Google+

Donne nude al seggio del Cavaliere: «Basta Berlusconi!». Loro sì che gliel’hanno fatta vedere

febbraio 25, 2013 Correttore di bozze

Oggi il Correttore di bozze è rimasto particolarmente colpito, chissà com’è, dalla protesta in topless inscenata dalle militanti di Femen nel seggio elettorale di Silvio Berlusconi, e così ha deciso di trasformare la sua rubrica in una sorta di inno alla resistenza nuda e cruda. Nella speranza che sempre più donne, possibilmente carine, scelgano di aderire a questa efficacissima forma di impegno civile. (Se invece stavate solo cercando le foto del “blitz” siete capitati sulla pagina sbagliata: per queste cose è meglio, per esempio, il sito di Repubblica, che di immagini ne ha pubblicate 21).

EXIT POPP
Eppure il Cavaliere resta mogio, con un brutto presentimento in testa. È con questi pensieri che all’ora di pranzo arriva al seggio della scuola Dante Aligheri di via Scrosati a Milano. (…) Stipati all’ingresso decine di cineoperatori e fotografi. Anche stranieri. Nascoste tra gli obiettivi anche tre ragazze bionde in eskimo. Tra loro e il Cavaliere solo una fila di banchi e un cordone di carabinieri. È un attimo. All’improvviso si tolgono il giaccone, rimangono a seno nudo e urlano come Erinni: «Basta Silvio! Basta Berlusconi!». Gli stessi slogan se li sono dipinti sul corpo, le foto faranno il giro del mondo.
Francesco Bei e Andrea Montanari, la Repubblica

GNOCCHE DA PAURA
Nel parapiglia, i banchi vengono rovesciati, le tre ragazze finiscono a terra, si aggrappano a ogni cosa, tirano calci a chi cerca di bloccarle, insomma nella scuola scoppia il finimondo. Un bambino in braccio alla madre scoppia a piangere.
Francesco Bei e Andrea Montanari, la Repubblica

TOPP LESS
Per quanto esperte, le tre ragazze toppano qualcosa: quando si spogliano di colpo sono ancora troppo lontane dal loro bersaglio.
Luca Fazzo, il Giornale

MA VA’ LÀ
I poliziotti non sanno bene dove mettere le mani.
Luca Fazzo, il Giornale

NON CONTRO MA PRO
Ancora prima che le tre manifestanti arrivino in questura, sul sito di Femen c’è la rivendicazione della loro impresa, con spiegazione annessa: «Non votare contro i mafiosi!».
Luca Fazzo, il Giornale

LO SGUARDO ALTROVE
Le contestatrici, il Cavaliere non le ha neanche viste in faccia.
Luca Fazzo, il Giornale

COME SI PERMETTE QUELLO SVERGONATO?
Il sorriso del Caimano davanti alle donne nude.
Titolo del Fatto quotidiano sulla “protesta delle Femen”

UELÀ QUANTE BELLE TOPLESSONE
L’ex premier ha trasformato il seggio in palcoscenico nonostante sia stato accolto da tre femministe in toplles (sic, ndr) al grido “basta Berlusconi”. (…) Contestato al suo arrivo da tre attiviste di Femen (…), Berlusconi le ha guardate piacevolmente incuriosito.
Davide Vecchi, il Fatto quotidiano

NEL FANGO
Secondo Elvire Duvelle-Charles, la francese presente ieri al blitz contro Berlusconi, il corpo svestito non è un’arma di seduzione, ma uno strumento di lotta.
Andrea Indini, il Giornale

VEDESSI CHE VESTI STRACCIATE
È mai possibile che al giorno d’oggi, un seno non coperto, mostrato nella pubblicità di un profumo, non susciti scandalo, mentre portato nell’arena politica faccia stracciare le vesti?
Elvire Duvelle-Charles, attivista di Femen presente al blitz contro Berlusconi, il Giornale

SENTI CHI PARLA
Oggi abbiamo attaccato Berlusconi perché è il politico più sessista che ci sia in circolazione.
Inna Shevchenko, attivista di Femen, intervistata da Anais Ginori, la Repubblica

UNO SPETTACOLINO NON SI NEGA A NESSUNO
Le Femen sono arrivate a Milano qualche ora prima dell’apertura delle urne, preparando meticolosamente il blitz. «Sappiamo sempre dove trovare i nostri nemici» dice Inna (attivista di Femen, ndr) usando un tono paramilitare che contrasta con la sua bellezza dell’Est.
Anais Ginori, la Repubblica

MA NOI GLIEL’ABBIAMO FATTA VEDÉ
Berlusconi compra le donne come fossero una merce e grazie al suo impero mediatico veicola un’immagine femminile degradante.
Inna Shevchenko, attivista di Femen, intervistata da Anais Ginori, la Repubblica

MEGLIO TOPLESS O TINTARELLA INTEGRALE?
Sulla strategia politica di queste attiviste c’è dibattito anche tra le femministe.
Anais Ginori, la Repubblica

LA PROTESTA TIRA SEMPRE
Ma dal punto di vista comunicativo sono sicuramente vincenti. Già qualche minuto dopo il blitz a Milano, video e foto dell’azione contro Berlusconi erano già disponibili sulla pagina Facebook di Femen.
Anais Ginori, la Repubblica

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Debutta a Parigi la nuova gamma elettrica della city car tedesca. Il motore a zero emissioni eroga 82 cv ed è disponibile sia per la biposto fortwo coupé/cabrio sia per la cinque porte forfour. Autonomia di 160 km e ricarica più rapida che in passato.

La berlina sportiva del Tridente può ora contare su dotazioni multimediali e di sicurezza allineate alle rivali tedesche. Il V6 3.0 biturbo della versione d’ingresso a benzina eroga 350 cv anziché i precedenti 330 cv. Debuttano i pacchetti Luxury e Sport.

Il contest musicale King Of The Flow accompagna al debutto la crossover compatta giapponese. Tra chi voterà uno degli artisti protagonisti c'è in palio proprio una Toyota C-HR

La Casa svedese torna a proporre una wagon di grandi dimensioni (4,96 metri). Al design ricercato e ai sistemi di sicurezza d’ultima generazione si affiancano moderni quadricilindrici sovralimentati a benzina e gasolio. La guida è un’esperienza sensoriale fatta di lusso e sostanza.

L'Honda X-ADV potrebbe diventare capostipite di un nuovo genere: quello degli scooter medi con vocazione da giramondo. Nelle piccole cilindrate, però, il matrimonio tra scudo e tassello funziona già da molto tempo, come insegna il Booster

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana