Google+

Milano, incontro con Oscar Lopez, l’uomo cresciuto da due “mamme” e contrario alle nozze gay

aprile 1, 2014 Redazione

lopez-incontroÈ stato cresciuto dalla madre e dalla sua compagna. Ha vissuto per quasi 30 anni nel mondo dell’attivismo Lgbt. Fino a quando, a 28 anni, si è innamorato di una donna.
Robert Oscar Lopez, professore presso la California State University, oggi sposato con un figlio, questa sera alle ore 21 racconterà la sua vita in un incontro organizzato dalla Fondazione Tempi, da Obiettivo Chaire e da Alleanza Cattolica presso Palazzo Isimbardi, in corso Monforte 35, Milano.

«FRENATE QUESTA CORSA». Lopez, per la prima volta in Italia, ha più volte raccontato quanto «crescere con due donne mi fece soffrire, più dei miei compagni cresciuti in famiglie divorziate». «Senza una figura maschile e femminile di riferimento», si cresce «confusi, nervosi» e «senza fiducia verso gli altri».
Nel 2013, ai legislatori del Minnesota che si accingevano a legalizzare il matrimonio gay, Lopez chiese di «frenare la corsa», perché «i bambini non possono diventare proprietà degli adulti», aggiungendo che «abbiamo sentito tante campane, ma mai quelle dei diretti interessati a cui non viene data voce». La sofferenza di quest’uomo e la lotta per ritrovare un equilibrio oggi gli fanno dire con certezza che «non farò soffrire mio figlio, ho giurato che non avrei mai divorziato», perché «non intendo buttare via la madre di mio figlio» e perché «quando uno è padre fa dei sacrifici e mette da parte i propri comodi».

 

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.

5 Commenti

  1. beppe scrive:

    quando dai settimanali patinati – GIOIA- naomi campbell ( che, poverina , non ha un uomo SOTTO MANO ) dice che VUOLE UN FIGLIO e che è disposta AD AVERLO DA SINGLE, c’è poco da fare. hanno occupato tutti i gangli dell’informazione. sempre nello stesso numero, la solita coppia di gay con figlio adottato replica così alle critiche :” il nostro bambino ha due papà. punto. ”.

  2. Xmen scrive:

    Prego vivamente di diffondere il contenuto di questa serata sul web, da qualunque parte,
    Grazie

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Estrema tanto nell’aspetto quanto nella meccanica, la concept coreana anticipa la prima sportiva affidata al reparto Hyundai N. Adotta un 2.0 turbo benzina da 380 cv abbinato a un cambio a doppia frizione e alla trazione integrale.

La seconda generazione della SUV tedesca cresce nelle dimensioni e adotta soluzioni hi-tech in ambito sia multimediale sia di sicurezza. Mediamente più leggera di 90 kg, può contare su motori turbo benzina e diesel con potenze da 150 a 286 cv.

La seconda generazione della berlina ibrida plug-in nipponica percorre 100 km con un litro di benzina e sino a 50 km in modalità elettrica complice la ricarica solare al tetto. Confermato il powertrain ibrido da 122 cv. La batteria si ricarica in poco più di 3 ore.

Il design richiama elementi cari sia alle sportive BMW sia alle vetture maggiormente votate all’off road. La concept bavarese anticipa una nuova SUV coupé derivata da X1 che entrerà in produzione nel corso del 2017.

Ecco le nostre proposte per un fine settimana a pedali, a motore ma non solo. Se non sapete cosa fare date un'occhiata, se sapete già cosa fare potremmo farvi cambiare idea...

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana