Google+

La potenza del ritaglio nei collage di Beppe Devalle

maggio 28, 2012 Mariapia Bruno

Parallelamente alla mostra Tecnica Mista che spiega – tra il serio e l’ironico – l’arte contemporanea a neofiti e non, il Museo del Novecento di Milano ospita un’altra retrospettiva che invita il visitatore a prendere confidenza con una tecnica artistica che ha visto il suo boom negli anni Sessanta del secolo scorso: il collage. Protagonisti dell’evento intitolato Beppe Devalle. Collages degli anni Sessanta visibile fino al 7 ottobre, gli “incollaggi” realizzati dal torinese Beppe Devalle tra il 1963 e il 1966, periodo in cui il suddetto artista – già abbastanza noto – abbandona una pittura dai forti riferimenti Kleeliani per dedicarsi al ritaglio di magazines americani e di vecchie riviste di moda. Quella che a prima vista è sembrata una scelta azzardata, in realtà ha condotto lo sperimentatore verso una nuova scoperta.

Mettendo, infatti, alla prova nuove regole di montaggio – la griglia immaginaria entro cui posiziona i contenuti – l’artista impara a potenziare la tensione tra i margini del ritaglio, i profili degli oggetti selezionati dentro il ritaglio (le nuove icone della modernità come le belle auto, le protagoniste dello “chic” internazionale come Audrey Hepburn), e il profilo del nuovo oggetto che da questi accostamenti viene fuori. Una volta presa confidenza con questo nuovo approccio/metodo creativo, Devalle capì che questi accostamenti fotografici – tra cui spiccano Insalata Firestone del 1963 e Speed del 1964 – potevano costituire una sorta di modernissimo trattato di armonia per la pittura. Ecco da dove sono nati i quadri da lui esposti alla Biennale del 1966.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

La coupé dei quattro anelli festeggia il compleanno con un restyling lieve, che porta in dote più potenza e una dotazione arricchita

L'articolo Audi TT 2018, il restyling per i 20 anni proviene da RED Live.

La Renault Scenic porta al debutto la nuova motorizzazione 1.3 Tce in configurazione da 140 e 160 cv. Un quattro cilindri Tutbo benzina molto evoluto che vuole fare le scarpe al Diesel

L'articolo Prova Renault Scenic 1.3 TCe 140 e 160 cv proviene da RED Live.

Assieme ad ABS ed ESP, il sistema di controllo elettronico della trazione è un cardine dei sistemi di sicurezza montati sulla vostra auto. Nel caso non lo sappiate, è un dispositivo elettronico in grado di rendervi le cose più semplici quando la strada è scivolosa. Scopriamolo assieme

L'articolo ASR, cos’è e come funziona il controllo di trazione delle auto proviene da RED Live.

400 cv, 855 kg e 2G di accelerazione laterale. La prima Dallara omologata per circolare su strada vanta prestazioni da capogiro. Disponibile in configurazione barchetta, targa o coupé scatta da 0 a 100 km/h in 3,25 secondi. E noi ci abbiamo fatto un giro

L'articolo Dallara Stradale, siamo saliti sulla barchetta dei record proviene da RED Live.

Nata anche da un'imbeccata di Stefano Accorsi, questa 308 al Nandrolone trasferisce su strada il meglio della versione Cup

L'articolo Peugeot 308 by Arduini Corse, one off su base GTi proviene da RED Live.