Google+

Anche Costantino «gode di pessima stampa. Non parliamo di tolleranza ma di libertà religiosa»

ottobre 29, 2012 Massimo Giardina

Questa sera al Cmc si terrà un incontro sull’editto di Milano di Costantino: l’imperatore che ha creato il concetto di libertà religiosa.

«Totalmente ed esclusivamente di Costantino è il concetto di libertà religiosa secondo cui il diritto della divinitas di essere adorata come vuole fonda nei singoli la potestà di seguire la religione che ciascuno avesse voluto». La citazione è di Marta Sordi, recentemente scomparsa, una tra le più importanti storiche a livello mondiale e accademica dell’Università Cattolica di Milano. Il Centro culturale di Milano ha voluto riprendere la frase di Marta Sordi per introdurre l’incontro che si terrà questa sera alle 21 alla Sala di via S. Antonio, 5 Milano dove interverranno Gian Maria Vian, direttore dell’Osservatore Romano e Giulio Maspero professore all’università Santa Croce di Roma. Il titolo dell’incontro è “La svolta costantiniana. Persona e popolo nuovi protagonisti” e si darà rilievo all’Editto di Milano del 313 (celebrato in una mostra a Palazzo reale): non un atto di semplice tolleranza, ma di libertà. Il prof. Maspero afferma a tempi.it che «Costantino gode di pessima stampa, perché viene giudicato a partire dal presente, con parametri che non esisterebbero senza la svolta cristiana. Così succede che il cristianesimo venga presentato come contrario alla libertà, quando è grazie ad esso che la libertà è stata scoperta. Lo dice pure Roberto Benigni».

Professore, la provocazione dell’incontro di questa sera sta nel “liberare” Costantino dal concetto di tolleranza. Cosa significa?
Con Costantino il mondo iniziò ad essere pensato a partire dalla rivelazione del Dio uno e trino cristiano: il Primo principio cominciò ad avere un rapporto privilegiato non solo con qualcuno, l’imperatore ad esempio, ma con ogni uomo. Ognuno era fatto a Sua immagine, tutti erano liberi. Il Dio cristiano ama la libertà e ogni uomo, anche non cristiano, essendo stato creato da Lui, deve scegliersi da solo la propria religione. E lo Stato non può dire nulla se non proteggere questa scelta. E non solo tollerarla.

È la figura di Costantino ad essere controversa, non tanto le conseguenze della sua scelta.
Costantino ha dei limiti, ma non si può giudicare quell’epoca a partire dalla nostra. Se possiamo farlo è solo perché Costantino ha fatto quello che ha fatto. Costantino poi ha chiuso Nicea troppo presto, causando la tragedia della crisi ariana ma la stessa possibilità della crisi parla della sua grandezza. La libertà permette di affrontare i dubbi, la conversione dell’imperatore pone il problema del rapporto tra Dio e il mondo, di come deve guardarsi il mondo se il Creatore è uno e trino. Tutto il IV secolo sarà pieno di battaglie per chiarire se Cristo è la più grande delle creature o se è Dio, ma quelle discussioni sono possibili proprio grazie alla libertà religiosa e a Costantino.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La fortwo, l’utilitaria più corta sul mercato – è lunga solo 2,69 m – si aggiorna. La novità principale è rappresentata dalla disponibilità di serie, sin dall’allestimento entry level youngster, della frenata automatica d’emergenza e dei fendinebbia. Un upgrade in materia di sicurezza tutt’altro che marginale, esteso anche alla versione a quattro posti forfour. Tessuto […]

L'articolo smart fortwo e forfour 2018: danno di più proviene da RED Live.

Vi piace pedalare in collina? Se volete farlo in compagnia di migliaia di altri ciclisti, e con la possibilità di mettere alla prova il vostro spirito agonistico, l’occasione giusta è la 5° edizione della Granfondo Scott, in programma il 3 settembre 2017 con partenza e arrivo a Piacenza Expo. La manifestazione propone due percorsi, caratterizzati […]

L'articolo Granfondo Scott, al via il 3 settembre proviene da RED Live.

C’è qualcosa che non torna… Non dovevi cambiare radicalmente? Non dovevi votarti alla collocazione centrale del motore? Ah, manca ancora un anno? Questo, allora, significa che sei l’ultima versione della Corvette “tradizionale”. Il canto del cigno di una delle muscle car più apprezzate al mondo che, per festeggiare i 65 anni di carriera, debutta nella […]

L'articolo Chevrolet Corvette MY18: l’ultima volta proviene da RED Live.

“All for freedom, freedom for all”. È il nuovo motto di Harley-Davidson che intende sedurre anche chi non è (ancora) un motociclista

L'articolo Harley-Davidson, nuovo slogan proviene da RED Live.

Nel bel mezzo di Agosto, la Casa di Iwata lancia un criptico video teaser che anticipa quanto verrà svelato il 6 settembre alle 17:00: la Yamaha T7

L'articolo Yamaha T7, il video teaser proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana