Google+

Milano, incontro con Oscar Lopez, l’uomo cresciuto da due “mamme” e contrario alle nozze gay

aprile 1, 2014 Redazione

lopez-incontroÈ stato cresciuto dalla madre e dalla sua compagna. Ha vissuto per quasi 30 anni nel mondo dell’attivismo Lgbt. Fino a quando, a 28 anni, si è innamorato di una donna.
Robert Oscar Lopez, professore presso la California State University, oggi sposato con un figlio, questa sera alle ore 21 racconterà la sua vita in un incontro organizzato dalla Fondazione Tempi, da Obiettivo Chaire e da Alleanza Cattolica presso Palazzo Isimbardi, in corso Monforte 35, Milano.

«FRENATE QUESTA CORSA». Lopez, per la prima volta in Italia, ha più volte raccontato quanto «crescere con due donne mi fece soffrire, più dei miei compagni cresciuti in famiglie divorziate». «Senza una figura maschile e femminile di riferimento», si cresce «confusi, nervosi» e «senza fiducia verso gli altri».
Nel 2013, ai legislatori del Minnesota che si accingevano a legalizzare il matrimonio gay, Lopez chiese di «frenare la corsa», perché «i bambini non possono diventare proprietà degli adulti», aggiungendo che «abbiamo sentito tante campane, ma mai quelle dei diretti interessati a cui non viene data voce». La sofferenza di quest’uomo e la lotta per ritrovare un equilibrio oggi gli fanno dire con certezza che «non farò soffrire mio figlio, ho giurato che non avrei mai divorziato», perché «non intendo buttare via la madre di mio figlio» e perché «quando uno è padre fa dei sacrifici e mette da parte i propri comodi».

 

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.

5 Commenti

  1. beppe scrive:

    quando dai settimanali patinati – GIOIA- naomi campbell ( che, poverina , non ha un uomo SOTTO MANO ) dice che VUOLE UN FIGLIO e che è disposta AD AVERLO DA SINGLE, c’è poco da fare. hanno occupato tutti i gangli dell’informazione. sempre nello stesso numero, la solita coppia di gay con figlio adottato replica così alle critiche :” il nostro bambino ha due papà. punto. ”.

  2. Xmen scrive:

    Prego vivamente di diffondere il contenuto di questa serata sul web, da qualunque parte,
    Grazie

La rassegna stampa di Tempi
Sulle tracce di Cristo - Viaggio in Terrasanta con don Luigi Giussani

Tempi Motori – a cura di Red Live

24 cm più lunga della berlina dalla quale deriva, la nuova Hyundai i30 Wagon punta sulla concretezza e la razionalità. Forte di un bagagliaio con una capienza massima di ben 1.650 litri, è costellata di numerosi vani portaoggetti e soluzioni “furbe” che giocano a favore dell’abitabilità. La famigliare coreana, ambiziosa al pari della “sorella” a […]

L'articolo Hyundai i30 Wagon: la guerra dello spazio proviene da RED Live.

Più grande e di conseguenza più spaziosa, la Countryman cambia nel volume (+20 centimetri di lunghezza, +3 di larghezza, +7,5 di passo) ma non nelle proporzioni, che restano equilibrate ed armoniche. All’interno trovano posto cinque passeggeri, non più costretti a stringersi, specie dietro; più che discreta la capacità del bagagliaio, che parte da 450 litri per […]

L'articolo Prova MINI Countryman Cooper SD proviene da RED Live.

Thunder Stroke™ 111: è il cuore che muove la Springfield, un bicilindrico a V da 1.811 cc e 135 Nm di coppia massima. La stazza conta fino a un certo punto e, a fronte di una distribuzione dei pesi ottimale, i 390 kg non fanno paura. Il prezzo, invece, un po' di più: 27.290 euro.

L'articolo Prova Indian Springfield proviene da RED Live.

LIVE Uscire dal seminato, e dagli stereotipi. Ci sono auto ricercate perché “le hanno tutti” e altre che invece offrono un punto di vista differente sul concetto di auto premium. Se siete tra chi cerca qualcosa di diverso, allora potete inserire senza ombra di dubbio Volvo nel carniere dei concessionari da visitare. La casa svedese […]

L'articolo Prova Volvo V60 Cross Country proviene da RED Live.

È arrivato all’EICMA del 2015, come un fulmine a ciel sereno. Allora si chiamava City Adventure ed ebbe tutti gli occhi addosso. Guardandolo si intuiva che non sarebbe stato un concept fine a se stesso. Troppo definiti i dettagli, troppo precise le saldature, troppo belli i cerchi a raggi (con il posteriore da 15 pollici) […]

L'articolo Prova Honda X-ADV proviene da RED Live.

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana