Google+

Ma come ha fatto Costantino a vincere «in hoc signo»?

dicembre 4, 2012

Sono stato a visitare la mostra su Costantino e l’editto di Milano e ne sono uscito con una domanda: perché lui, in hoc signo, ha vinto e noi le perdiamo tutte? Perché lui le ha suonate a Massenzio e noi, da almeno quarant’anni, perdiamo ogni referendum, ogni votazione parlamentare, ogni ricorso alla Corte di Strasburgo che provi a difendere i cosiddetti principi non negoziabili?

Perdiamo e perderemo sempre di più. Se ci fosse una legge che consentisse il matrimonio con un comodino e noi provassimo ad abrogarla perderemmo pure in quel caso.

Le possibilità mi paiono due. Prima: Costantino si è dimenticato di dirci che dopo vinces c’era un asterisco che rimandava a pie’ visione dove stava scritto “Offerta valida solo per gli imperatori romani e fino ad esaurimento delle scorte di una”.

Seconda. Queste battaglie non sono in hoc signo. Dura da digerire ma stringente nella sua logica. A noi sembra che siano in hoc signo, in realtà sono solo nel segno di una visione ideologica della vita, ideologia cristiana, certo, ma sempre ideologia.

Del resto non sono stato mica io a scrivere che la verità non si afferma con un articolo di legge ma attraverso la «libera facoltà di aderire, vuoi alla fede dei cristiani, vuoi a quella religione che ciascuno reputi la più adatta a se stesso».

A dire il vero ci sarebbe anche una terza opzione, che io dica un mucchio di scemenze e che subisca la cattiva influenza di un vescovo ariano. Giudicate voi.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La berlina sportiva del Tridente può ora contare su dotazioni multimediali e di sicurezza allineate alle rivali tedesche. Il V6 3.0 biturbo della versione d’ingresso a benzina eroga 350 cv anziché i precedenti 330 cv. Debuttano i pacchetti Luxury e Sport.

Il contest musicale King Of The Flow accompagna al debutto la crossover compatta giapponese. Tra chi voterà uno degli artisti protagonisti c'è in palio proprio una Toyota C-HR

La Casa svedese torna a proporre una wagon di grandi dimensioni (4,96 metri). Al design ricercato e ai sistemi di sicurezza d’ultima generazione si affiancano moderni quadricilindrici sovralimentati a benzina e gasolio. La guida è un’esperienza sensoriale fatta di lusso e sostanza.

L'Honda X-ADV potrebbe diventare capostipite di un nuovo genere: quello degli scooter medi con vocazione da giramondo. Nelle piccole cilindrate, però, il matrimonio tra scudo e tassello funziona già da molto tempo, come insegna il Booster

La piccola di Russelsheim debutta al Salone di Parigi in una nuova versione che strizza l'occhio al mondo dei Suv. Ha un assetto rialzato di 18 mm e un look fuoristradistico

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana