Google+

Firenze e le grandi esposizioni di nicchia

luglio 22, 2014 Mariapia Bruno

La città di Firenze pare voglia schiarirci le idee in merito a quanto avvenuto nel mondo dell’arte nell’epoca dei primitivi (artisti attivi tra il Duecento e il Quattrocento, come Arnolfo di Cambio e Ambrogio Lorenzetti) e in quella che vede il trionfo di uno stile, come disse Vasari, «puro senza ornato», fiorentino tra il Cinquecento e il Seicento. E lo fa con due grandi retrospettive: la prima, presso la Galleria dell’Accademia è dedicata a quell’arte antica salvatasi grazio al collezionismo del Sette-Ottocento, la seconda, presso la Galleria degli Uffizi, rilancia il fiorentinismo purista di artisti come Andrea del Sarto, Andrea della Robbia, Jacopo da Empoli e Santi di Tito. Ma procediamo con ordine. Aperta fino al prossimo 8 dicembre, La fortuna dei Primitivi. Tesori d’arte dalle collezioni italiane fra Sette e Ottocento, presenta una serie di opere appartenenti alla tardo antichità cristiana, al Medioevo e al primo Rinascimento, sopravvissute fino ai nostri giorni grazie al gusto di collezionisti come Padre Raimondo Adami, Tommaso Obizzi, Stefano Borgia ed altri personaggi di varia estrazione sociale, colti, eruditi o membri del clero. Le loro erudite collezioni d’arte comprendevano tele di Andrea Mantegna (Sant’Eufemia), del Beato Angelico (Madonna dell’Umiltà con San Giovanni Battista, San Paolo e l’incontro tra San Domenico e San Francesco), di Cosmé Tura (Cristo in pietà sorretto dalla Vergine) e di Antonello da Messina (Cristo in pietà sorretto dagli angeli).

Con un piccolo salto temporale, che scavalca la «somma perfezione», come direbbe ancora Vasari, di Leonardo, Michelangelo e Raffaello, approdiamo alla seconda retrospettiva, intitolata Puro, semplice e naturale nell’arte a Firenze tra Cinque e Seicento. Aperta fino al 2 novembre 2014, la rassegna presenta le opere dei fondatori di un’ordinata maniera moderna, come Fra Bartolomeo (Padre Eterno benedicente con le sante Maria Maddalena e Caterina da Siena), Ottavio Vannini (Battesimo di Cristo), e Lorenzo Lippi (Fuga in Egitto). Le opere sono suddivise per tematiche: “pitture di casa”, dove dominano gli affetti intimi, “pitture di cose”, dove protagonisti sono gli oggetti domestici, e la “tradizione del sacro”, che chiude la mostra con tre busti del Redentore di Torrigiani, Caccini e Novelli.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La nuova Multistrada 1260 cambia radicalmente con le novità che riguardano circa il 30% del progetto; smussa gli spigoli vivi del motore precedente motore e guadagna nella guida ora più fluida e rotonda meno reattiva.

L'articolo Prova Ducati Multistrada 1260 proviene da RED Live.

Per le piccole inglesi supersportive è già tempo di pista. Al freddo dell'autodromo di Cremona partono i primi test della stagione. Il nuovo calendario prevede anche una trasferta al Paul Ricard. C'eravamo anche noi

L'articolo MINI Challenge, è già 2018 proviene da RED Live.

La 5 porte giapponese saluta da lontano le quattro generazioni che l’hanno preceduta, mostrando linee più slanciate e tante possibilità di personalizzazione. Si dota inoltre di dispositivi di controllo appannaggio di auto di segmento superiore. Prezzi a partire da 16.700 euro

L'articolo Prova Nissan Micra N-Connecta IG-T proviene da RED Live.

In Spagna lo conoscono tutti, da noi fa sussultare chi negli Anni 70 e 80 sognava il Lobito oppure aveva negli occhi l’inconfondibile colore blu di Pursang e Sherpa… La stella del marchio spagnolo brillò fino al 1983 per poi spegnersi definitivamente. Nel 2014 il pollice di Bultaco torna però ad alzarsi, grazie a uno […]

L'articolo Prova Bultaco Albero 4.5 proviene da RED Live.

Era dai tempi della Tribeca, uscita di produzione nel 2014, che la Subaru non si cimentava nel tema delle grandi SUV. Un’assenza che, dopo anni di successi negli States, ha penalizzato la Casa nipponica. Ora, però, i jap corrono ai ripari presentando, in occasione del Salone di Los Angeles, la nuova Ascent. Una sport utility […]

L'articolo Subaru Ascent: mai così grande proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download