Google+

Concerto del 1° maggio: cantante alza un condom come fosse un’ostia: «Prendetene tutti»

maggio 2, 2013 Redazione

Luca Romagnoli, leader del gruppo “Management del Dolore Post Operatorio”, dopo questa sceneggiata si è spogliato nudo sul palco

Ieri durante il tradizionale concerto del 1° maggio in piazza san Giovanni a Roma ha fatto discutere l’esibizione del gruppo “Management del Dolore Post Operatorio”. Il leader del gruppo Luca Romagnoli (qui il suo profilo) ha prima alzato al cielo un preservativo, come se fosse un’ostia durante la Messa, dichiarando: «Questo è il modello che uso io, che toglie le malattie dal mondo, prendetene e usatene tutti, fate questo, sentite a me». Poi, prima di intonare la canzone “Porno bisogno”, si è scoperto la testa con la chierica rasata a zero come San Francesco.

GIÙ I PANTALONI. La Rai ha deciso di andare in pubblicità per non mandare in onda il resto dell’esibizione del gruppo. Per protestare, il cantante si è calato i pantaloni, rimanendo completamente nudo, prima di essere portato via di peso dal palco dal servizio d’ordine. Ora Romagnoli rischia una denuncia per atti osceni in luogo pubblico. L’organizzatore del Primo Maggio, Marco Godano, si è dissociato dall’episodio: «Perseguiremo la violenza e la scorrettezza anche per vie legali». Poi ha dichiarato: «Certi atteggiamenti stridono con i temi culturali, artistici e sociali che questo palco rappresenta».

EVENTO DATATO. Nonostante la piazza fosse piena, gli organizzatori parlano di 700 mila persone, l’evento non è stato un successo. Pioggia battente a parte, anche il segretario della Cgil Susanna Camusso ha parlato di evento datato, «segnato dal tempo». Elio e le storie tese, invece, hanno annunciato che il prossimo anno diserteranno il Concertone per altri eventi.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

26 Commenti

  1. Nicola says:

    Gli organizzatori sapevano benissimo a cosa andavano incontro invitandoli.
    Poi si dissociano da cosa? Da chi?
    Era tutto organizzato come Truman Show.
    MORALISTI MORALISTI
    E noi continuiamo a pagare il canone RAI

  2. giuliano says:

    Luca Romagnoli, il cantante di sinistra che sostituisce il comunismo morente con il condom. Diremmo un cantante OGM

  3. marzio says:

    Da quale manicomio era fuggito il tizio?

    • fsd says:

      uno è da manicomio perchè spiega ai ragazzi che un preservativo ti può salvare la vita?

  4. viccrep says:

    questo Romagnoli incapace di trovare parole sue, usa parole sante senza conoscere il significato e la portata, ma ancora più ignoranti e incompetenti i sindacati e organizzatori che scelgono della feccia per fare spettacolo che invece dovrebbe essere una festa.
    gli iscritti al sindacato dovrebbero denunciare queste scelte questo spreco di denaro.

  5. tribute to TM says:

    …CAPPUCCETTO ROSSO…..

  6. ragnar says:

    Ma se bisogna chiamare gente di sto tipo, non vale la pena piuttosto chiamare qualche gruppo black metal dichiaratamente satanico o blasfemo, tipo i Gorgoroth, i Behexen, i Marduk o simili? Almeno sappiamo cosa ci aspetta (capre crocifisse durante il concerto, etc…).

  7. francesco taddei says:

    ma se i cattolici impegnati nel sociale, nei sindacati e coop e anche nel celebrare il primo maggio non si fanno sentire a che serve che noi ci lamentiamo? che ci danno ascolto?

  8. Speranza says:

    E tutta pubblicità gratuita, basta non parlarne

  9. pikassopablo says:

    concordo con Speranza: trattasi solo di imbecilli che meritano l’oblio, con rispetto portando per l’oblio 😉

  10. Giorgio says:

    Che sfigato…essere conosciuto per il proprio gesto blasfemo piuttosto che per le proprie canzoni. Che misera consolazione!

  11. Giorgio says:

    Comunque, avrebbe fatto più bella figura se se lo fosse infilato in testa…

    • Charlie says:

      Da un punto di vista estetico è possibile che tu abbia ragione.
      Però sarebbe stato superfluo per capire che è una testa di cazzo.

  12. Gmtubini says:

    E’ solo un altro pidocchioso che aspira a far parte della nutrita congrega degli artisti da festival de l’unità.

  13. Luana Per says:

    Forse è arrivato il momento che i cattolici d’Italia si coordino per organizzare azioni di protesta stile flash mob, minifestazioni e tutte quelle attività che vanno in voga nei nostri tempi.

    Indignarsi è insufficiente. Siamo circondati dal male e l’unico modo per far sentire la nostra voce e diventare “attivisti cattolici”. Altro che praticante/non praticante. Qui ci vogliono azioni concrete..

  14. spectator says:

    Avrebbe dovuto metterselo suo padre ai tempi il preservativo, avremmo un coglione in meno sulla faccia della terra. E cmq non pagherò piu il canone RAI. FARABUTTI.

    • fsd says:

      spectator, oltre che a censurarlo la rai che doveva fare ? dargli fuoco?
      e tutto questo perchè ha cercato di diffondere un messaggio importantissimo come quello dell’uso del preservativo?

  15. Enrico says:

    In attesa della nomination per il Quirinale diamogli un Nobel per la medicina preservativa. Se l’ha preso Fo….

  16. Giorgio says:

    Bella la tua riflessione su preti e suore in africa : mentre loro si fanno un mazzo così per gli ultimi ( gli Ultimissimi) del mondo, tu ti limiti a osservare che si ” oppongono all’uso dei suddetti ” . Sarebbe come dire che, mentre loro ti indicano la luna, tu guardi il dito.

    • fd says:

      giorgio no sarebbe come dire mentre da una parte salvano parte della popolazione (in cambio di un convertimento, è ovvio, nulla per nulla) ne condannano un terzo (uno su tre, 33%) ad ammalarsi di hiv…
      che tattica è? bastone e carota?
      ci sono decine di associazioni laiche (amnesty, emergency, medici senza frontiere, etc) che aiutano la popolazione senza per questo pretendere conversioni o condannare l’uso del preservativo.
      i missionari farebbero meglio a stare a casa, fanno più danni che altro

  17. marcomonchi says:

    Cari amici ma chi sceglie chi invitare a sto primo maggio? A parte che il cantante in questione basta vederlo che si auto commenta da se vorrei chiedergli chi è il suo spacciatore ! Poi la Rai? La Rai è diventata un talk-show anche scadente basta boicottiamola stop al canone ad ogni aumento il servizio è sempre più di m…a!!!!!!!!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

La coupé dei quattro anelli festeggia il compleanno con un restyling lieve, che porta in dote più potenza e una dotazione arricchita

L'articolo Audi TT 2018, il restyling per i 20 anni proviene da RED Live.

La Renault Scenic porta al debutto la nuova motorizzazione 1.3 Tce in configurazione da 140 e 160 cv. Un quattro cilindri Tutbo benzina molto evoluto che vuole fare le scarpe al Diesel

L'articolo Prova Renault Scenic 1.3 TCe 140 e 160 cv proviene da RED Live.

Assieme ad ABS ed ESP, il sistema di controllo elettronico della trazione è un cardine dei sistemi di sicurezza montati sulla vostra auto. Nel caso non lo sappiate, è un dispositivo elettronico in grado di rendervi le cose più semplici quando la strada è scivolosa. Scopriamolo assieme

L'articolo ASR, cos’è e come funziona il controllo di trazione delle auto proviene da RED Live.

400 cv, 855 kg e 2G di accelerazione laterale. La prima Dallara omologata per circolare su strada vanta prestazioni da capogiro. Disponibile in configurazione barchetta, targa o coupé scatta da 0 a 100 km/h in 3,25 secondi. E noi ci abbiamo fatto un giro

L'articolo Dallara Stradale, siamo saliti sulla barchetta dei record proviene da RED Live.

Nata anche da un'imbeccata di Stefano Accorsi, questa 308 al Nandrolone trasferisce su strada il meglio della versione Cup

L'articolo Peugeot 308 by Arduini Corse, one off su base GTi proviene da RED Live.