Google+

Gesù ci ha chiamati amici. E gli amici bisogna frequentarli

maggio 29, 2015 Pippo Corigliano

ultima-cena-notre-dame-parigi-shutterstock_13630999

Pubblichiamo la rubrica di Pippo Corigliano contenuta nel numero di Tempi in edicola (vai alla pagina degli abbonamenti)

Per diventare amici bisogna frequentarsi. Per i coniugi è la stessa cosa. Quando vedo per strada due anziani che si tengono sottobraccio, un po’ traballanti, penso: non “santi subito!”, sono già santi. Hanno attraversato insieme mille difficoltà: fra loro, con i figli, per il lavoro, le disavventure della vita, e, alla fine… hanno saputo amare. Perciò sono già santi.

Con gli amici succede alle volte che la vita li separi in luoghi diversi ma ci sono alle spalle tante ore passate insieme. Si è riso tanto, si son fatte anche delle birichinate, studio insieme, situazioni tristi e allegre. Poi quando ci si sente è come essersi lasciati cinque minuti prima… La consuetudine e il ricordo sono radicati. Così è per Dio.

Gesù a un certo punto dice: «Vi ho chiamati amici» (Gv 15,15). Fra la creatura e il Creatore c’è un abisso di differenza; ciò non ostante la seconda persona della Trinità ci chiama amici. Come può radicarsi quest’amicizia quando si frequenta Dio solo con la Messa domenicale, nel migliore dei casi? Non è assurdo? Ci contentiamo del catechismo appreso (bene o male) da bambini, inadeguato per gli adulti. Devo coltivare l’amicizia con Gesù, rivedere la sua vita continuamente leggendo il Vangelo.

Tutti i santi hanno dedicato tempo alla preghiera mentre io passo ore a vedere la Juventus o il Milan e mi sembra troppo la Messa tutti i giorni. Mi conviene leggere libri che mi edifichino spiritualmente, e così via. Il grande problema della Chiesa è l’inadeguatezza dei comuni cristiani.

Foto Ultima Cena (Notre-Dame, Parigi) da Shutterstock


Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

L’ufficio a portata di mano anche in vacanza e nei weekend in un ambiente confortevole e “viaggiante”? Lo rende possibile Renault con una nuova generazione di Trafic SpaceClass rivolta sì ai privati ma prentemente alla clientela del mondo business, come aziende di noleggio con conducente, strutture alberghiere e sportive, agenzie turistiche. Insomma, realtà che desiderano fornire […]

L'articolo Renault Trafic SpaceClass, l’ufficio è mobile proviene da RED Live.

Se siete appassionati di motori e curiosare tra le anteprime – ne sono state annunciate ben 150 – è sicura fonte di piacere, il momento è (quasi) arrivato. Cominciate a segnare in agenda una data compresa tra il 9 e il 12 novembre (il 7 e l’8 sono giornate dedicate a operatori e stampa) e […]

L'articolo EICMA 2017, cosa c’è da vedere proviene da RED Live.

Audi accelera sulla strada dell’elettrificazione della gamma. Dopo la presentazione della nuova A8, proposta al lancio nelle configurazioni V6 3.0 TFSI e TDI “mild hybrid”, vale a dire con impianto elettrico a 48 volt, ora anche le famiglie A4 e A5 beneficiano d’inedite motorizzazioni mHEV che portano in dote tutti i vantaggi fiscali e di […]

L'articolo Audi A4 e A5, è tempo di micro ibrido proviene da RED Live.

Arriva in gruppo tra gli ultimi, guarda tutti dritto negli occhi, mostra i muscoli e fa subito la voce grossa. E no, non è un bullo. Parliamo, piuttosto, della SUV Volkswagen T-Roc. Destinata a scendere in lizza nel segmento di mercato più frizzante, combattuto e attraente del momento, vale a dire quello delle sport utility […]

L'articolo Prova Volkswagen T-Roc proviene da RED Live.

In KTM hanno le idee chiare: il futuro della mobilità è elettrico. Ecco perché la nuova KTM Freeride E-XC, rinnovata da cima a fondo, è solamente un punto di partenza

L'articolo KTM Freeride E-XC, l’enduro green proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download