Google+

Archiviate le indagini sul libro “Sposati e sii sottomessa”, accusato di «istigazione alla violenza sulle donne»

aprile 15, 2014 Redazione

Contro l’autrice Costanza Miriano e contro la diocesi che ha promosso il volume non sarà ammesso alcun ricorso

Si è chiusa la controversia spagnola relativa al libro Sposati e sii sottomessa, della giornalista italiana Costanza Miriano, giudicato pericoloso dal Consiglio comunale della città di Granada, che aveva parlato di «affermazioni offensive», di possibile «incitamento all’odio» e di «qualche forma di criminalità e di possibili conseguenze penali».

INSULTO AL FEMMINISMO. Considerando il volume come offensivo e contro le donne, anche il ministro delle Pari opportunità del Partito popolare, Ana Mato, aveva richiesto di vietare il commercio di Cásate y sé sumisa, mentre la sinistra di Izquierda Unida e il Psoe avevano votato una mozione per domandare alla procura di procedere sia contro Miriano sia contro la casa editrice Nuevo Inicio, dell’Arcivescovado di Granada. Il vescovo, Francisco Javier Martínez Fernández, si era detto tranquillo all’apertura delle procedimento penale, certo che non ci fosse alcun contenuto che incitava alla violenza.

LA SENTENZA DEFINITIVA. Ieri la procura ha deciso di archiviare le indagini relative all’accusa di «istigazione alla violenza sulle donne», mentre fonti vicine al Pubblico ministero hanno rivelato all’agenzia di stampa Efe che contro la decisione non sarà ammesso alcun ricorso: la procura ha respinto le accuse dopo aver appurato che non esiste in nessun tribunale del distretto giudiziario di Granada un procedimento aperto contro il volume.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

19 Commenti

  1. filomena says:

    L’unica cosa seria da fare è non comprare il libro, questa indagine non ha fatto altro che pubblicità gratuita al maschilismo.

    • Fulvio says:

      L’unico maschilismo paradossale, ridicolo e pericoloso che c’e’ in giro e’ quello delle donne che vogliono una vita da maschi…

      • filomena says:

        O quello dei maschi che difendono i loro privilegi. Rassegnati è finito il tempo dei padri padroni.

        • Lorenzo says:

          Che pena di commento! Il padre padrone… Mmah, non capisco se siete il frutto di un indottrinamento effettivamente ben riuscito o semplicemente affetti da qualche forma di ritardo mentale grave. Rassegnati te, Filomena, che le vostre menzogne stanno per crollare definitivamente…!

    • Francesco says:

      Maschilismo? Lei non ha letto il libro vero?

      • filomena says:

        Quello che contesto è il fatto che nel libro dietro l’ipocrisia dell’accoglienza che sarebbe una caratteristica delle donne (cosa peraltro non necessariamente vera) si nasconde il fatto che nelle scelte di coppia e nella famiglia l’ultima parola spetterebbe sempre all’uomo considerato espressione della razionalità, come se le donne ragionassero solo con “l’emotività”.
        Personalmente mi sento a pieno titolo una donna e sono spesso molto più razionale di tanti uomini anche perché questo dipende essenzialmente dal carattere di ogni singola persona e non certo dall’essere uomo o donna.
        Questo lo dico perché conosco il libro e ho sentito anche su questo tema delle interviste della Miriano.

    • Debora says:

      Le critiche mosse al libro in questione sono solitamente dettate da un fatto.. non l’hanno letto! non c’è nulla di maschilista.

      • filomena says:

        E’ molto triste sentir dire questo da una donna ed è il risultato di secoli di sottomissione delle donne al punto che nemmeno si rendono più conto che forse sarebbe ora di farsi valere.
        Ti consiglio di guardarti un po’ intorno, la vita può essere migliore di quella che descrive la Miriano, però bisogna avere la forza di aprire gli occhi per vederla.

  2. paolo says:

    In un mondo come il nostro se uomini e donne si fermassero un attimo e leggessero entrambi questo libro capendo realmente quello che viene scritto allora i maschi imparerebbero a trattare le donne nel giusto modo e molte femmine imparerebbero che lavorare insieme agli uomini per il bene futuro non é cosí male

    • Antony says:

      Guarda che la Miriano ha pensato anche ai maschietti con un libro tutto per loro intitolato “Sposala e muori per lei” ed è il proseguimento del primo libro

      • valeria46 says:

        Bravo Antony. Con uomini pronti a morire per le loro spose e’ molto bello essere sottomesse!

    • filomena says:

      Prima di tutto bisognerebbe capire a chi e che cosa è rivolto questo bene futuro altrimenti per usare una terminologia cara ai cattolici, stiamo parlando del sesso degli angeli.
      In secondo luogo va benissimo lo spirito di collaborazione ma non si capisce perché l’uomo “tratta” la donna mentre la donna lavora assieme all’uomo. La collaborazione deve essere reciproca e sullo stesso piano con ruoli intercambiabili altrimenti diventa sudditanza.

  3. paolo says:

    Nel nostro mondo se uomini e donne si fermassero un attimo e leggessero entrambi questo libro capendo realmente quello che viene scritto allora i maschi imparerebbero a trattare le donne nel giusto modo e molte femmine imparerebbero che lavorare insieme agli uomini per il bene futuro non é cosí male

  4. Raffaella says:

    Concordo con Filomena e aggiungo che il grande limite della Miriano è parlare di una donna e di un uomo “standard”. Io sono sposata e posso assicurare che mio marito non è affatto come gli uomini che descrive lei e io non sono come le donne del suo libro. In passato sono stata una moglie obbediente e accondiscendente e sono finita ad un passo dalla separazione (non sto scherzando), lui mi ha persino maltrattata quando nostra figlia era piccola perché, secondo lui, ero una madre disattenta.. sono tornata al lavoro che lei aveva 4 mesi perché ero l’unica con un lavoro fisso in famiglia. Le cose sono migliorate quando ho imparato a far sentire la mia voce in maniera chiara ed a impormi sulla gestione domestica, ad esempio sulle spese di casa. Oggi anche lui è più felice perché abbiamo imparato a completarci a vicenda: dove non arriva lui ci sono io e viceversa. E non mi maltratta più.

    • filomena says:

      Ti ringrazio per “l’appoggio” è merce rara da queste parti. Inoltre è assolutamente vero che la Miriano vorrebbe far rientrare nei suoi stereotipi uomini e donne. Sarà anche vero che il secondo libro descrive un altrettanto demenziale stereotipo per gli uomini ma guarda caso non ha detto sposati e sii sottomesso o sposati e muori per lui.
      In ogni caso sono felice che tu abbia raggiunto un equilibrio con tuo marito in quanto le statistiche dicono che se un uomo anche una sola volta squalifica e maltratta la compagna, purtroppo tornerà a farlo.
      Ti auguro che nel tuo caso abbiano sbagliato.

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

Permette di registrare tragitti, monitorare lo stato del manto stradale, analizzare e condividere con altri appassionati informazioni e dati. Si scarica gratuitamente da Apple Store e Google Play

L'articolo Sicurezza in moto? Arriva Moto App proviene da RED Live.

La coupé dei quattro anelli festeggia il compleanno con un restyling lieve, che porta in dote più potenza e una dotazione arricchita

L'articolo Audi TT 2018, il restyling per i 20 anni proviene da RED Live.

La Renault Scenic porta al debutto la nuova motorizzazione 1.3 Tce in configurazione da 140 e 160 cv. Un quattro cilindri Tutbo benzina molto evoluto che vuole fare le scarpe al Diesel

L'articolo Prova Renault Scenic 1.3 TCe 140 e 160 cv proviene da RED Live.

Assieme ad ABS ed ESP, il sistema di controllo elettronico della trazione è un cardine dei sistemi di sicurezza montati sulla vostra auto. Nel caso non lo sappiate, è un dispositivo elettronico in grado di rendervi le cose più semplici quando la strada è scivolosa. Scopriamolo assieme

L'articolo ASR, cos’è e come funziona il controllo di trazione delle auto proviene da RED Live.

400 cv, 855 kg e 2G di accelerazione laterale. La prima Dallara omologata per circolare su strada vanta prestazioni da capogiro. Disponibile in configurazione barchetta, targa o coupé scatta da 0 a 100 km/h in 3,25 secondi. E noi ci abbiamo fatto un giro

L'articolo Dallara Stradale, siamo saliti sulla barchetta dei record proviene da RED Live.