un bel niente, a meno che non parli dei ruoli di padre e madre). Poi se la posizione ideologica è quella di fregarsene della scienza – come fate tu e Judith Butler – beh allora il caso è serio.

          • beppe scrive:

            caro zxywk , hai mai visto le ragazze che giocano a calcio? quello è il risultato di voler superare gli stereotipi: una cagata.

  3. Martino scrive:

    Un commento non volgare per l’on Mantovano.
    Se in passato aveste lavorato seriamente ad una legge sul conflitto d’interessi, ora molti fautori di questi disastri antropologici sarebbero automaticamente esclusi.

    Questi Signori, fanno esclusivamente i loro puntuali interessi in perenne conflitto con tutto il resto.

    Quante intelligenze sprecate.

  4. giuliano scrive:

    verrà prima o poi l’epoca in cui ci saranno conti in sospeso da regolare con i collaborazionisti dei rossi. Qui ve ne sono diversi e negano la realtà per favorire la tirannia. P.zzale Loreto li aspetta

    • Antonio scrive:

      Giusto. Io intanto inizio a segnalare alla Postale la lunga serie di minacce e insulti postati da diversi personaggi su queste pagine obbrobriose,vera vergogna della rete,degno corrispettivo virtuale della fama di Cl nelle cronache del mondo reale.
      Cio’ nello stesso interesse della cosiddetta “redazione” di “tempi” che si dimentica stranamente di “moderarli”.
      Cordiali saluti.

      • giovanna scrive:

        Guarda, Antonio, o chiunque tu sia, io non vedrei l’ora che la Postale faccia una bella indagine sugli insulti postati su queste pagine….ne vedremmo delle belle !
        Stai attentino con le minacce, che poi ti si ritorcono contro !
        Che cambiare nick ogni due per tre non è esattamente un segno di coscienza pulita !

        Voglio dire una cosa anche a Giuliano : il problema non è di rossi o di bianchi, ma riguarda un’umanità che si sta perdendo, riguarda anche noi, se non andiamo alla radice di quello che siamo.
        E, in ogni caso, questa tua aggressività un po’ a vuoto, credo sia controproducente.
        Sembra che tu abbia bisogno di uno sfogo, come i vari multi-nick-horror che invadono i commenti.
        E non è bello.
        Inoltre, dai un pretesto a questi troll-horror, che trovano una sponda al loro totalitarismo.

        • Luca scrive:

          Cara Giovanna, se c’è qualcuno che brilla su queste pagine per insulti e aggressività, siete tu e il tuo amico To.Ni (sempre che non si tratti, come dici tu, di un “multi-nick-horror”).

          • To.ni scrive:

            Carissimo Luca,

            perché dici queste cose brutte che turbano il mio cuoricino buono. Perché chiami aggressività, non è aggressività la mia, ma il normale girare delle balle conseguente alla cacca che sparate. Certo, le sparate con nonchalant , in maniera quasi gradevole, dando del lei, e rispettando sempre il manuale della buona conversazione, ma sempre di cacca si tratta e … puzza.

            E non ti dico come mi girano ogni volta che un idiota accusa di “dogmatismo” (“avete i dogmi”, i principi “calati dall’Alto”) giusto per dirti che sei uno che non è in grado di pensare con la propria testa e per tale motivo non sei credibile e devi rassegnarti al nuovo che vanza (il letamaio). Pensi che me ne frega granché il tono delicato con cui me lo dice?

            Ma, se non sei d’accordo vuoi darmi una idea. Consideriamo Filomena xywzk (per esempio) : che è favorevole ad ogni forma di aborto, infanticidio e vendita al mercato dei resti (hai letto al relativa discussione) . Credi che dobbiamo rispettare la sua opinione? Invitarla a prendere un tè. Trovare una mediazione? Che tipo di mediazione?

            Se hai qualche idea , ti prego avanzala, dammi una lezione di vita su come devo essere tollerante.

            Io al momento trovo che solo la lobotomia può consentire di accettare , come fate voi la cacca che proponete (matrimoni gay, adozione ai gay di figli, aborti a gogo, eutanasia a gogo, ….) e sulla quale spero non pretendi che vi offriamo un mazzo di rose.

            PS: Non ci fare caso se passo dal tu…al voi… penso che comunque venite tutti da un posto.

            • xyzwk scrive:

              Farsi girare le palle così “velocemente” non è da chi si dichiara capace di dominare i propri istinti, o forse bisogna esserne capaci solo nella sfera sessuale affettiva per dogma?

              • To.ni scrive:

                Io ho sangue nelle vene , non una condotta fognaria. Io mi emoziono quando vedo le cose belle della vita e non sogno di vederle morte come te. Io tra te e me ho l’abisso e te lo dico con un calcio. Il controllo i miei istinti perché un essere umano fa così, ma si difende quando vede dei veri teppisti della vita, spregiatori di tutto emotivamente morti… zombi educati.

                PS: de tutti ti vedessero per quello che sei, intendo passeggiando per le strade, al parco, a mentre fai la spesa, se tutti vedessero il risentimento che provi per tutti, subiresti lo stesso trattamento della “Marchesa” a teatro nel finale del film “Le relazioni pericolose” … tutti ti fischierebbero, tutti … i barbini ti deriderebbero ( se non sanno fischiare). Dubito che piangeresti (come la Marchesa) piangere richiede emozioni.

                • To.ni scrive:

                  Xyzwk ,

                  Io ho sangue nelle vene, non una condotta fognaria. Io mi emoziono quando vedo le cose belle della vita e non sogno di vederle morte come te. Io tra te e me ho l’abisso e te lo dico con un calcio. Io controllo i miei istinti perché un essere umano fa così, ma mi difendo quando vedo dei veri teppisti della vita, spregiatori di tutto emotivamente morti… zombi educati.

                  PS: Se tutti ti vedessero per quello che sei, intendo passeggiando per le strade, al parco, mentre fai la spesa; se tutti vedessero il risentimento che provi per tutti, subiresti lo stesso trattamento della “Marchesa” a teatro nel finale del film “Le relazioni pericolose” … tutti ti fischierebbero, tutti … i bambini ti deriderebbero ( se non sanno fischiare). Dubito che piangeresti (come la “Marchesa”), piangere richiede emozioni.

                  PSS: Scusa per il post sopra… ero con un cellulare. Quindi lo ripropongo revisionato, perché a te i “dogmi” te li voglio infilare per bene.

                  • xyzwk scrive:

                    Agitarsi fa male. Stai sereno, oggi la Corte di Strasburgo ha condannato l’Italia per non avere un legge che riconosca le famiglie omosessuali. Il risarcimento alle tre coppie che hanno fatto ricorso, si potrebbe pagare detraendo la somma dall’otto per mille ottenuto con le dichiarazioni di quest’anno.
                    Sarebbe cosa buona e giusta!

                    • To.ni scrive:

                      Non mi agito, darti calci è un piacere, temo che lo è anche per te che hai un indole masochista . Credo che la vita prevede le distanze incolmabili tra le cose e negarlo significa negare la realtà. Tu infatti pensi che dobbiamo essere lobotomizzati come te … cosi ti senti meglio (mal comune mezzo gaudio).

                      Tu che parli di “cosa buona e giusta” e come senti parlare un serial killer di legalità. Non mi provoca nulla se togliessero l’8 per mille, neanche se abolissero l’ora di religione. Già in passato hanno fatto questi tentativi … diventiamo solo più forti. Stupidi voi che non lo capite.

                      Corte di Strasburgo …. non mi meraviglio che ti attacchi ai soliti burocrati per sentirti forte. Si tratta della forza degli impotenti

                      PS: Quando ho detto mi “girano le balle” non prendermi alla lettera. Sono solo un rozzo e cattivo soggetto, un attaccabrighe verso quella “società civile “costituita da asfittici, stitici, soggetti che hanno il calore umano di un congelatore ( … come te). Ho enormi energie vitali, e mi diverto un mondo a deriderti. Mi inviti a nozze… (nozze che brutta parola per te… che preferisci aborti e divorzi)

                    • To.ni scrive:

                      Gentile Redazione,
                      miss abortina 2015 , colei che prima di addormentarsi anziché pecore fa la conta degli aborti, forte dell’idea che “mi girano” pensa di fare i dispetti . Moderarmi è sbagliato perché coltiva una illusione … e non dobbiamo illuderla.

              • To.ni scrive:

                Poi cara Xyzwk,voglio dirti una cosa (che separo dal resto perché temo la cesoia): credo che la tua sfera sessuale fa schifo. Scommetto nonostante i tuoi ripetuti tentativi con tutto e con tutti ….peggiora. Forse perché credi che sia un “dogma” considerare il sesso come una risposta incondizionata ad un impulso (come l’orinare e il defecare) e non come una esperienza umana, e quindi culturale benché istintiva.

                Poverina, chissà quanti te l’avranno fatto notare…. accidenti, li avessero abortiti tutti sti mascalzoni.

          • To.ni scrive:

            Ho fatto una piccola osservazione, ma sono moderato. Sono rimasto turbato dalle cose brutte brutte che mi hai detto.

            • giovanna scrive:

              Toni, scusami, ma non ti far trascinare così dal multi-nick horror, lasciala perdere, che si presenti come Filomena o Valentina o Bob ( tanto, ormai lo sai, in discussioni simili c’è sempre lei ! ), dammi retta, le faresti il dispetto più grande !
              Lo vedi come gongola , ogni volta che ti rivolgi a lei ?
              Magari un salutino, per compassione umana, ma mai, mai, mai interagire con lei nel merito ! E’ una persona malata ! Non è capace di lealtà, di sincerità, di confronto franco, proprio non riesce !
              E’ un consiglio che ti do col cuore : da parte mia, cercando di seguirlo, mi sono alleggerita parecchio.
              Certo, non è facile, ma è l’unica strada.
              Hai dato un’ occhiata a qualche link che ho inviato ?
              In gran parte delle discussioni passate, provandoci anche oggi, posta con quattro o cinque nick in contemporanea: più che sbugiardarla, che vuoi metterti a fare ?
              Io credo che gli articoli siano già abbastanza chiari, lasciala sparlare, non credo faccia danni, sono sempre le solite robe ammuffite e puzzolenti , chi vuoi che abbocchi ?!
              Toni, ti abbraccio, non prendertela così, con chiunque, non ne vale la pena.

              • To.ni scrive:

                Cara Giovanna,
                so che hai ragione, e credo che è il caso di allontanarmi da queste discussioni per un poco dato che non è facile avvolte leggere e rimanere indifferenti a tutto quello che scrivono con candore.

                Noto che ultimamente hanno preso addirittura il verso della denuncia (l’altro giorno MicheleL con il senatore oggi abbiamo Antonio con la postale) . Non danno il giusto peso a quello che è stato detto e scritto da amici loro in queste pagine.

                PS: Se puoi ripubblica i link perché, benché interessanti ero preso da tali accese discussioni che ho rimandato perdendoli di vista..

                • giovanna scrive:

                  Toni,dai un’occhiata ai commenti sull’articolo della contraccezione in Francia: ho messo il link di una unica discussione in cui interviene ,come Filomena, Mirella , Eloisa e Laura ! Una delle tantissime discussioni in cui usa tre o quattro nick in contemporanea, facendoli parlare tra di loro !

                  Ho anche elencato le decine di nick usati : ogni giorno ne esce qualcuno nuovo !

                  Siccome la faccenda è impressionante , te li riscrivo !

                  Bob, xyzwk , filomena, lucilllo, misericordiaocinismo, valentina,lena,ena,elena,annaluzzi,unartistaecreativaasso-lutamentenonabortista,carolina,mariarossi, jenny, maria,maria grazia, laura, ennio,fgh,elizabeth,ornella,eloisa,perconoscere,saba,francesco acanfora, diamante,associazionestreghe,augusta,mirella,carlo,gennaro,asia, vanda, valeria,sentinellaseduta,sanaan,sayad,g45678,paola,annapaola,massimo,flavia,
                  isabella,giulia,triestina,lavinia,percapire,percomprendere, unacubistainpensione, saba, gianni, cirino…..e altri ancora !

                  Come ho detto ad Emanuele, non credo che il caso di questa poverina sia come quello di altri nick come lo squallido MicheleL o l’untuoso Nino ( hai notato che si danno il cambio ? ) o multi-nick alla Shiva.
                  Il constatare come questa poverina non ci stia tutta tutta, ti dovrebbe tranquillizzare.
                  Rimane la compassione, ma il prendersela per quello che scrive una persona in evidente difficoltà psichica, no grazie.

          • giovanna scrive:

            Caro Luca, intervenire così a vanvera, te la potevi risparmiare.
            Io non ho insultato proprio nessuno, con te non ho avuto nulla a che fare, tantomeno con Antonio , casomai sono stata insultata, ugualmente a vanvera, da Antonio e ho risposto a tono… qui abbiamo parlato del multi-troll…credi forse che dovrei applaudire la sua protervia e maleducazione ?? ?
            Certo, che ridursi a solidarizzare con un troll disturbato, fa pensare parecchio !
            Ma non avete un’alternativa per sfogare un pochino la vostra frustrazione evidente che passare il tempo a minacciare e offendere ?
            Magari, che dici, un intervento su qualcosa, tu e il tuo amichetto Antonio, riuscireste a farlo, riuscireste a sostenere un confronto leale , senza multi-nick e nick d’appoggio vari ?
            Ne dubito.

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line è una suv compatta per chi va sempre di corsa ma non per questo manca di praticità. Si parte da 46.000 euro.

L'articolo Prova Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line proviene da RED Live.

Mentre tutti sono sotto l’ombrellone, la Casa varesina presenta le ultime due moto che mancavano all’appello dell’Euro4: le F3 (675 e 800) e la Dragster 800 RR. E con l’occasione…

L'articolo MV Agusta F3 e Dragster 800 RR Euro4 proviene da RED Live.

La fame del colosso indiano Bajaj sembra non avere fine: dopo aver conquistato il 49% del Gruppo KTM, ora punta a un noto Marchio inglese. Nasce così la partnership (commerciale) Triumph e Bajaj

L'articolo Triumph e Bajaj, insieme per le piccole proviene da RED Live.

Black Jack, come il gioco d’azzardo che coinvolge banco e giocatori. In questo caso, però, il ruolo del casinò viene interpretato dalla Opel e l’oggetto del desiderio non è il classico “21”, bensì la city car Adam in edizione speciale. L’inedito allestimento Black Jack, che esalta l’inclinazione alla personalizzazione tipica dell’utilitaria tedesca, porta in dote […]

L'articolo Opel Adam Black Jack: scommessa vinta proviene da RED Live.

Dopo il successo ottenuto con la 300, Beta allarga ulteriormente la gamma delle enduro “facili”: ora è il momento della Beta XTrainer 250, moto facile per alcune soluzioni ma comunque capace di grandi cose

L'articolo Beta Xtrainer 250 proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana