Google+

Disattesi i valori della libertà di coscienza e della Chiesa. Speriamo che l’America non se ne penta

novembre 7, 2012 Redazione

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato stampa della Fondazione internazionale Giovanni Paolo II, a firma del direttore Marco Ferrini e del presidente monsignor Luigi Negri

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato stampa della Fondazione internazionale Giovanni Paolo II.

Le elezioni negli USA

La Fondazione Internazionale Giovanni Paolo II per il Magistero Sociale della Chiesa sente il dovere di intervenire sull’esito della competizione elettorale negli USA senza la pretesa di dare un giudizio su tutti gli aspetti implicati nella questione, anche per rispondere attivamente ad una vasta rete di amicizie in campo ecclesiale e culturale negli USA e di precisare quanto segue.

Erano presenti nella consultazione problemi relativi alla libertà di coscienza, alla libertà religiosa, alla libertà della Chiesa Cattolica di essere presenti nella società americana con una sua identità culturale e morale. Certamente valori cattolici ma con una ampia destinazione sociale e civile. Valori in linea con la grande tradizione laica e liberale degli Stati Uniti. Questi valori sono stati disattesi e marginalizzati. Speriamo che il popolo americano non debba in futuro pentirsi di questo atteggiamento.

La Fondazione non può non esprimere la sua profonda solidarietà al Card. Dolan Arcivescovo di New York e a tutti i vescovi cattolici che hanno scritto una bella pagina in difesa della libertà della Chiesa e del popolo americano.

San Marino, 7 novembre 2012

Il Direttore

Dott. Marco Ferrini

Il Presidente

S.E. Mons. Luigi Negri

 

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

9 Commenti

  1. paolo scrive:

    sig emanuele ma è sempre lei? non è un po monotono? saluti

  2. Enrico scrive:

    I sedicenti progressisti, in realtà conservatori (quando sono al potere) e a volte oscurantisti, hanno un concetto di libertà separato dalla responsabilità, e lo confermano ad ogni occasione. Per loro la libertà si chiama anche marjuana che gli fuma il cervello o pena di morte perchè si ritengono giusti e superiori.
    A noi poveri cattolici ci fanno un baffo, si curano da soli. Sono esentati dai giudizi storici perchè non sono loro a fare la storia e quando la fanno poi devono nasconderla per la vergogna.

  3. Giuliano scrive:

    tanto per stare in argomento, ma non si potrebbe denunciare Hollande che con la sua sodomitica legge ha permesso agli omosessuali di adottare dei figli per effetto del loro “matrimonio” ?? se non erro vige in tutta Europa una ferrea legislazione a tutela dei minori che non permette questo schifo. A meno che essendo gli schifosi, di sinistra, a loro sia sempre e tutto concesso

  4. maio scrive:

    “Disattesi i valori della libertà di coscienza e della Chiesa”.
    Ma questi signori Ferrini e Negri, che opinione hanno di chi legge articoli di questa fatta?
    Come fanno a pensare che si possano bere certe storielle?
    Abbiamo alle spalle 2000 anni di storia nei quali la libertà di coscienza è stata conculcata e impedita proprio dalla Chiesa Cattolica, durante i quali l’ istituzione Chiesa, rinnegando il Cristianesimo, ha perseguito il potere in tutte le sue forme e con tutti i mezzi!
    Come si fa a fare le vittime con certi precedenti!
    Diciamo le cose come stanno, quello che brucia è che sia stato riconfermato alla guida degli Stati Uniti una persona facente parte di una razza che pochi secoli fa era schiavizzata con la benedizione delle Chiese di allora.
    Adesso il programma sociale di Obama non piace perché elargendo una migliore sanità e istruzione ai più poveri, toglie un pò di guadagno alle scuole ed agli ospedali privati.

    Bella la riga finale: i vescovi cattolici che hanno scritto una bella pagina in difesa della libertà della Chiesa e del popolo americano.

    Ecco il tentativo furbetto di accumunare la libertà della chiesa con quella del popolo americano.
    Spero che il popolo americano, che di libertà se ne intende, sarà ben attento a non farsi incantare da certe furbizie.

    • Enrico scrive:

      Maio, siamo quasi nel 2013, ci vuoi raggiungere? Esci dagli stereotipi degli anni ’70.
      E’ vero, molti uomini e settori delle Chiese hanno sbagliato nei secoli e decenni precedenti, peccando come laici qualunque. Ma prima di sparare sentenze, le solite trite e ritrite, dai un’occhiata in giro, a cosa fa la Chiesa e le Chiese in Africa, Asia, Medio Oriente, America Latina.
      Leggi i documenti del Concilio, dei Sinodi, Encicliche. I neri d’America e Luther King pregavano e pregano Sartre, Volteire o Cristo? Madre Teresa o Fratel Ettore si ispiravano al Che o a Cristo?
      Non fosse perle Chiese Obama sarebbe solo un buon manager invece di alzare il PIL fabbricando droni da donare ai paesi poveri.

    • Charlie scrive:

      E lei come fa a pensare che io mi beva le sue ?

      Avremmo alle spalle 2000 anni di storia in cui la Chiesa ha conculcato la libertà di coscienza con tutti i mezzi ?
      E che la Chiesa Cattolica era favorevole alla schiavitù ?

      Ma lei ci crede davvero a queste minchiate ?
      Chi gliele ha raccontate ?
      Voltaire ?
      O quale altro collega di questo vomitevole professionista della mistificazione ?

      Clicchi sulla voce in rosso ” Card. Dolan “, se non ha un crampo al ditino, e magari, leggendo l’articolo, rischia di capire cosa vogliono dire il sig. Ferrini e Mons. Negri.

      Spero che il popolo americano stia ben attento a non farsi incantare dalle furbizie di un vezzeggiato parolaio che propone una legge che con violenza omicida priva futuri cittadini della loro esistenza.

  5. paolo scrive:

    Bisognerebbe anche dire, però, che Romney avrebbe distrutto TUTTA la riforma sanitaria di Obama, non solo la parte che copre l’aborto e la conttraccezione. Anzi, avrebbe anche tagliato le cure agli anziani e ai poveri (Medicare e Medicaid) garantite pure prima di Obama. Se Romney fosse stato meno estremista e avesse detto: “butto via l’acqua sporca e non il bambino (l’aborto e non le cure ai ceti mediobassi)”, forse avrebbe vinto. In realtà ha perso in modo molto netto, nonostante fino a pochi mesi fa avesse preaticamente la vittoria in pugno.

  6. paolo scrive:

    Diciamola tutta: il liberismo spinto di Romney e soprattutto del cattolico Ryan prevedeva di togliere la sanità soprattutto agli anziani. Ora, questi ultimi non possono essere coperti da assicurazioni private perché costerebbero troppo e dunque hanno bisogno di assistenza pubblica (sia pure elargita sussidiariamente anche da enti privati). Se si toglie loro l’assistenza Medicare essi sono in mezzo ai guai (a parte i ricchi) perché un anziano ha in genere bisogno di cure costose, prima o poi. Molti anziani hanno voltato le spalle a Romney per questo eccesso di liberismo, bisognerebbe ricordarlo, e non solo criticare Obama. Se Romney fosse stato più vicino ai ceti deboli, forse avrebbe vinto.

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La fortwo, l’utilitaria più corta sul mercato – è lunga solo 2,69 m – si aggiorna. La novità principale è rappresentata dalla disponibilità di serie, sin dall’allestimento entry level youngster, della frenata automatica d’emergenza e dei fendinebbia. Un upgrade in materia di sicurezza tutt’altro che marginale, esteso anche alla versione a quattro posti forfour. Tessuto […]

L'articolo smart fortwo e forfour 2018: danno di più proviene da RED Live.

Vi piace pedalare in collina? Se volete farlo in compagnia di migliaia di altri ciclisti, e con la possibilità di mettere alla prova il vostro spirito agonistico, l’occasione giusta è la 5° edizione della Granfondo Scott, in programma il 3 settembre 2017 con partenza e arrivo a Piacenza Expo. La manifestazione propone due percorsi, caratterizzati […]

L'articolo Granfondo Scott, al via il 3 settembre proviene da RED Live.

C’è qualcosa che non torna… Non dovevi cambiare radicalmente? Non dovevi votarti alla collocazione centrale del motore? Ah, manca ancora un anno? Questo, allora, significa che sei l’ultima versione della Corvette “tradizionale”. Il canto del cigno di una delle muscle car più apprezzate al mondo che, per festeggiare i 65 anni di carriera, debutta nella […]

L'articolo Chevrolet Corvette MY18: l’ultima volta proviene da RED Live.

“All for freedom, freedom for all”. È il nuovo motto di Harley-Davidson che intende sedurre anche chi non è (ancora) un motociclista

L'articolo Harley-Davidson, nuovo slogan proviene da RED Live.

Nel bel mezzo di Agosto, la Casa di Iwata lancia un criptico video teaser che anticipa quanto verrà svelato il 6 settembre alle 17:00: la Yamaha T7

L'articolo Yamaha T7, il video teaser proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana