Google+

Grazie a Diego Della Valle il Colosseo avrà il tanto suo atteso restauro

gennaio 28, 2011 Mariapia Bruno

Inizierà a fine anno e durerà tra i 24 e i 36 mesi il restauro del Colosseo finanziato dall’imprenditore e patron della Tod’s Spa Diego Della Valle, che si impegna a sostenere un piano di interventi con un contributo di 25 milioni di euro. L’accordo sul progetto è stato siglato tra lo sponsor e il Mibac lo scorso venerdi e nel corso della conferenza stampa presieduta dal sindaco di Roma Gianni Alemanno, il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Gianni Letta e quello ai Beni culturali e ambientali Francesco Giro, Della Valle e il commissario governativo per l’area archeologica centrale Roberto Cecchicon, lo stesso Alemanno ha affermato che si tratta della fine di un incubo. Per troppo tempo scarsi sono stati l’interesse e la cura dedicati ad una delle sette meraviglie del mondo.

 

Della Valle in questa nuova veste di mecenate ci tiene a precisare che non si tratta solo di una strategia pubblicitaria per la sua azienda. <<Non metterò una scarpa Tod’s sul Colosseo>> – ha detto – << il finanziamento è un dovere ma anche un piacere>>. <Un’azienda italiana che funziona>> continua il patron << ha deciso, in segno di riconoscenza verso il paese, di far vedere nel mondo che l’Italia funziona. Per questo abbiamo detto “ci siamo”. E non per portarci a casa un ritorno. In cambio vogliamo solo la possibilità di poter raccontare insieme ai tecnici questi lavori, e di poter attivare un piano di interventi sociali>>.

 

Ma l’iniziativa si configura anche come un ottimo esempio di collaborazione tra pubblico e privato, indispensabile in questi anni di crisi in cui le risorse pubbliche sono abbastanza scarse. Ci si augura dunque che questa iniziativa rappresenti l’inizio di una serie di collaborazioni di questo genere e che stimoli l’intervento di altre imprese private. Della Valle continua a giocare d’anticipo e, durante un convegno all’università Bocconi, ha parlato di un possibile restauro di Pompei. <<Noi abbiamo sponsorizzato il Colosseo>> ha detto <<e mi impegnerò personalmente perchè amici e imprenditori napoletani si impegnino a Pompei. Dopo il Colosseo sarebbe un bellissimo segnale>>.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.

3 Commenti

  1. Anonimo scrive:

    L’ imprenditore Della Valle non e’ toscano, ma marchigiano. Di toscano ha solo il fatto che e’ l’azionista di maggioranza della Fiorentina F. C.

  2. Anonimo scrive:

    La famiglia Della Valle è azionista di maggioranza dell’A.C.F. Fiorentina, non della Fiorentina F.C.; se si vuole essere precisi, bisogna esserlo fino in fondo. Difatti, il nome della società viola, tra i cui simpatizzanti (di questi tempi assai inc… ehm, contrariati) mi debbo annoverare, è stato oggetto di controversie legali legate al fallimento della vecchia A.C. Fiorentina, di Cecchi Gori. Cordialmente G.M. Tubini.

  3. Anonimo scrive:

    Ottima l’iniziativa di Della Valle.
    Secondo voi a quanto potranno essere venduti gli appartamenti con vista su via dei Fori Imperiali?

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Debutta in Brasile la nuova generazione della SUV americana di medie dimensioni. Attinge allo stile dell’ammiraglia Jeep, non rinuncia a una discreta propensione all’off road e può contare su di una ricca dotazione multimediale e di sicurezza. In Europa nel 2017.

La concept car Trezor mostra al Salone di Parigi come potrebbero essere le Renault sportive di domani: elettriche, connesse e a guida anche autonoma

Lo step da 120 cv del 1.6 td Fiat è ora abbinabile alla trasmissione a doppia frizione DCT a 6 rapporti. La nuova dotazione, proposta al probabile prezzo di 1.900 euro, è dedicata alla famiglia Tipo e alla crossover 500X.

Per la nuova stagione i tecnici si concentrati soprattutto sulle prestazioni del motore. Grazie al lavoro di sviluppo, il grosso monocilindrici guadagna 6 cv e 3 Nm.

La compatta elettrica francese adotta un nuovo pacco batterie da 41 kWh che porta a 400 km l’autonomia. Debuttano il ricercato allestimento Bose e i servizi Z.E. Trip e Z.E. Pass per semplificare la ricarica presso le colonnine pubbliche. Prezzi da 25.000 euro.

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana