Google+

Fumetto – Zerocalcare e la guerra a fumetti

ottobre 14, 2016 Amedeo Badini

cover-kobane-callingLa politica estera è un argomento complesso da descrivere e da spiegare nelle sue molteplici sfaccettature. Ma raccontare di conflitti lontani tra complesse faide e spaccature interne a comunità di milioni di persone, facenti parte di un complesso sociale distante da quello tradizionale occidentale, utilizzando solo fumetti, vignette e un pizzico di romanesco e di azzeccate battute, è ancora più difficile. Eppure, Zerocalcare con il suo Kobane Calling è riuscito nell’impresa di parlare di ISIS e guerra in Siria focalizzandosi sui curdi e sulla loro lenta, ma incisiva, opera di ricostruzione e di fondazione democratica, uno sviluppo silenzioso e sempre stato sottotraccia, travolto, mediaticamente e non solo, dalla voce grossa di Erdogan, i neri califfi e i fondi sauditi.

Dell’autore romano avevamo già parlato, non proprio bene, in quest’occasione, ma avevamo molto apprezzato il suo primo, intenso reportage uscito per l’Internazionale. Partendo da quel primo episodio, aggiungendone un altro sempre per l’edicola, e scrivendo e disegnando 200 nuove tavole, Zerocalcare firma Kobane Calling, un poderoso cartonato edito da Bao Publishing. Col suo tipico modus narrativo – brevi capitoletti che girano attorno ad una problematica ben precisa – l’autore ci porta per mano in una brutta e sporca guerra, come tutte d’altronde. Qui però emerge con forza il contrasto, non solo per la brutale contemporaneità degli eventi, ma anche per il tenero e dolce realismo che Zerocalcare utilizza per raccontare a tutti, dall’analista politico all’uomo della strada, questo complesso conflitto, fatto di donne, uomini e ideali. In particolare, l’autore non ha paura di utilizzare il suo classico tono autobiografico sottolineando la sua totale inadeguatezza di fronte alla portata di eventi storici. Proprio questo realismo portato fin quasi all’esasperazione è la cifra del volume, un rapporto di amicizia tra guerra lontana e pace interiore. Allo zerocalcare_kobane-calling_04bstesso tempo, viene esplicitato quanto questa distanza tra le nostre vite agiate e le pericolose esistenze curde crei un abisso quasi invalicabile per capire la realtà. Abisso che Zero colma abilmente con la sua narrativa agile e il confronto con la sua amata Rebibbia.

Il romanzo è un ottimo esempio di graphic journalism, ovvero di reportage a fumetti, nonostante Zerocalcare non voglia accostarsi a mostri sacri come Joe Sacco e Guy Delisle. In effetti, il suo tocco scanzonato e la sua precisa presa di posizione non permettono di catalogarlo completamente nel genere. Ma l’approccio e l’umanità sono perfette per lo scopo: il lettore scopre che conoscere mondi distanti e complessi è alla portata di tutti, e che la repubblica di Rojava, schiacciata dalle megalomanie dei moderni califfati vicini, è stata capace di creare un avanzato sistema democratico, basato sull’uguaglianza dei sessi e sul rispetto reciproco. Un esempio nuovo e inedito, non solo in Medio Oriente, ma anche per le nostre democrazie occidentali.

Kobane Calling, di Zerocalcare, b/n 272 pagine, 19×26, 20€, in tutte le librerie

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.

1 Commenti

  1. recarlos79 scrive:

    Sbaglio gigantesco. Zerocalcare con i suoi fumetti e tramite il suo sito diffonde propaganda. Andate i a leggere quante ne ha dette contro il sindaco di Venezia che secondo lui toglie le favole ai bambini.

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Le righe, si sa, rubano la scena a qualsiasi altro indumento del guardaroba e non tutti se le possono permettere. Ciò che ha fatto Rapha con questa fantasia, protagonista della nuova collezione Cross, è stato scegliere un accostamento di tonalità elegante e, soprattutto, ispirato all’abbigliamento indossato da Jeremy Powers (Rapha-Focus Team) alla conquista del titolo di campione nazionale […]

L'articolo Rapha presenta la nuova collezione Cross proviene da RED Live.

F1 2017 è un generatore virtuale di adrenalina. Un racing game emozionante e coinvolgente, completamente personalizzabile in base alle proprie esigenze. Il nuovo gioco di Codemasters affina la buona ricetta del 2016 e (ri)propone un solidissimo “simcade”, ovvero un efficace ibrido tra simulazione impietosa e arcade permissivo, immediato e profondo. Il risultato? Senza controllo di trazione […]

L'articolo F1 2017 è pura adrenalina virtuale proviene da RED Live.

Con il nuovo Peugeot Belville, la Casa del Leone s’inserisce in uno dei mercati più floridi in assoluto: quello degli scooter piccoli a ruota alta. È disponibile in due cilindrate (125 e 200) con prezzi a partire da 2.950 euro

L'articolo Prova Peugeot Belville proviene da RED Live.

Che Kia sia un’azienda coreana Doc è assodato ma è altresì vero che il suo quartier generale europeo si trova ad appena 500 metri dall’entrata del Salone di Francoforte. E’ quindi normale che Kia viva la kermesse tedesca in modo speciale, come la fiera di casa, quella in cui sfruttare il fattore campo favorevole per […]

L'articolo Kia Proceed Concept: il futuro passa da qui proviene da RED Live.

Tucano Urbano gioca d’anticipo su EICMA e presenta ora la collezione autunno/inverno 2017/2018. Per chi viaggia in moto 365 giorni all’anno.

L'articolo Tucano Urbano collezione autunno/inverno 2017/2018 proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana