Unioni gay, fecondazione, cittadinanza e carceri. Le posizioni di Monti, Bersani e Berlusconi

Repubblica riassume le posizioni dei tre principali schieramenti su tali tematiche. Bersani ne fa una bandiera, Berlusconi chiude, Monti rimanda ogni tipo di discussione al Parlamento

 Il quotidiano Repubblica oggi dedica un dossier ai diritti civili (“Fecondazione, fine vita e unioni gay. Partiti agli antipodi sui temi etici”). L’autrice, Giovanna Casadio, riassume le posizioni dei tre principali schieramenti (centrodestra, centrosinistra e centro) su tali questioni, scrivendo che sono «scomparsi o relegati in fondo alla lista», essendo altri i temi su cui si dibatte (lavoro, fisco, integrazione europea).
Il riassunto del dossier è questo: Bersani ne farà una bandiera, Berlusconi chiuderà a qualsiasi tipo di cambiamento, Monti rimanderà ogni tipo di discussione al Parlamento.
Nel dettaglio, le posizioni sono queste:

UNIONI CIVILI E OMOSESSUALI. Vendola è a favore dei matrimoni e alle adozioni gay. Bersani è più cauto sulle adozioni, ma favorevole ad un allargamento dei diritti per le coppie di fatto. Berlusconi, qualche settimana fa, aveva aperto alle coppie di fatto, ma poi ha fatto marcia indietro, ribadendo la chiusura del partito a ogni tipo di soluzione in questo senso. Nell’agenda Monti di queste tematiche non si tratta. Nella sua lista è stato candidato e poi lasciato fuori Alessio De Giorgi, direttore di gay.it, e Monti ha dichiarato di essere contrario al matrimonio omosex.

CITTADINANZA. Il centrosinistra vuole estendere la cittadinanza ai bambini figli di immigrati. Stessa posizione nel centro di Monti. Chiusura nel centrodestra.

VITA E FINE VITA. Nel programma del centrosinistra ci sono espliciti riferimenti alla volontà di modificare le norme sulla fecondazione assistita e di approvare una legge sul fine vita (testamento biologico). Nel centrodestra si è contrari al testamento biologico e a una revisione della legge sulla procreazione medicalmente assistita. Nel programma di Monti, come detto, non si fa alcun cenno.

CARCERI. Nessuno è per l’amnistia. Bersani vuole svuotare le carceri rilanciando le pene alternative. Nel centro di Monti e nel centrodestra di Berlusconi si può parlare solo di posizioni personali, ma non c’è una linea chiara.