Google+

A Bruxelles il 47% degli alunni studia l’islam. Poi la morale laica. Poi la religione cattolica

gennaio 23, 2012 Daniele Ciacci

Il 47 per cento dei bambini segue lezioni di religione islamica, il 28 per cento circa di “morale laica” e solo il 23,3 per cento di religione cattolica. Lo dicono i dati del Crisp, Centro di ricerca e informazione sociopolitica.

Il Belgio sta diventando a maggioranza musulmana? Lo dicono i dati del Crisp, Centro di ricerca e informazione sociopolitica. Nella scuola belga è possibile decidere quali lezione seguire tra la classica “religione cattolica”, l’islam oppure un’ora di non meglio definita “morale laica”.

All’interno della scuola primaria di Bruxelles, le percentuali sono così ripartite: il 47 per cento dei bambini segue lezioni di religione islamica, il 28 per cento circa di “morale laica” e solo il 23,3 per cento di religione cattolica. Quest’ultima, a seguito della secolarizzazione dilagante, diminuisce la sua influenza nella scuola secondaria: solo il 15,2 per cento degli adolescenti la segue, preferendo l’islam – 41,4 per cento – e la “morale laica” – 37,2 per cento.

La situazione della capitale, tuttavia, non è un valido termometro dell’intera nazione. In Fiandra, ad esempio, ben l’81,8 per cento dei liceali segue corsi di cultura cattolica, mentre il 13,1 per cento di morale laica. Gli islamici si presentano con una fetta minima del 3,8 per cento. In Vallonia, invece, i dati si ribaltano: la stragrande maggioranza dei fanciulli – 64,2 per cento – preferisce educarsi all’etica laica, mentre i cattolici sono al 26,4 per cento. I musulmani, all’ultimo posto, vantano una presenza scolastica pari al 7,8 per cento.

La condizione di Bruxelles è specchio di una nazione intrinsecamente ricca di conflitti confessionali. E solo qui gli islamici sembrano prendere il sopravvento. D’altronde, insieme a Londra e alla svedese Malmö, Bruxelles è una delle capitali “musulmane” europee, con circa 300 mila musulmani di cui il 60 per cento praticante. Alcuni di essi sono abitanti locali convertiti, per lo più giovani: come Muriel Degauque, morta a Bagdad in un attentato suicida nel 2005.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

Assieme ad ABS ed ESP, il sistema di controllo elettronico della trazione è un cardine dei sistemi di sicurezza montati sulla vostra auto. Nel caso non lo sappiate, è un dispositivo elettronico in grado di rendervi le cose più semplici quando la strada è scivolosa. Scopriamolo assieme

L'articolo ASR, cos’è e come funziona il controllo di trazione delle auto proviene da RED Live.

400 cv, 855 kg e 2G di accelerazione laterale. La prima Dallara omologata per circolare su strada vanta prestazioni da capogiro. Disponibile in configurazione barchetta, targa o coupé scatta da 0 a 100 km/h in 3,25 secondi. E noi ci abbiamo fatto un giro

L'articolo Dallara Stradale, siamo saliti sulla barchetta dei record proviene da RED Live.

Nata anche da un'imbeccata di Stefano Accorsi, questa 308 al Nandrolone trasferisce su strada il meglio della versione Cup

L'articolo Peugeot 308 by Arduini Corse, one off su base GTi proviene da RED Live.

In 100.000 hanno raggiunto Praga da tutto il mondo per celebrare i 115 anni di un marchio più arzillo che mai. Una buona occasione per parlare del futuro di Harley-Davidson (che sarà anche elettrico) ma non solo

L'articolo Harley-Davidson, 115 di questi anni proviene da RED Live.

Arriva una serie speciale frutto della collaborazione con la rivista femminile Elle. Materiali e colori inediti si accompagnano a un rinforzo di tecnologia a bordo. Prezzi a partire da 13.250 euro

L'articolo Citroën C1 Elle Special Edition proviene da RED Live.