Google+

È “venerabile” il cardinale Van Thuan, che convertiva i comunisti in carcere

maggio 5, 2017 Redazione

Il Papa ha firmato il decreto per la «profonda gioia» di Benedetto XVI. Arrestato dai Viet Cong, il cardinale passò 13 anni in prigionia, dove convertì buddisti e atei curiosi di sapere perché era sempre «felice»

2

François-Xavier Nguyen Van Thuan, cardinale vietnamita deceduto nel 2002 a 76 anni, ha vissuto in modo eroico le virtù cristiane. L’alto prelato a lungo imprigionato dai comunisti è dunque stato riconosciuto “venerabile” con un decreto firmato ieri da papa Francesco. L’annuncio, che ha suscitato anche la «profonda gioia» di Benedetto XVI, è un importante passo avanti nella causa di beatificazione.

VESCOVO DI SAIGON. Nato a Hue il 17 aprile 1928 in una famiglia profondamente cristiana, Nguyen Van Thuan entra in seminario a 13 anni e diventa sacerdote a 25. Dopo gli studi a Roma, torna in Vietnam per fare il professore e rettore del seminario, e dopo essere ordinato vescovo di Nha Trang a 39 anni, il 24 aprile 1975 viene nominato vescovo coadiutore di Saigon. Solo sei giorni dopo, la città sarebbe stata occupata dai Viet Cong.

CONVERSIONI IN CARCERE. Dopo pochi mesi, i comunisti arrestano il vescovo condannandolo senza processo a 13 anni di rieducazione, di cui nove passati in isolamento. Ma questa condizione non ha mai fermato l’incredibile testimonianza del vescovo che, durante la prigionia, riesce a ordinare preti clandestinamente, distribuire la comunione agli altri prigionieri cristiani, convertire al cattolicesimo buddisti e atei curiosi di sapere perché era sempre «così felice». In uno dei suoi scritti ricorda di aver sentito la voce di Dio: «Francesco, è davvero semplice. Imita san Paolo quando era in prigione: scrivi anche tu lettere alle comunità della Chiesa».

«DIO PARLAVA, IO ASCOLTAVO». Liberato il 21 novembre 1988, viene espulso dal paese e si trasferisce a Roma nel 1991. Giovanni Paolo II gli affida la presidenza del pontificio Consiglio giustizia e pace e nel 2000 lo chiama a predicare gli esercizi spirituali alla Curia Romana. Nel 2001, un anno prima di morire, viene creato cardinale e già nel 2007 si apre la causa di canonizzazione. Una volta chiesero al cardinale perché continuava a dire che era stato felice in carcere e lui rispose: «Perché toccava a Dio parlare e a me stare ad ascoltare».

Foto Ansa

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Arriva in gruppo tra gli ultimi, guarda tutti dritto negli occhi, mostra i muscoli e fa subito la voce grossa. E no, non è un bullo. Parliamo, piuttosto, della SUV Volkswagen T-Roc. Destinata a scendere in lizza nel segmento di mercato più frizzante, combattuto e attraente del momento, vale a dire quello delle sport utility […]

L'articolo Prova Volkswagen T-Roc proviene da RED Live.

In KTM hanno le idee chiare: il futuro della mobilità è elettrico. Ecco perché la nuova KTM Freeride E-XC, rinnovata da cima a fondo, è solamente un punto di partenza

L'articolo KTM Freeride E-XC, l’enduro green proviene da RED Live.

Prima erano una cosa sola. Ora sono divise. O meglio, in futuro avranno specializzazioni e target diversi. Volvo e Polestar, quest’ultima sino a ieri divisione ad alte prestazioni del brand svedese, si sono separate e vivranno di luce propria. Polestar, oltretutto, cambierà pelle, passando dall’elaborazione ufficiale dei modelli della Casa nordica alla realizzazione di vetture […]

L'articolo Polestar 1: il nuovo mondo proviene da RED Live.

Il progetto Émonda è nato per dimostrare che Trek era non solo in grado di costruire la bicicletta di serie più leggera al mondo, ma di renderla anche capace di offrire elevate performance. I confini della ricerca sembrano essere fatti perché li si possa superare e ciò che è successo con il MY 2018 lo dimostra: […]

L'articolo Nuova Trek Émonda 2018, la leggerezza non ha limiti proviene da RED Live.

La sfida che attende la nuova Seat Arona, al debutto tra le SUV compatte, ricorda quella di Kung Fu Panda contro le “Leggende Leggendarie”. Una outsider dalle dimensioni contenute, agile, scattante e con tante frecce al proprio arco che affronta senza alcun timore reverenziale i “mostri sacri” della categoria. Forte di una vitalità, sia estetica […]

L'articolo Prova Seat Arona proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download