Google+

La video arte brutale di Theys rivela le nostre contraddizioni (con un messaggio di redenzione)

agosto 12, 2013 Mariapia Bruno

Crudo e senza peli sulla lingua Koen Theys crede fermamente che l’arte venga sempre assorbita dal circolo del potere, anche se gli artisti fanno di tutto per evitarlo. «È meglio concepirla sin dall’inizio sulla base di questo “assorbimento”, all’interno di questa negatività» afferma questo pioniere della video arte belga di cui è bene fissarsi a mente il nome. Certo, i più suggestionabili proverebbero ribrezzo o orrore di fronte a certi filmati cruenti che sono, in realtà, ben lungi da qualunque mero gusto dell’orrido o perversione macabra.

Ipercritico – inutile a dirlo – nei confronti della società, dell’arte e della cultura, Theys – momentaneamente protagonista della retrospettiva Home-Made Victories, aperta fino al 18 agosto allo S.M.A.K. di Gand (Belgio) – sottolinea con ironia le contraddizioni non solo dell’artista, ma anche dell’uomo, contemporaneo che vive il conflitto tra due desideri contraddittori: essere unico, dunque distinguersi per la sua eccezionalità di individuo, e appartenere a un gruppo, evitando in questo modo l’isolamento. Toccante l’opera Crime 01 che, in due schermi, proietta, da un lato il filmato di un uomo con il viso coperto dalla maschera di un cane della Disney che fa a pezzi il corpo di un cane per poi creare con i resti una sorta di natura morta, visibile nell’altro monitor, dove al centro vagisce un bambino nella culla. Qui il disgusto dell’artista per la violenza e il messaggio simbolico del ciclo della vita: la nascita, la morte, la resurrezione.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

I nuovi Kymco People S 125 e 150 2018 si rifanno nel look e sfruttano motori di ultima generazione. Piccole novità anche nella ciclistica, aggiornata e ora più rigida.

L'articolo Kymco People S 125 e 150 2018 proviene da RED Live.

PROLOGO Cento anni fa, era il 4 novembre 1917, nella fase più cruenta del grande conflitto mondiale, prese il via la 13ª edizione del Giro di Lombardia. Incredibile come solo undici giorni dopo la tragica battaglia di Caporetto (24 ottobre), che ci costò 12.000 morti, 30.000 feriti e oltre 260.000 prigionieri, la Gazzetta dello Sport […]

L'articolo Giro di Lombardia, 100 anni dopo proviene da RED Live.

Dal 2019 la Dorna organizzerà la Moto-e World Cup, primo Campionato mondiale con mezzi ad alimentazione elettrica. Le moto saranno le italianissime Energica

L'articolo Moto-e World Cup il mondiale è elettrico proviene da RED Live.

3.500 km dalla Finlandia all’Italia accompagnati da una costante tormenta di neve insegnano qualche trucco su come affrontare il bianco manto invernale. La tecnologia moderna applicata alle auto aumenta la sicurezza ma la differenza la fa sempre chi guida.

L'articolo Guida sulla neve – Consigli per guidare in sicurezza proviene da RED Live.

Forse non sarà la supercar più aggraziata sulla faccia del Pianeta, ma è senza dubbio la McLaren più estrema mai realizzata. Il suo nome è Senna, in omaggio all’indimenticabile pilota brasiliano, e il peso a secco è da urlo: 1.198 kg. L’erede della hypercar P1, contrariamente ai rumors che la volevano ibrida come l’antenata, rinuncia […]

L'articolo McLaren Senna: la più estrema di sempre proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download