Google+

L’amore per la carta di Carmen Herrera

gennaio 21, 2013 Mariapia Bruno

Dalla carta alla tela, per poi tornare alla carta, molti anni dopo. È un amore che nasce nella prima metà del Novecento quello di Carmen Herrera (Cuba, 1915) per i dipinti a matita e acrilico su carta di cui ne rivisita, nel corso degli anni, le diverse possibilità espressive. Cuore dell’intera opera è per l’artista cubana il disegno preparatorio, che consiste in disegni matematici su carta da lucido, che vengono combinati insieme in modo da formare linee, numeri e forme decise e rigorose, geometrie valorizzate da una sapiente e logica scelta dei colori.

Il risultato è una miscellanea di forme, strutture e relazioni spaziali che riportate su basi cartacee di grande formato danno vita a una visione d’insieme completa, dove la forma è definita dal colore, che la purifica, la rende chiara, lineare e completa. Dal titolo Carmen Herrera. Works on paper 2010 – 2012, la retrospettiva aperta dal prossimo 24 gennaio al 15 marzo 2013 presso la Lisson Gallery di Milano, racconterà al pubblico italiano le opere nate da una passione di questo genere.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Un'aerodinamica di nuova generazione caratterizza il telaio della nuova top di gamma del marchio veneto. Tecnologia Balanced Design, manubrio integrato e freni direct mount per un prezzo che parte da 4.600 euro

Alla versione orientata all’off road dell’ammiraglia Jeep si accompagna il debutto, per Renegade, del cambio a doppia frizione DCT in abbinamento al 1.6 Mjet da 120 cv. Svelati inediti pacchetti di personalizzazione Mopar e nuove serie limitate.

Debutta a Parigi la nuova gamma elettrica della city car tedesca. Il motore a zero emissioni eroga 82 cv ed è disponibile sia per la biposto fortwo coupé/cabrio sia per la cinque porte forfour. Autonomia di 160 km e ricarica più rapida che in passato.

La berlina sportiva del Tridente può ora contare su dotazioni multimediali e di sicurezza allineate alle rivali tedesche. Il V6 3.0 biturbo della versione d’ingresso a benzina eroga 350 cv anziché i precedenti 330 cv. Debuttano i pacchetti Luxury e Sport.

Il contest musicale King Of The Flow accompagna al debutto la crossover compatta giapponese. Tra chi voterà uno degli artisti protagonisti c'è in palio proprio una Toyota C-HR

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana