Google+

Altro che Severino e Monti: i 70 “parlamentari” più ricchi della Cina hanno 90 miliardi di euro

marzo 1, 2012 Leone Grotti

Il governo dei “banchieri”, dei ricchi per eccellenza impallidisce di fronte ai redditi dei 70 più facoltosi cinesi che si trovano nel “Parlamento” farlocco comunista. Insieme possiedono oltre 90 miliardi di euro, più di tutti i 660 membri dei tre rami del governo Usa. Ma il reddito medio di un cinese si aggira stabile intorno ai 1.800 euro all’anno.

Il ministro della Giustizia Paola Severino, che come recita il Corriere della Sera è «la più ricca al governo» con un reddito dichiarato di 7 milioni di euro e uno stipendio di 195.255,20 euro? Bazzecole. Il premier Mario Monti, che ha un patrimonio totale di 11 milioni e 522 mila euro? Poca roba. Il ministro per lo Sviluppo economico Corrado Passera, che ha dichiarato nel 2011 un reddito complessivo di 3.529.602 euro più qualche altra manciata di milioni? Un poveraccio. Se gli stipendi e i redditi degli uomini al governo in Italia, «il governo dei poteri forti», «il governo delle banche» per eccellenza, vi sembrano alti, sappiate che non avete ancora visto niente.

Il prossimo 5 marzo si apre a Pechino l’Assemblea nazionale del popolo (Anp), il Parlamento cinese che si raduna una volta all’anno per approvare quanto già deciso dal Politburo della Commissione permanente del Partito comunista cinese. Attraverso l’agenzia Hurun, che misura il benessere del Dragone, è uscito il computo della ricchezza dei 70 membri più facoltosi tra i tremila rappresentanti che ogni anno si riuniscono nella Grande sala del popolo a piazza Tiananmen.

La ricchezza totale dei 70 delegati più ricchi dell’Anp ammonta a 565,8 miliardi di yuan, cioè 90 miliardi di euro, oltre un miliardo a testa. I 70 nababbi si sono arricchiti, rispetto all’anno scorso, di ben 8,6 miliardi di euro. Cifre che fanno impallidire non solo i politici di casa nostra ma anche quelli americani: sommando i 660 membri dei tre rami del governo Usa si ottiene una ricchezza pari ad “appena” 7,5 miliardi di dollari. «È straordinario lo stretto legame che intercorre tra ricchezza e politica» ha detto Kenneth Lieberthal, direttore del Centro cinese John L. Thornton al Brookings Institution di Washington. «Questo dà ragione delle diffuse lamentele in Cina sull’estrema diseguaglianza nella distribuzione della ricchezza». Il reddito medio di un cinese si aggira sui 15 mila yuan all’anno (circa 1.800 euro). Che la ricchezza media di un cittadino che abita nella seconda potenza economica del mondo sia inferiore a quella di un bielorusso, già fa capire che c’è qualcosa che non va.

Trai i ricchissimi dell’Anp ci sono Zong Qinghou, presidente del gruppo Wahaha, produttore e distributore di bevande, che detiene un patrimonio di 8 miliardi di euro. È il secondo uomo più ricco della Cina. Ma c’è anche la donna più ricca della Cina, Wu Yajun, presidente della Longfor Properties, che può contare su finanze personali e familiari di 42 miliardi di yuan (circa 5 miliardi di euro). A permettere ai capitalisti di entrare nel partito è stato nel 2000 Jiang Zemin, che ha stilato la famosa teoria delle “tre rappresentanze” , secondo cui il Partito comunista deve essere espressione delle “forze produttive avanzate, le forze culturali avanzate, gli interessi della grande maggioranza”. Questa ha sancito il definitivo matrimonio tra comunismo e capitalismo. Come dice a Bloomberg Bruce Jacobs, professore di lingue asiatiche a Melbourne: «A tutti i livelli del sistema sembrano esserci autorità locali che si arricchiscono grazie ad alleanze con gli imprenditori. Questo ha portato a molte manifestazioni».
twitter: @LeoneGrotti

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Vi piace pedalare in collina? Se volete farlo in compagnia di migliaia di altri ciclisti, e con la possibilità di mettere alla prova il vostro spirito agonistico, l’occasione giusta è la 5° edizione della Granfondo Scott, in programma il 3 settembre 2017 con partenza e arrivo a Piacenza Expo. La manifestazione propone due percorsi, caratterizzati […]

L'articolo Granfondo Scott, al via il 3 settembre proviene da RED Live.

C’è qualcosa che non torna… Non dovevi cambiare radicalmente? Non dovevi votarti alla collocazione centrale del motore? Ah, manca ancora un anno? Questo, allora, significa che sei l’ultima versione della Corvette “tradizionale”. Il canto del cigno di una delle muscle car più apprezzate al mondo che, per festeggiare i 65 anni di carriera, debutta nella […]

L'articolo Chevrolet Corvette MY18: l’ultima volta proviene da RED Live.

“All for freedom, freedom for all”. È il nuovo motto di Harley-Davidson che intende sedurre anche chi non è (ancora) un motociclista

L'articolo Harley-Davidson, nuovo slogan proviene da RED Live.

Nel bel mezzo di Agosto, la Casa di Iwata lancia un criptico video teaser che anticipa quanto verrà svelato il 6 settembre alle 17:00: la Yamaha T7

L'articolo Yamaha T7, il video teaser proviene da RED Live.

Si chiama Nolan N90-2 ed è l’apribile entry level di Nolan. Adatto sia all’utilizzo in città sia per un lungo viaggio, costa 269,99 euro

L'articolo Nolan N90-2, apribile entry level proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana