Google+

Messaggi della categoria Esteri

Tempi.it

Missili su Tripoli, partita l’offensiva internazionale contro Gheddafi

Ieri sera è partita la missione della coalizione internazionale «Odyssey Dawn», che finora ha previsto frequenti attacchi con lancio di missili e bombe su Tripoli da parte di navi e caccia. L'obiettivo è di far rispettare a Muammar Gheddafi il cessate il fuoco e la no-fly zone decisa dall'Onu. Il rais: «Il Mediterraneo è diventato un campo di battaglia»
Redazione 21 marzo, 2011
Tempi.it

Bagnasco: «Preghiamo per la salvezza del popolo libico»

Lo ha detto il cardinale Angelo Bagnasco, presidente della Cei. Il cardinale: «Il perdono evangelico vale sempre, ma nel momento in cui io sono macchiato da una ingiustizia ho il dovere di intervenire. Per quanto riguarda la situazione in Libia, per adesso mi sembra troppo complessa per esprimere un qualche giudizio»
Redazione 20 marzo, 2011
Tempi.it

Gheddafi attacca Bengasi, violata la no-fly zone. Abbattuto un jet del rais

Gli uomini di Muammar Gheddafi hanno sferrato un attacco alla roccaforte dei ribelli, Bengasi, violando il cessate il fuoco pronunciato ieri e la no-fly zone imposta dalla risoluzione 1973 dell’Onu. Durante i bombardamenti, i ribelli hanno abbattuto un jet. Oggi pomeriggio a Parigi la comunità internazionale decide le modalità dell’attacco
Redazione 19 marzo, 2011
Tempi.it

L’Italia mette a disposizione basi e aerei contro la Libia – Rassegna stampa/1

Le commissioni Esteri e Difesa del Senato hanno approvato con voto bipartisan unanime la risoluzione che dà mandato all'esecutivo ad agire in base alla risoluzione 1973 dell'Onu sulla Libia. La Russa: «L'Italia interverrà con basi e aerei ma non via terra». Frattini: «Il trattato di amicizia tra Italia e Libia rimane per chi verrà dopo Gheddafi»
Redazione 19 marzo, 2011
Tempi.it

Parsi: «L’Italia deve intervenire contro Gheddafi. Saremo comunque colpiti»

Vittorio Emanuele Parsi, docente di Relazioni internazionali, spiega a Tempi.it perché l'Italia deve intervenire a fianco della comunità internazionale: «Se non lo facciamo, avremo due nemici: i ribelli di Bengasi e i paesi dell'Onu. Anche se Gheddafi non attaccherà le nostre basi come nel 1986, che vinca o meno, non farà più scambi economici con noi: ci rimettiamo in ogni caso»
Chiara Rizzo 18 marzo, 2011
Tempi.it

Egitto, solo i Fratelli Musulmani e gli ex di Mubarak vogliono gli emendamenti alla Costituzione

Il 19 marzo si terrà in Egitto il referendum per approvare o respingere emendamenti a nove articoli della Costituzione. A favore ci sono i Fratelli Musulmani e i resti del partito nazionale democratico di Mubarak. Tutti gli altri, specie i fautori della rivolta, sono contrari. Ecco perché
Rodolfo Casadei 18 marzo, 2011
Tempi.it

Giappone, parziale ripristino della corrente elettrica per raffreddare i reattori a Fukushima. Fallito il tentativo con gli elicotteri. Sale a 14.650 il numero delle vittime

Nel pomeriggio giapponese dovrebbe essere ripristinata l'energia elettrica nella centrale atomica di Fukushima e quindi i sistemi di raffreddamento dei reattori dovrebbero parzialmente tornare in funzione. Intanto fallisce il secondo tentativo di raffreddare il reattore numero tre con gli elicotteri. Il tasso radioattivo è salito a 3.000 microsievert l'ora intorno alla centrale. Il bilancio aggiornato e sottostimato: 5.321 vittime, 9.329 dispersi
Redazione 18 marzo, 2011
Tempi.it

Onu: via all’intervento militare in Libia e alla no-fly zone – Rassegna stampa/1

Approvata la risoluzione 1973 con 10 voti a favore e 5 astenuti. Previsto l'uso di «ogni mezzo» per proteggere i civili contro le forze di Gheddafi. Il rais minaccia rappresaglie: «Ogni azione contro di noi esporrà a pericoli il traffico aereo e marittimo nel Mediterraneo». L'Italia mette a disposizione le sue basi
Redazione 18 marzo, 2011
Tempi.it

Giappone, acqua marina sui reattori: l’elicottero rinuncia per le radiazioni

Le radiazioni sono troppo elevate, questo è il motivo per cui il primo elicottero ha rinunciato a riversare acqua marina sul terzo reattore della centrale nucleare di Fukushima 1. Il portavoce del governo annuncia che fuori dalla zona evacuata le radiazioni non sono dannose. L'imperatore Akihito in tv: «Prego per la salvezza di quante più persone possibile»
Redazione 17 marzo, 2011
Tempi.it

Alitalia risponde alle critiche: tariffa speciale agevolata per i voli dal Giappone

Creato un gruppo su Facebook dove molti italiani residenti in Giappone accusano la compagnia aerea di aver alzato i prezzi dei voli fino a 10 mila euro. Alitalia, di concerto con la Farnesina, abbassa i prezzi e crea una tariffa speciale. Voli spostati da Tokyo a Osaka per sicurezza. Rimborsi per chi deve spostarsi
Redazione 16 marzo, 2011
Pagine:«1...645646647648649...661»
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

I nuovi Kymco People S 125 e 150 2018 si rifanno nel look e sfruttano motori di ultima generazione. Piccole novità anche nella ciclistica, aggiornata e ora più rigida.

L'articolo Kymco People S 125 e 150 2018 proviene da RED Live.

PROLOGO Cento anni fa, era il 4 novembre 1917, nella fase più cruenta del grande conflitto mondiale, prese il via la 13ª edizione del Giro di Lombardia. Incredibile come solo undici giorni dopo la tragica battaglia di Caporetto (24 ottobre), che ci costò 12.000 morti, 30.000 feriti e oltre 260.000 prigionieri, la Gazzetta dello Sport […]

L'articolo Giro di Lombardia, 100 anni dopo proviene da RED Live.

Dal 2019 la Dorna organizzerà la Moto-e World Cup, primo Campionato mondiale con mezzi ad alimentazione elettrica. Le moto saranno le italianissime Energica

L'articolo Moto-e World Cup il mondiale è elettrico proviene da RED Live.

3.500 km dalla Finlandia all’Italia accompagnati da una costante tormenta di neve insegnano qualche trucco su come affrontare il bianco manto invernale. La tecnologia moderna applicata alle auto aumenta la sicurezza ma la differenza la fa sempre chi guida.

L'articolo Guida sulla neve – Consigli per guidare in sicurezza proviene da RED Live.

Forse non sarà la supercar più aggraziata sulla faccia del Pianeta, ma è senza dubbio la McLaren più estrema mai realizzata. Il suo nome è Senna, in omaggio all’indimenticabile pilota brasiliano, e il peso a secco è da urlo: 1.198 kg. L’erede della hypercar P1, contrariamente ai rumors che la volevano ibrida come l’antenata, rinuncia […]

L'articolo McLaren Senna: la più estrema di sempre proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download