Google+

Afghanistan, la triste tradizione dei bambini kamikaze: «Colpa del lavaggio del cervello nelle scuole islamiche»

gennaio 9, 2014 Redazione

Per Simona Lanzoni, della Fondazione Pangea onlus, la colpa è «della mancanza di educazione. Siamo davanti a una nuova strategia del terrore, decisamente peggiore e che, in qualche modo, spiazza»

afghanistan-bambini-kamikazeIl fratello le aveva detto che non le sarebbe «successo niente». Per questo la piccola Spozmai, appena 10 anni, forse otto, ha indossato un giubbotto pieno di esplosivo e si è fatta condurre davanti a un checkpoint della polizia in una città della provincia afghana di Helmand. La bambina sarebbe scoppiata a piangere, attirando così l’attenzione della polizia, che l’ha arrestata prima che potesse azionare l’esplosivo.

BAMBINI KAMIKAZE. Quello della bambina kamikaze, convinta a farsi esplodere dal fratello maggiore, capo talebano, non è un caso isolato in Afghanistan. «Incide molto la mancanza di educazione – ha spiegato a Radio Vaticana Simona Lanzoni, della Fondazione Pangea onlus da anni attiva nel paese -. Molto spesso i bambini vengono affidati a scuole, soprattutto religiose, le madrase, dove viene loro fatto in un certo senso il lavaggio del cervello, viene loro insegnato a obbedire in maniera dogmatica ad alcune regole e poi a coinvolgere gli altri. Ma questo perché c’è una totale assenza del governo».

IL RUOLO DELLE MADRASE. Quella dei bambini costretti a farsi esplodere è una tradizione che nasce in Pakistan, ai tempi d’oro dei talebani, prima del 2001: «Là i bambini o venivano rapiti o, per estrema povertà, venivano mandati nelle madrase a volte anche dagli stessi genitori, pensando che lì potessero avere almeno un pasto caldo al giorno – continua Lanzoni -. In questi posti poi, in realtà, veniva loro fatto il lavaggio del cervello, anche attraverso prove corporali estremamente dure, prove fisiche, per far superare qualsiasi limite e quindi poter poi utilizzare questa schiera di bambini, e anche di adulti, a seconda delle strategie del momento, decise dai capi».

NUOVA STRATEGIA DEL TERRORE. Se i talebani usano i bambini è perché «non sono sottoposti ai controlli» e «passano inosservati: questo vuol dire che siamo davanti a una nuova strategia del terrore, decisamente peggiore e che, in qualche modo, spiazza. Ma l’utilizzo dei bambini-kamikaze colpisce l’animo di tutti: i bambini sono un momento di innocenza e di rispetto per tutta la popolazione afghana. L’uso dei bambini genera disprezzo, soprattutto perché anche la religione musulmana non parla mai di kamikaze e tantomeno di uso dei bambini come kamikaze».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

3 Commenti

  1. beppe says:

    il resto del mondo si fa in quattro per impedire che i bambini occidentali facciano il presepio a scuola, o assorbano le idee arretrate dei loro genitori ( che gli fanno VEDERE che la famiglia dove loro sono nati è fatta da mamma papà e dei marmocchi ) . mentre si sbracciano per proteggere le credenze e le tradizioni dei nuovi arrivati da tutto il mondo, perchè quelle sono ricchissime e antiche culture che vanno conosciute e apprezzate per uscire finalmente dalla nostra chiusura mentale……

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

Permette di registrare tragitti, monitorare lo stato del manto stradale, analizzare e condividere con altri appassionati informazioni e dati. Si scarica gratuitamente da Apple Store e Google Play

L'articolo Sicurezza in moto? Arriva Moto App proviene da RED Live.

La coupé dei quattro anelli festeggia il compleanno con un restyling lieve, che porta in dote più potenza e una dotazione arricchita

L'articolo Audi TT 2018, il restyling per i 20 anni proviene da RED Live.

La Renault Scenic porta al debutto la nuova motorizzazione 1.3 Tce in configurazione da 140 e 160 cv. Un quattro cilindri Tutbo benzina molto evoluto che vuole fare le scarpe al Diesel

L'articolo Prova Renault Scenic 1.3 TCe 140 e 160 cv proviene da RED Live.

Assieme ad ABS ed ESP, il sistema di controllo elettronico della trazione è un cardine dei sistemi di sicurezza montati sulla vostra auto. Nel caso non lo sappiate, è un dispositivo elettronico in grado di rendervi le cose più semplici quando la strada è scivolosa. Scopriamolo assieme

L'articolo ASR, cos’è e come funziona il controllo di trazione delle auto proviene da RED Live.

400 cv, 855 kg e 2G di accelerazione laterale. La prima Dallara omologata per circolare su strada vanta prestazioni da capogiro. Disponibile in configurazione barchetta, targa o coupé scatta da 0 a 100 km/h in 3,25 secondi. E noi ci abbiamo fatto un giro

L'articolo Dallara Stradale, siamo saliti sulla barchetta dei record proviene da RED Live.