Google+

«Ammassati in celle impregnate di vomito e urina»: così in Francia trattano chi manifesta per la famiglia

aprile 23, 2013 Redazione

Louis e Carol raccontano le 17 ore passate in commissariato in Francia per avere protestato in silenzio contro il matrimonio gay.

Mentre si attende l’approvazione finale della legge che in Francia legalizza matrimonio e adozione gay, prevista per domani, si moltiplicano le testimonianze di comuni cittadini francesi fermati dalla polizia, o addirittura portati in prigione, solo per avere manifestato pacificamente a favore della famiglia naturale. Dopo avervi parlato del caso di Franck Talleu, riportiamo le testimonianze di Carol Ardent e Louis Jaeger, che insieme a David van Hemelryck e altri 64 ragazzi sono stati arrestati il 14 aprile e trattenuti al commissariato per 17 ore.

AMMASSATI IN CELLE PUTRIDE. Carol Ardent racconta sul sito francese Le rouge et le noir di come sono stati arrestati a mezzanotte e cinquanta dalla polizia, perché manifestavano seduti in silenzio in piazza, e chiusi in cella. Tra i 67 giovani anche 24 ragazze, sistemate «in una sola cella, ammassate fra manifestanti malate, scioccate, spaventate. Fra il vomito e le lacrime, tengono duro». Le celle, testimonia Louis Jaeger, «sono stanze umide in cui regna un calore spossante»: «Entro in una cella umida, untuosa, putrida. Una sala con delle panche attaccate ai muri, 20 metri quadrati più o meno, nella quale sono buttate 21 persone. La cella delle ragazze deve accoglierne 24, con delle tracce e l’odore del vomito come antipasto per le lunghe ore d’attesa in queste stanze umide e in cui regna un calore spossante. Le altre stanze tengono 14 (che non hanno abbastanza posto per stare tutti seduti) e 7 persone, rispettivamente. La respirazione e la condensa in uno spazio tanto ristretto rendono rapidamente l’aria irrespirabile».

ARRIVA IL MEDICO. Nelle celle «sporche e impregnate di un forte odore di urina» i manifestanti restano dalle 3 di notte alle 10 di mattina, quando «un superiore fa aprire tutte le porte e ci permette di sederci nel corridoio areato: finalmente respiriamo. Un medico è venuto a visitare la cella dove sono ammassate le ventiquattro ragazze. Ha ordinato la loro evacuazione, tanto l’aria era irrespirabile e le condizioni di detenzione scandalose. Molto fortunatamente, lo stesso regime di aria pulita è applicato anche a noi».

«ORDINI DALL’ALTO». Per Carol i poliziotti che hanno effettuato l’arresto «sono i primi ad essere sorpresi del trattamento inflittoci: preferirebbero occuparsi dei veri delinquenti». Louis scrive: «Per uno di essi, questa immagine ricorda dei momenti oscuri nella storia della polizia francese, per degli altri, si tratta di una vasta operazione politica: “Non abbiamo mai riservato un tale trattamento agli agitatori LGBT né mai messo in guardia a vista per così poco, quando i manifestanti dell’estrema sinistra si sarebbero meritati dieci volte di più, visto il loro comportamento. Ma gli ordini vengono dall’alto”».

«SIETE TUTTI CATTOLICI?». Dalle 10 alle 17, i manifestanti vengono interrogati e infine rilasciati. All’uscita del commissariato, spiega Carol, «un comitato d’accoglienza, raccolto dalla Manif Pour Tous e dal Printemps Français, ci acclama. Ci teniamo a ringraziarli in questo articolo: fu una vera gioia vederli». Oltre a loro, conclude Louis, ci sono anche i giornalisti, che hanno quasi del tutto ignorato la Manif Pour Tous e questi fatti: «Le telecamere e i giornalisti ci saltano addosso: “A quale gruppo appartenete?”, “Come vi chiamate?”, “Siete tutti cattolici, vero?”. Abbiamo ritrovato il mondo esterno, un altro calvario».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

11 Commenti

  1. giuliano scrive:

    x Michele Giardini che si chiede: “ma perché li hanno arrestati??”. Risposta: li hanno arrestati perché un regime di sinistra da sempre utilizza il potere per proprie finalità. Nel caso presente la finalità era terrorizzare gli oppositori e la polizia, calpestando la legge che non lo prevede, ha arrestato gente incolpevole poiché il governo ha ordinato così, sapendo che nessun organismo nazionale o internazionale oserà porre loro alcuna critica dato che tutti questi organismi, anche mondiali, sono diretti da gente di sinistra.

    • Michele scrive:

      Grazie, Giuliano. Quindi in Francia c’è un regime dittatoriale di sinistra che, violando la legge, arresta gli oppositori?

  2. ErikaT scrive:

    Manifestavano per la famiglia? Semmai sarebbe più corretto dire che manifestavano contro i diritti delle famiglie omosessuali? Questa non è omofobia?

  3. ErikaT scrive:

    L’ omofobia non è un diritto, l’ omofobia deve essere curata e punita .

    • Pio Bove scrive:

      La ciccia-fobia non è un diritto, la ciccia-fobia deve essere curata e punita.
      Più fiorentine per tutti!

      • Daniele scrive:

        Ma basta con ‘sta storia dell’omofobia che nn è neanche riconosciuta come patologia ma solo agitata dalle lobbies LGTB per impedire qualsiasi dissenso ai loro progetti irragionevoli. Quando un’ideologia per imporsi deve ricorrere al potere ed alla forza vuol dire che non ha argomeni

        • Daniele scrive:

          L’omofobia infatti non è inserita in alcuna classificazione delle varie fobie; infatti non compare nè nel DSM (manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali) nè nella classificazione ICD dell’ Organizzazione mondiale della sanità ergo è una bufala colossale agitata da chi nn ha argomenti oggettivi e vuole imporre a tutti (stranamente proprio contro la discriminazione) la propria ideologia

          • Pallo scrive:

            L’omofobia non e’ una malattia esattamente come l’omosessualità vero ? Oppure quella e’ una malattia Vera !!!

  4. Letterio Occhino scrive:

    L’Europa è ormai controllata dalle lobby massoniche!Quello che sta accadendo in Francia,presto dilagherà in tutta l’Unione Europea e non solo.Il cristianesimo subirà una persecuzione di portata mondiale come non è mai stato prima.Prepariamoci spiritualmente per fronteggiare Satana ed i suoi demoni.Combattiamo con coraggio e determinazione non con le armi letterali della parola ma,con armi spirituali.La seconda Venuta di Gesù Cristo è imminente.La punizione di Dio sarà dura e severa nei confronti delle nazioni che avvallano con leggerezza leggi su Aborto,Eutanasia e Matrimoni Omossessuali.Inoltre, la malvagità ha raggiunto livelli intollerabili per Iddio Onnipotente!Gesù e Maria Vergine ci invitano a pregare per loro come ultima possibilità di Misericordia Divina.Stiamo vivendo il tempo predetto dell’Apocalisse definito”Grande Tribolazione”!Non lasciamoci scoraggiare dagli eventi apocalittici che investiranno tutta la terra abitata e prepariamoci ad accogliere Gesù nel Grande Avvertimento che verrà prima della Sua Seconda Venuta per giudicare i vivi e i morti!Un fraterno saluto nel Cristo Risorto!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

COSA: BIKE FESTIVAL GARDA TRENTINO, quest’anno dura un giorno in più  DOVE E QUANDO: Riva del Garda, Trento, 28-30 aprire e 1° maggio Tra le più importanti rassegne outdoor del comparto ruote grasse il Bike Festival Garda Trentino quest’anno aggiunge un giorno in più al suo (sempre) ricco programma di iniziative. Eventi speciali, escursioni, gare, test, un […]

L'articolo RED Weekend 28-30 aprile e 1° maggio, idee per muoversi proviene da RED Live.

A volte ritornano. Oltretutto quando meno te lo aspetti. Dopo dodici anni di assenza dal panorama europeo, lo storico marchio inglese MG annuncia il rientro nel Vecchio Continente. Un’operazione che avrà inizio nel 2019 e che vedrà protagonista la cinese Saic, dal 2005 proprietaria del brand. Il successo con le spider negli Anni ‘60 La […]

L'articolo MG, il ritorno in Europa è in salsa cinese proviene da RED Live.

Il marchio Seat ha la sportività incisa in modo indelebile nel proprio DNA. Un’inclinazione caratteriale impossibile da nascondere persino quando a Martorell hanno a che fare con una SUV. Ecco allora che la Ateca, la prima sport utility della storia della Casa spagnola, beneficia della versione FR (Formula Racing), sinora riservata alle “cugine” Ibiza e […]

L'articolo Seat Ateca FR: il SUV ha un’anima sportiva proviene da RED Live.

Prenderà il via dall’Autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola sabato 29 e domenica 30 aprile il Campionato monomarca MINI Challenge 2017, organizzato con il supporto di ACI Sport. Le sei tappe previste, da aprile a ottobre, si correranno sui più celebri circuiti italici e, chi non potrà partecipare o assistere, potrà godersi la visione in streaming su Dplay, la piattaforma on […]

L'articolo MINI Challenge, al via la nuova edizione proviene da RED Live.

Ci sono eventi che arrivano immediatamente ai fasti della cronaca e altri, non meno importanti, che vuoi per casualità, vuoi perché comunicati con meno forza, passano quasi sotto silenzio. Mentre il Salone di Shangai, tuttora in corso, celebra una miriade di modelli e versioni dedicati pressoché esclusivamente al mercato cinese, resta inspiegabilmente in secondo piano […]

L'articolo Jeep Yuntu: l’ora dell’ibrido plug-in proviene da RED Live.

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana