Google+

La potenza del ritaglio nei collage di Beppe Devalle

maggio 28, 2012 Mariapia Bruno

Parallelamente alla mostra Tecnica Mista che spiega – tra il serio e l’ironico – l’arte contemporanea a neofiti e non, il Museo del Novecento di Milano ospita un’altra retrospettiva che invita il visitatore a prendere confidenza con una tecnica artistica che ha visto il suo boom negli anni Sessanta del secolo scorso: il collage. Protagonisti dell’evento intitolato Beppe Devalle. Collages degli anni Sessanta visibile fino al 7 ottobre, gli “incollaggi” realizzati dal torinese Beppe Devalle tra il 1963 e il 1966, periodo in cui il suddetto artista – già abbastanza noto – abbandona una pittura dai forti riferimenti Kleeliani per dedicarsi al ritaglio di magazines americani e di vecchie riviste di moda. Quella che a prima vista è sembrata una scelta azzardata, in realtà ha condotto lo sperimentatore verso una nuova scoperta.

Mettendo, infatti, alla prova nuove regole di montaggio – la griglia immaginaria entro cui posiziona i contenuti – l’artista impara a potenziare la tensione tra i margini del ritaglio, i profili degli oggetti selezionati dentro il ritaglio (le nuove icone della modernità come le belle auto, le protagoniste dello “chic” internazionale come Audrey Hepburn), e il profilo del nuovo oggetto che da questi accostamenti viene fuori. Una volta presa confidenza con questo nuovo approccio/metodo creativo, Devalle capì che questi accostamenti fotografici – tra cui spiccano Insalata Firestone del 1963 e Speed del 1964 – potevano costituire una sorta di modernissimo trattato di armonia per la pittura. Ecco da dove sono nati i quadri da lui esposti alla Biennale del 1966.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Con un look esclusivo e sospensioni più raffinate la Yamaha MT-09 SP va a porsi al vertice della gamma della hyper naked tricilindrica di Iwata. Il suo prezzo è di 10.190 euro f.c.

L'articolo Prova Yamaha MT-09 SP proviene da RED Live.

Nissan propone per il 2018 un restyling di X-Trail che rinnova senza rivoluzionare. Le forme vengono riviste e la lunghezza complessiva aumentata a vantaggio di un bagagliaio più grande. Propulsore e meccanica rimangano invariate. Andiamo a scoprirla

L'articolo Prova Nissan X-Trail 1.6 dCi 130 CVT 2WD Tekna proviene da RED Live.

Sulla breccia da 39 anni, la Classe G ha saputo resistere alle mode puntando su robustezza, affidabilità e su alcuni clienti... "importanti"

L'articolo Classe G, la storia “sporca” della off road Mercedes proviene da RED Live.

DNA OFFROAD Al Salone di Detroit 2018 la Casa della Stella ha presentato la Nuova Mercedes Classe G. Che non ha tagliato in modo brusco i ponti con il passato e – tranquilli –  non si è rammollita: a lei, le SUV moderne fanno davvero un baffo. Nel senso che la G continua ad essere […]

L'articolo Nuova Mercedes Classe G 2018: nel solco della tradizione proviene da RED Live.

Seppur presentato nel 2016, il sistema di trazione integrale della Focus RS è tutt’oggi una soluzione ingegneristica avanzata ed è raro trovarne una descrizione chiara e completa. Siete sicuri di avere capito come funziona? Leggete per scoprirlo!

L'articolo Magia elettronica! La trazione integrale della Ford Focus RS proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download