Google+

Milano, incontro con Oscar Lopez, l’uomo cresciuto da due “mamme” e contrario alle nozze gay

aprile 1, 2014 Redazione

lopez-incontroÈ stato cresciuto dalla madre e dalla sua compagna. Ha vissuto per quasi 30 anni nel mondo dell’attivismo Lgbt. Fino a quando, a 28 anni, si è innamorato di una donna.
Robert Oscar Lopez, professore presso la California State University, oggi sposato con un figlio, questa sera alle ore 21 racconterà la sua vita in un incontro organizzato dalla Fondazione Tempi, da Obiettivo Chaire e da Alleanza Cattolica presso Palazzo Isimbardi, in corso Monforte 35, Milano.

«FRENATE QUESTA CORSA». Lopez, per la prima volta in Italia, ha più volte raccontato quanto «crescere con due donne mi fece soffrire, più dei miei compagni cresciuti in famiglie divorziate». «Senza una figura maschile e femminile di riferimento», si cresce «confusi, nervosi» e «senza fiducia verso gli altri».
Nel 2013, ai legislatori del Minnesota che si accingevano a legalizzare il matrimonio gay, Lopez chiese di «frenare la corsa», perché «i bambini non possono diventare proprietà degli adulti», aggiungendo che «abbiamo sentito tante campane, ma mai quelle dei diretti interessati a cui non viene data voce». La sofferenza di quest’uomo e la lotta per ritrovare un equilibrio oggi gli fanno dire con certezza che «non farò soffrire mio figlio, ho giurato che non avrei mai divorziato», perché «non intendo buttare via la madre di mio figlio» e perché «quando uno è padre fa dei sacrifici e mette da parte i propri comodi».

 

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.

5 Commenti

  1. beppe scrive:

    quando dai settimanali patinati – GIOIA- naomi campbell ( che, poverina , non ha un uomo SOTTO MANO ) dice che VUOLE UN FIGLIO e che è disposta AD AVERLO DA SINGLE, c’è poco da fare. hanno occupato tutti i gangli dell’informazione. sempre nello stesso numero, la solita coppia di gay con figlio adottato replica così alle critiche :” il nostro bambino ha due papà. punto. ”.

  2. Xmen scrive:

    Prego vivamente di diffondere il contenuto di questa serata sul web, da qualunque parte,
    Grazie

La rassegna stampa di Tempi
Pellegrinaggio iStoria-Tempi in Terra Santa

Tempi Motori – a cura di Red Live

La nuova generazione della compatta francese riprende alcuni elementi stilistici della crossover C4 Cactus e può contare su possibilità di personalizzazione sconosciute al vecchio modello. Balzo generazionale quanto a infotainment e dotazioni di sicurezza.

Sono passati 30 anni dalla prima vittoria alla Grande Boucle. Per festeggiare l'evento il brand francese lancia un'edizione limitata di 200 esemplari della sua punta di diamante e un concorso fotografico sui Social

Ispirata nel design alla 911, la seconda generazione della berlina sportiva tedesca cambia tanto nell’aspetto quanto nel layout dell’abitacolo e nella meccanica. Top di gamma la Turbo da 550 cv. Debuttano il cambio PDK a 8 marce e l’assale posteriore sterzante.

Nata per le competizioni, si è evoluta attraverso cinque generazioni e 30 anni sino a divenire una berlina dal fascino unico, ideale punto d’incontro di performance e stile. Ecco la storia della BMW M3.

L’edizione speciale della city car torinese, realizzata in collaborazione con i cantieri nautici Riva, può contare su di una ricca dotazione di serie e finiture pregiate in radica e pelle. Prezzi al lancio, sia per la versione chiusa sia per la cabrio, da 17.900 euro.

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana