Google+

Partorire un’altra volta

maggio 16, 2016 Marina Corradi

camera-disordine-shutterstock_251686522

Pubblichiamo la rubrica di Marina Corradi contenuta nel numero di Tempi in edicola (vai alla pagina degli abbonamenti)

Milano, maggio. Questa domenica la casa è vuota, a parte noi due, il cane e i gatti. I figli, in giro: chi dalla fidanzata, chi a una gita, chi a una festa. È assolutamente giusto, mi dico, che a diciotto o vent’anni, e anche prima, vadano per la loro strada. E che angoscia sarebbe invece vederli chiusi in casa, da soli. In questo primo maggio invece sono tutti, felicemente, altrove.

Certo, la casa è grande, e senza di loro il lungo corridoio – quello in cui si rincorrevano gridando, da piccoli – è così silenzioso. La stanza dei due maschi, un po’ spoglia, con le maglie e le scarpe abbandonate a casaccio, come fanno loro. Quella della figlia, invece, dalla netta dolce impronta femminile. Ma entrambe vuote, con i gatti che indolenti mi fissano, dai cuscini di cui si sono appropriati.

Il soggiorno poi, con la tv spenta, e la cucina, troppo grande, senza le loro voci. A tavola, due soli piatti sono pochi. Faccio fatica a reggere questo silenzio. (Quando leggo del desiderio affannoso delle coppie che non riescono ad avere figli, io capisco bene il loro dolore e la loro domanda. Però, mi chiedo, lo sapranno che quel figlio che anelano non è una cosa che si possiede, e che già a sedici anni vorrà scegliersi gli amici, e poi la vita?).

In verità, la fine della loro adolescenza per me è come un partorire un’altra volta, un metterli definitivamente al mondo. Perché quando nascono li tieni fra le braccia, e puoi credere che siano tuoi; ma adesso, occorre lasciarli andare. Ed è più difficile, e più duro. La casa che colmavano con le loro grida e le Barbie, e il Lego in cui sempre si inciampava, mi sembra un guscio abbandonato. A volte portano a casa gli amici, e allora attorno al gran tavolo in cucina tornano voci e risate, e io dalla mia stanza ne respiro felice l’eco. Sono contenta persino di lavare i piatti delle spaghettate improvvisate. Mi accorgo che quando passo davanti a questi giovani ospiti c’è un istante di silenzio, come se comparisse uno straniero; e mi ricordo come anche per me era così, quando a casa delle amiche arrivava la mamma, e allora tutte si taceva un istante; essendo quella adulta gentile evidentemente altra da noi, diciottenni. Mi pare, a dire la verità, passato così poco, da quando ero io, come loro. Ma taccio, certo: certe cose non si dicono.

Mi godo quindi i giorni in cui la casa è piena di vita, come si godono gli ultimi giorni caldi d’estate. Non dirò mai ai miei figli: restate. Loro, devono andare.

Aspetterò, paziente, che il tempo scorra, e che infine arrivino i nipoti che statisticamente, mi dico a consolarmi, mi spetterebbero, secondo i miei calcoli. E quando me li porteranno questa casa grande di nuovo respirerà, piena di vita.

Nelle stanze vuote percorse dai gatti padroni, a coda alta, quasi insolenti, sorrido infine di questo secondo parto che si compie in silenzio. Andate, ragazzi: non siete nostri, ci siete stati soltanto affidati.

Foto vestiti da Shutterstock


Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

1 Commenti

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Audi accelera sulla strada dell’elettrificazione della gamma. Dopo la presentazione della nuova A8, proposta al lancio nelle configurazioni V6 3.0 TFSI e TDI “mild hybrid”, vale a dire con impianto elettrico a 48 volt, ora anche le famiglie A4 e A5 beneficiano d’inedite motorizzazioni mHEV che portano in dote tutti i vantaggi fiscali e di […]

L'articolo Audi A4 e A5, è tempo di micro ibrido proviene da RED Live.

Arriva in gruppo tra gli ultimi, guarda tutti dritto negli occhi, mostra i muscoli e fa subito la voce grossa. E no, non è un bullo. Parliamo, piuttosto, della SUV Volkswagen T-Roc. Destinata a scendere in lizza nel segmento di mercato più frizzante, combattuto e attraente del momento, vale a dire quello delle sport utility […]

L'articolo Prova Volkswagen T-Roc proviene da RED Live.

In KTM hanno le idee chiare: il futuro della mobilità è elettrico. Ecco perché la nuova KTM Freeride E-XC, rinnovata da cima a fondo, è solamente un punto di partenza

L'articolo KTM Freeride E-XC, l’enduro green proviene da RED Live.

Prima erano una cosa sola. Ora sono divise. O meglio, in futuro avranno specializzazioni e target diversi. Volvo e Polestar, quest’ultima sino a ieri divisione ad alte prestazioni del brand svedese, si sono separate e vivranno di luce propria. Polestar, oltretutto, cambierà pelle, passando dall’elaborazione ufficiale dei modelli della Casa nordica alla realizzazione di vetture […]

L'articolo Polestar 1: il nuovo mondo proviene da RED Live.

Il progetto Émonda è nato per dimostrare che Trek era non solo in grado di costruire la bicicletta di serie più leggera al mondo, ma di renderla anche capace di offrire elevate performance. I confini della ricerca sembrano essere fatti perché li si possa superare e ciò che è successo con il MY 2018 lo dimostra: […]

L'articolo Nuova Trek Émonda 2018, la leggerezza non ha limiti proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download