Reading, esonerato McDermott: Di Canio favorito

Era in tribuna al Madjeski Stadium sabato, quando il Reading perdeva tra le mura amiche lo scontro salvezza contro l’Aston Villa. E oggi che il tecnico dei Royals Brian McDermott è stato licenziato, ecco che il nome che più circola per sostituirlo è quello di Paolo Di Canio.

Se la notizia fosse vera, si tratterebbe per lui di un ritorno al lavoro rapidissimo, dopo che nemmeno un mese fa si dimetteva da manager dello Swindon, squadra che in 21 mesi era passata dalla League Two alle piazze alte della League One. Ma le divergenze con la dirigenza avevano portato ad una sua clamorosa rinuncia del ruolo di allenatore, e Di Canio se n’era andato sbattendo la porta seppur lasciando la squadra prima in classifica: al suo posto è arrivato ora Kevin MacDonald, cui spetta il difficile compito di non far rimpiangere ai tifosi dei railwaymen il carisma dell’ex-giocatore della Lazio.

Ma i pessimi risultati del Reading hanno portato all’esonero del loro tecnico, McDermott, alla guida del club dal 2009 e protagonista della promozione in Premier della scorsa stagione. A gennaio era riuscito ad inanellare alcuni risultati positivi, che gli erano valsi la panchina del mese, poi però alcuni tonfi clamorosi: nelle ultime 4 partite ha fatto 0 punti, compromettendo pesantemente la situazione in classifica del Reading, penultimo e a -4 dall’Aston Villa, prima squadra fuori dalla zona retrocessione. Inevitabile così il suo addio, che addirittura non era neanche più quotato dai bookmakers tanto era nell’aria. E il nome di Paolo Di Canio è quello più inflazionato per succedergli: se la cosa fosse vera, appare difficile che il romano il prossimo anno si sieda sulla panchina del West Ham, come qualcuno ipotizzava se Allardyce non avesse esteso il suo contratto. La verità si saprà nelle prossime ore: per la panchina del Reading si fanno i nomi anche di Nigel Adkins (appena esonerato dal Southampton), Roberto Di Matteo (lasciato a piedi dal Chelsea lo scorso dicembre) e Mark Hughes (anche lui reduce da un esonero, Qpr).

Seguici su Tempi Sport

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •