Google+

Corte Ue: illegali brevetti che prevedono distruzione di embrioni umani

ottobre 18, 2011 Leone Grotti

La Corte di giustizia dell’Unione Europea si è pronunciata oggi sul caso Oliver Brüstle contro Greenpeace. Il neurobiologo Brüstle voleva brevettare un metodo per l’utilizzo di cellule staminali embrionali umane per curare malattie. La corte: «L’embrione umano è tale fin dalla fecondazione dell’ovulo. Brevetti che prevedano la sua distruzione sono illegali»

Si può brevettare un’invenzione che richieda la distruzione di embrioni umani? Oggi la Corte di giustizia dell’Unione Europea si pronunciata su questa domanda nell’ambito del caso Oliver Brüstle contro Greenpeace e ha risposto negativamente.

Brüstle è docente di Neurobiologia ricostruttiva all’università di Bonn e avrebbe trovato un metodo per l’utilizzo di cellule staminali embrionali umane allo stadio iniziale per curare malattie neurologiche come il Morbo di Parkinson. Nel 1997 Brüstle ha depositato il brevetto presso l’ufficio competente di Monaco di Baviera. A fare ricorso è stata la sezione tedesca di Greenpeace, che ha protestato contro l’utilizzo di embrioni umani. Nel 2009 il caso è stato trasferito alla Corte di giustizia dell’Ue, interpellata in via pregiudiziale in merito all’interpretazione dell’articolo 6(2)(c) della Direttiva 98/ 44/EC sulla protezione giuridica delle invenzioni biotecnologiche e soprattutto in merito all’interpretazione del termine “embrione umano“.

Secondo la Corte di giustizia europea la nozione di embrione umano «deve essere intesa in senso ampio: sin dalla fase della sua fecondazione qualsiasi ovulo umano deve essere considerato come un embrione umano, dal momento che la fecondazione è tale da dare avvio al processo di sviluppo di un essere umano». I giudici hanno anche sostenuto che «deve essere riconosciuta questa qualificazione di embrione umano anche all’ovulo umano non fecondato in cui sia stato impiantato il nucleo di una cellula umana matura e all’ovulo umano non fecondato indotto a dividersi e a svilupparsi attraverso partenogenesi». Dunque, è la conclusione, è illegale brevettare procedimenti che «possano portare alla distruzione dell’embrione umano, così definito».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

Assieme ad ABS ed ESP, il sistema di controllo elettronico della trazione è un cardine dei sistemi di sicurezza montati sulla vostra auto. Nel caso non lo sappiate, è un dispositivo elettronico in grado di rendervi le cose più semplici quando la strada è scivolosa. Scopriamolo assieme

L'articolo ASR, cos’è e come funziona il controllo di trazione delle auto proviene da RED Live.

400 cv, 855 kg e 2G di accelerazione laterale. La prima Dallara omologata per circolare su strada vanta prestazioni da capogiro. Disponibile in configurazione barchetta, targa o coupé scatta da 0 a 100 km/h in 3,25 secondi. E noi ci abbiamo fatto un giro

L'articolo Dallara Stradale, siamo saliti sulla barchetta dei record proviene da RED Live.

Nata anche da un'imbeccata di Stefano Accorsi, questa 308 al Nandrolone trasferisce su strada il meglio della versione Cup

L'articolo Peugeot 308 by Arduini Corse, one off su base GTi proviene da RED Live.

In 100.000 hanno raggiunto Praga da tutto il mondo per celebrare i 115 anni di un marchio più arzillo che mai. Una buona occasione per parlare del futuro di Harley-Davidson (che sarà anche elettrico) ma non solo

L'articolo Harley-Davidson, 115 di questi anni proviene da RED Live.

Arriva una serie speciale frutto della collaborazione con la rivista femminile Elle. Materiali e colori inediti si accompagnano a un rinforzo di tecnologia a bordo. Prezzi a partire da 13.250 euro

L'articolo Citroën C1 Elle Special Edition proviene da RED Live.