Google+

Modigliani e gli amici di Montparnasse in mostra al Palazzo Reale di Milano

febbraio 11, 2013 Mariapia Bruno

Nei primi del Novecento pittori, scrittori, intellettuali, e anche rifugiati politici partivano alla volta di Parigi, questa volta diretti non nella collinetta di Montmarte a dipingere en plain air come i loro colleghi impressionisti o gli amanti di club come le Chat Noir, ma nel quartiere degli artisti -che oggi chiameremmo alternativi – ad est della Senna. Lasciata alle spalle la vita precedente, nella zona di Montparnasse, ognuno di essi cercava di salvare il proprio sogno, come Modigliani, sbarcato dans la Ville Lumière nel 1906, era solito affermare. Soutine, Utrillo, Suzanne Valadon, Kisling, Hemingway, Miller, Jarry e Cocteau furono i protagonisti di quelle strade e di uno stile di vita a cui il Palazzo Reale di Milano dedica la retrospettiva intitolata Modigliani, Soutine e gli artisti maledetti. La collezione Netter.

Aperta dal prossimo 21 febbraio all’8 settembre 2013, la mostra milanese espone una serie di opere che, come afferma il curatore Marc Restellini, «non sono state mostrate al pubblico da più di settantʼanni, e oggi ricompaiono come per magia, come uscite da un altro mondo». Lontani dall’aria viziata delle trattorie a buon mercato, delle bettole e delle cantine dove gli artisti erano soliti riunirsi per bere e discutere di arte e politica, quel che ci resta dei loro tempi sono queste preziose creazioni che hanno cambiato ancora una volta i canoni estetici ormai storicizzati, apportando rivoluzioni nel modo di dipingere paesaggi – lontani ormai dai canoni del naturalismo – e ritratti, come nel caso di Modigliani, lontani da qualunque logica realista ma vicini allo sguardo spesso sperduto dell’anima.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Il Wörthersee Meeting, vale a dire il più grande raduno tuning dedicato alle vetture del Gruppo VW, è da sempre una ghiotta occasione per i dipendenti della Casa tedesca per mostrare al mondo delle concept che, spesso, anticipano i modelli destinati a entrare in produzione. Così è avvenuto per la Golf GTI Clubsport. E così […]

L'articolo VW Golf GTI First Decade: la prima volta dell’ibrido proviene da RED Live.

La SUV nipponica si rinnova puntando su di una linea aggressiva e un telaio dalla superiore rigidità torsionale. Confermata la gamma motori che ai benzina 2.0 e 2.5 vede affiancarsi un 2.2 td. Debutta il sistema G-Vectoring Control.

L'articolo Mazda CX-5: a me gli occhi proviene da RED Live.

Compatta, anzi compattissima, e a zero emissioni. La e.Go Life rappresenta ad oggi il progetto più concreto di city car elettrica “indipendente”, vale a dire nata fuori dalla sfera di controllo dei grandi costruttori. Una vettura che fa dell’economia il proprio fiore all’occhiello, dato che in Germania è già ordinabile con prezzi a partire da […]

L'articolo e.Go Life: indipendenza elettrica proviene da RED Live.

Era arrivato il momento… In effetti dalla presentazione del Diablo Scooter sono passati dodici anni: correva l’anno 2005 e ad oggi l’evoluzione dei mezzi è stata incredibile, soprattutto in termini di prestazioni. Per Pirelli si è trattato di un investimento importante che ha dato due frutti che coprono la quasi totalità di tipologie di scooter presenti […]

L'articolo Prova Pirelli Angel e Diablo Rosso scooter proviene da RED Live.

Motori al minimo. Guardo a sinistra, mi rendo conto che se sommo l’età dei due piloti che mi affiancano sulla griglia di partenza il risultato supera di poco la metà dei miei anni. C’è davvero da chiedersi cosa diavolo ci faccio qui io in mezzo a questa masnada di mocciosi dal polso molto (troppo) snodato. […]

L'articolo In pista al CIV con KTM RC390 – Ricomincio da 3 (e 90) proviene da RED Live.

Strategie di Content Marketing - Video Academy di MailUp - banner iscrizione
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana